Page 20

MUSEI di Maria Concetta Cossa

Nasce a Faenza il Museo Carlo Zauli

L’intervista al figlio dell’artista svela interessanti elementi dell’attività del grande ceramista-scultore e del museo a lui dedicato

È stato inaugurato a Faenza, a fine

maggio del 2002, il museo dedicato a Carlo Zauli, protagonista nel panorama artistico della seconda metà del ’900. Zauli è colui che ha reso la ceramica materia fortemente espressiva: uno tra i pochi ceramisti italiani compiutamente scultori, come dichiara Gillo Dorfles. Nel museo sono raggruppate 120 opere dell’artista, scelte fra quelle più rappresentative della sua intensa e florida carriera quarantennale; molte di esse furono appositamente raccolte e ritirate dal mercato dallo stesso Zauli. Il suo laboratorio “la bottega” in via della Croce è il luogo a cui corrispondono gli spazi del museo; il percorso espositivo si snoda attraverso una quindicina di ambienti -il deposito, i locali destinati all’assemblaggio delle terre, quelli per la cottura e la realizzazione delle opere, lo studio personale ed il giardino- e ripercorre le tappe della produzione artistica di Zauli, dai vasi dei primi anni ’50 fino alle ultime opere scultoree del decennio scorso. Tutto il percorso è contrassegnato da apparati didascalici: dai pannelli alle bellissime immagini in bianco e nero che illustrano momenti diversi del suo lavoro, ai video ed alle immagini delle opere monumentali, presenti in tutto il mondo, proiettate sui muri consumati della sala per la foggiatura. Il viaggio fra le opere di Carlo Zauli non si esaurisce nell’esposizione permanente appena inaugurata, ma prosegue nelle molte opere presenti in città e, volendo, in diverse parti del mondo; ciò che va sottolineato è come il tipo di organizzazione spaziale adottata ripercorra la

26

sequenza delle varie fasi di lavoro, rispetti gli ambienti originari e ne conservi quella certa aria di “operosità” che è funzionale ai successivi sviluppi del progetto; l’apertura del museo è solo quindi un primo passo. Di come prende

origine il Museo Carlo Zauli parliamo con Matteo Zauli che, peraltro, è alla direzione di tale impresa. Si sa che la nascita di un museo è sempre il risultato di un grande lavoro di costruzione storica di un percorso -in questo caso

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Advertisement