Page 56

FIERE E SALONI di Federico Gatti

Arresojas VII Biennale del coltello sardo

A Guspini nel Cagliaritano dal 30 luglio all’8 agosto nello splendido scenario naturale delle cave di Montevecchio si ripresenta la tradizione artigianale del coltello sardo

“Arresojas”, la VII biennale

del coltello sardo che si terrà dal 30/7 all’8/8 a Guspini nel Cagliaritano, ha la finalità di riscoprire e tramandare una forma antichissima di artigianato, quella delle lame, dei rasoi, dei coltelli da tasca. atti interamente a mano e con svariati materiali propri dell’isola stessa dall’ossidiana al ferro, dal legno al corno - e legati alle sue tipologie territoriali, storiche e culturali, i coltelli sardi hanno accompagnato da sempre la vita quotidiana di cacciatori, pastori, intagliatori, agricoltori e anche dei banditi sardi dall’800 fin quasi ai giorni nostri. La tradizione degli “arresojas” si confronta con la produzione artigianale di lame provenienti da molte altre regioni italiane ma anche da civiltà più lontane che le hanno fabbricate per gli stessi usi; si può dire che la storia degli utensili utili e diffusi come il coltello è sempre strettamente intrecciata a quella di un popolo, al suo territorio e alla sua cultura profana e religiosa. Esistono nel mondo molte collezioni di lame e coltelli, di cui alcune saranno in mostra; infatti “Arresojas 2004” si gemellerà con un’importante manifestazione di coltelleria in Corsica (Journées internationales du couteau d’art et de collection...) che parteciperà alla biennale. Insieme ad “Arresojas” si terrà Sa leppa, la lama dei Sardi, dedicata allo spadino, strumento utilizzato dai sardi fino all’800, di cui verranno esposte alcune collezioni. La mostra si terrà in tre edifici, posti nello splendido scenario naturale che circonda, come un grande orto botanico abitato da animali selvatici, le antiche miniere di Montevecchio.

“Arresojas”, biennial of the Sardinian knife to be held in Guspini in the province of Cagliari, intends to revive and hand on a very ancient kind of craftsmanship, that of blades, razors and pocket knives. andmade with materials typical of the island and linked to the territorial, historical and cultural typologies, the Sardinian knives have accompanied the life of hunters, shepherds, farmers and also the Sardinian bandits. The Sardinian tradition confronts itself here with that of Italian regions and foreign countries, for which “Arresojas” 2004 will sign a twinship with a knife sets event in Corsica. Moreover will be held even an exhibition dedicated to “swords”, used by the Sardinians until the 19th century. The exhibition will be held in the splendid natural scenery around Montevecchio’s ancient mines.

71

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Advertisement