Page 19

MOSTRE di Dora Pisani

Il fascino del Liberty

Progetti e ceramiche di Galileo Chini in mostra al Museo Comunale della Manifattura Chini di Borgo San Lorenzo a Firenze

P

er l’estate 2003 il Museo Comunale della Manifattura Chini di Borgo San Lorenzo (FI) propone una mostra che ha come oggetto una ricca serie (in parte inedita) di ceramiche e relativi bozzetti preparatori di Galileo Chini. Attraverso questi esemplari prende corpo un percorso articolato che evidenzia le tematiche più caratteristiche sviluppate dall’artista fiorentino. La mostra, curata da Gilda Cefariello Grosso e allestita da Vieri Chini nelle monumentali sale di Villa Pecori Giraldi, sede del Museo Comunale della Manifattura Chini, affianca la già ricca collezione di opere ceramiche e vetrarie dei Chini, raccolta nel Museo e attualmente situata nelle sale del primo piano della villa. Nel suo intento, il percorso della mostra vuole cogliere il momento creativo che ha determinato la fortuna di certi soggetti come, ad esempio, la figura femminile, i motivi floreali o i temi tratti dal mondo animale che frequentemente compaiono nel repertorio decorativo di Galileo Chini. Di particolare rilievo sono gli esemplari legati al tema del satiro e della ninfa, riportati sia in un bozzetto di altissimo livello qualitativo che in un piatto della prima fabbrica dei Chini “L’Arte della Ceramica”. Altro soggetto assai caro all’artista è quello dei pesci. Nella mostra vengono proposti due esemplari in maiolica a lustri metallici, ideati a distanza

di un ventennio l’uno dall’altro, che rappresentano differentemente lo spiccato interesse di Galileo Chini per i soggetti naturalistici. Un ricco e selettivo apparato documentario, costituito da riviste, foto d’epoca, bozzetti per manifesti, marchi di fabbrica e altre curiosità, come esemplari di carta intestata e da imballaggio, contribuisce a dare, in certi casi, una nuova luce alla lettura delle

opere dell’artista. La mostra si pone quindi come appuntamento estremamente piacevole e di grande valore non solo per gli esperti, ma anche per un pubblico più vasto che potrà osservare come in Galileo Chini sia costante l’interesse per una profonda e continua riflessione sul significato di trasformazione e sviluppo delle arti applicate italiane.

In alto, da sinistra: piatto con ninfa e satiro, maiolica policroma (1896-98 ca.); piatto con pesci, maiolica policroma a lustri (anni venti), collezione privata. Sopra: piastrella in maiolica policroma, (1903-1904 ca.), collezione privata. A lato: copertina del catalogo della mostra.

La mostra, inaugurata il 6/6/03, resterà aperta fino al 30/9 con il seguente orario: martedì 10-13, venerdì e sabato 15-18, domenica 10-13 e 15-18.

33

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Advertisement