Page 73

S E G N A L A Z I O N I  Italian style negli Emirati Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano un mercato in cui da anni cresce l’interesse verso il “made in Italy” e tutto ciò che gravita intorno all’artigianato artistico italiano. Per coniugare la vitalità economica degli UAE con i settori produttivi che hanno contribuito ad affermare lo stile ita-liano nel mondo nasce la fiera “Ita-lian Lifestyle in the Emirates” promossa da CNA di Torino ed organizzata con Artex Firenze ed Expo Sha-rjah. La prima edizione si è svolta quest’anno a Sharjah dal 25 al 28/5. Centoventi le aziende partecipanti, tutte di livello nazionale con diverse iniziative collaterali come due inte-ressanti convegni. Due le aree espositive: “Living Italy” dedicata all’arre-damento e illuminazione, accessori e articoli per ufficio, accessori e bian-cheria per la casa, tessuti d’arredamento, argenteria e articoli da regalo, rubinetteria, marmi e graniti e materiali e servizi per l’edilizia e “Food e fashion accessories” riservata agli alimentari di qualità e accessori moda. Il settore dell’arte ceramica in particolare è stato rappresentato da una mostra curata dall’Associazione Ita-liana Città della Ceramica, che ha raccolto ed esposto pregiati manufatti di trentatré comuni italiani di antica tradizione ceramica. (I.T.) SILVIO VIGLIATURO Fino al 28/8, nelle Sale Auliche di Pa-lazzo Cisterna a Torino, si terrà la mo-stra “Allusioni e trasparenze”: scultu-re e dipinti di Silvio Vigliaturo, maestro della vetro-fusione, la cui tecnica si rivela sempre più originale e perso-nale, tanto da essere riconosciuta da e-sperti e critici come unica al mondo. La sua capacità di raccontare e de-scrivere poeticamente la vita di oggi e di ieri in maniera atemporale, attraverso disegni, dipinti, sculture, vetra-te, paraventi, racchiude in sé un’acu-tezza espressiva raffinata e una prontezza di osservazione e sintesi artistica lungimirante. L’artista, nato ad A-cri, in Calabria, nel 1949, si è trasferi-to giovanissimo a Chieri dove ha frequentato una bottega artigiana, apprendendo l'arte di lavorare il vetro. Dopo anni di ricerca e sperimentazione apre una propria bottega artistica vetraria, situata tuttora in Piazza Duomo a Chieri. Agli inizi degli anni ’90, conosce Adriano Berengo, titolare della Berengo Fine Arts di Mura-

88

“La famiglia”, 1998, scultura in vetro-fusione di Silvio Vigliaturo, cm 180 x 115 x 45.

no, che diviene il suo curatore. Da lì si aprono nuovi scenari che lo porteranno a esporre a Tokyo, New York, Hong Kong, Amsterdam, Düsseldorf, Parigi, Madrid, Dubai, Chicago, Miami, Palm Beach, oltre alle più importanti e significative piazze italiane: Roma, Firenze, Bologna, Ve-nezia, Torino. Saranno esposte opere in vetro-fusione, in acciaio e vetro-fusione di grandi dimensioni e alcune grandi tele a olio, con una particolare attenzione all'Ellenismo,  tema che ha sempre attratto l'artista chierese.

Museo Archeologico di Amelia (TR), dal 2 al 18/07/04. Saranno presenti gli artisti: Wanda Casaril, Teodolinda Caorlin, Sarah Seidmann, Luciana Costa Gianello, Gina Morandini, Ro-berto Zanello, Vito Capone, Marzia Corteggiani, Raffaele Penna, Anna Moro-Lin, Luciano Ghersi, Ettore Consolazione, Maria Lai, Mario Tu-dor, Stefania Missio, Paola Pastores-sa, selezionati quali testimoni della fi-ber art italiana, con un curriculum al-meno ventennale sulla scena nazionale ed internazionale. Ad essi si ag-giungono tre artiste di residenza um-bra, Marilena Scavizzi, Rossella Viti e Laura Patacchia. Gli artisti parteciperanno con 2 opere nel formato clas-sico del minitessile, internazionalmente riconosciuto, di cm. 20 nelle 3 dimensioni. La parte critica é affidata a John O’Brien, artista/critico che vi-ve a Roma e Los Angeles, esperto di questa particolare arte. Le due curatrici, Cielo Pessione Fabrizi e Lydia Predominato, presenteranno due in-stallazioni a lato della mostra. Il 2/07 si terrà un convegnoseminario, co-ordinato da Stefania Severi, a cui parteciperanno come relatori, oltre John O’Brien e altri, anche Cecilia Caso-rati e Francesca Gandolfo. Nell’occasione, sarà presentato un progetto di lavoro sul territorio amerino per rilevare le tradizioni tessili, sia scomparse che tuttora esistenti, che possano offrire radici, spessore e continuità a questi sviluppi del fare tessile. Info: Cielo Pessione, tel. 0744.986011, Ly-dia Predominato, tel. 06.5115366, Mu-seo Archeologico, tel. 0744.978120.

LA FIBER ART AL CENTRO L’Associazione Culturale Atopos, a seguito del successo della Ia edizione del 2002, organizza la IIa Biennale di Arte Tessile Contemporanea con una mostra di piccolo formato tessile intitolata “Frammenti Tessili”, presso il

SEGNI SU PELLE CERAMICA DI Dino Vincenzo Patroni Segni colorati e graffi leggeri caratterizzano le opere della mostra “Dino Vincenzo Patroni, da fibre colorate di

Mini tessile di Raffaele Penna.

Opera segnica su pelle ceramica di Dino Patroni.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Advertisement