Page 39

Nella pagina a fronte, dall’alto: visione dell’allestimento; “Vaso glauco” di Enzo Caruso, maiolica, vincitore del II Premio Regionale Vietri sul Mare. In questa pagina: “Vaso dell’Amor Greco” di Marco Silombria, maiolica e smalti colorati.

quale Alfonso Cassetta in qualche modo “sevizia” l’asino vietrese. Ancora e infine vanno rimarcate le prove di Enzo Caruso e dei Fratelli Liguori, dove non tanto è rilevante la figurazione più o meno grecizzante quanto l’adozione di tecniche sperimentali e tossiche, con smalti al bario, stratigrafie, raku, che rendono l’oggetto ambiguamente attuale, e lo collocano all’intersezione di una

linea diacronica e una sincronica del patrimonio e della ricerca ceramica. Potrei fare molti altri esempi, positivamente notati nelle sezioni di mostra “La lotta greco-romana e Grechesca” della edizione 2001 del Premio “Viaggio attraverso la ceramica di Vietri sul Mare”, tutti più o meno condizionati da una cultura cinematografica, o televisiva , da una nuova

portatrici d’acqua la cui figura “a clessidra” o , per rimanere sul terreno ceramico, “ad anfora”, riferisce della visione delle prime pin-up: e così convivevano inconsapevolmente il popolare tradizionale e il pop , prima che in pittura se ne parlasse. Chi ben declina, aggiornati, quei modelli è un personaggio come Marco Silombria, al quale sul N. 44 di Artigianato Luisa Perlo ha dedicato un altro articolo. Ma la personalità di Silombria è quella di un artista-designer senza complessi di superiorità, e nello stesso tempo con un reale amore per le espressioni della cultura di massa, e così alcune sue grecule o michelangiolesche figure rivelano ore passate a sfogliare i libretti di disegni di Quaintance o di Tom of Finland… E arriviamo al dunque. Da qualche tempo alcuni ceramisti vietresi hanno iniziato a utilizzare spregiudicatamente iconografie della tradizione. Quella esotica: penso a Giancarlo Solimene ed Elvira Peduto con un loro portaombrelli-Fachiro, che coniugava orientalismo, salgariana, e comicità alla Altan, col suo tormentone dell’omino penetrato da un parapioggia. Quella locale: segnalo il priapismo di Franco Raimondi tuttavia sottratto alla replica in stile o a un convenzionale machismo non fosse altro che per l’autodenuncia ironica; oppure la cattiveria, politicamente scorretta, con la

43

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Advertisement