Page 21

21

GIOVEDÌ 8 SETTEMBRE 2011

CULTURA

MUSICA

«Professione? Banda di spalla»

C’

è chi riesce a sfondare subito, chi si accontenta di avere un posto accanto ai grandi della musica. È nei bar o nei chioschi del Poetto che si possono nascondere giovani talenti in attesa di essere scoperti. Loro, cantanti e musicisti, ce la mettono tutta ogni sera. Per passione e, spesso, per nient’altro che una cena offerta dai gestori del locale. Chi sa riconoscere il talento ha imparato a seguire questi giovani per poi, se ne vale la pena, portarli ad un livello superiore. I cantanti affermati che visitano l’Isola sono soliti scegliere, per ragioni di mercato e per comodità, uno o più gruppi locali per aprire i concerti. Sono questi i momenti in cui si può cogliere l’occasione giusta per lanciarsi verso una nuova dimensione. Ne sanno qualcosa i Dekrubs, le cui voci hanno formato il coro di Riccardo Melis, eclettico musicista cagliaritano che con i suoi Black Soul Men ha aperto a giugno le due tappe sarde del Chocabeck World Tour di Zucchero. Melis ha già trovato la sua strada ed è già un cantante affermato. Per Alessia Melis, Francesca Deiana e Azzurra Parisi si tratta della prima partecipazione ad un evento importante. Questo trio di cantanti, accompagnato da Andrea Pani alla chitarra acustica e loop station, si è messo in gioco togliendosi le vesti fino a quel momento più congeniali, quelle di cantanti soliste e di chitarrista elettrico hard-rock e blues. «Tre anni fa -

info

SARANNO FAMOSI C’è chi ha il privilegio di suonare con i grandi, come Zucchero. Ma per la maggior parte delle band la routine è la stagione ai chioschi del Poetto.

racconta Alessia - nel creare questo gruppo abbiamo rischiato, non ci saremmo mai aspettati di riscuotere così tanto successo sia fra gli addetti ai lavori che tra il pubblico che viene a sentirci». La visibilità che questi giovani si sono creati ha consentito alle tre ragazze di essere prese in considerazione come “coriste in affitto”. «Per noi è stata una bellissima esperienza - dicono all’unisono le due ragazze esibirsi davanti a migliaia di persone riscuotendo un così grande successo è stato gratificante ed emozionante». A volta queste collaborazioni avvengono anche con artisti che per la notorietà hanno preso la scorciatoia. È il caso di Simonetta Spiri, concorrente della settima edizione di “Amici”, che viene accompagnata da Ipotesi, gruppo che ha già collaborato con artisti sardi e continentali, come Alexia e Neja. Il gruppo nasce nel 1998 e l’attuale formazione conta sei elementi: Alessandro Angius, Bruno Pandino, Roberto Podda e Carlo Biggio agli strumenti, Roberta Ibba e Federica Urracci alla voce. La vocalist Roberta spiega che «A questo livello si entra in una dimensione totalmente professionale, in cui si esegue tutto in base alle esigenze dell’artista». Per Roberta è un’esperienza che fa crescere perché in qualche modo “ci si butta”. In realtà, poi spiega, è un modo diverso di mettersi in gioco, perché «permette di confrontarsi con persone che hanno avuto successo in questo campo». Jacopo Basanisi

LE MINI-STAR Le voci dei Dekrubs con i Black Soul Men hanno aperto le tappe sarde del Tour di Zucchero

Profile for manuel manca

sardegnaquotidiano_20110908  

sardegnaquotidiano_20110908

sardegnaquotidiano_20110908  

sardegnaquotidiano_20110908

Profile for mugghio
Advertisement