Page 1


sommario 01

EDITORIALE 04 |

2013: provate a prenderci!!!

FLASH.NEWS 06 |

Strategie, tecnologie, eventi e novità da tutti i mercati del printing

SPECIALE 14 |

Carta, web e tablet: cross-media publishing

IP INTRODUCES 19 |

30

Kodak rifocalizzazione strategica sul mercato grafico

PRINTING |production 22 |

Stampa a foglio: soluzioni inkjet e toner per questo 2013

CONSUMABILI |fine paper 28 |

Le performance delle carte native digitali

TECNOLOGIE 30 |

I prodotti e i servizi Ricoh fanno crescere le aziende di stampa

STRATEGIE 33 |

I primi dieci anni di successo di Sprint Solution

STRATEGIE |survey 36 |

SUBLIMAZIONE 42 |

2

Extensis Portfolio: asset e librerie digitali sotto controllo

Tessuti e sublimazione: facilità, semplicità, no panic!

PRESTAMPA 44 |

SOFTWARE 34 |

I protagonisti del printing ai microfoni della Survey di IP

Automazione: lavorare meglio risparmiando

FORMAZIONE 46 |

La formazione professionale grafica sta facendo la propria parte


34 22 inserzionisti

Italia Publisher 230x130

Feria International de Barcelona pag. 35 European Digital Print Association pag. 41 Fotolia IV cover Fujifilm pag. 29 International Paper pag. 16 J-Teck3 pag. 13

pag. 5 pag. 3 pag. 32 pag. 7 III cover pag. 9

10-01-2013

10:33

Poligrafica Publifiere Smartcolor Sun Chemical Group Sunnycom Publishing Vutek

pag. 25, 27 pag. 18 II cover, pag. 1 pag. 17 pag. 48 pag. 11

Pagina 1

CALEIDOS-NEXXUS.IT

Burgo Distribuzione Centrexpo Ceper Edigit International Eurmoma Eurotech

IL MONDO HA BISOGNO DI COMUNICAZIONE. LA COMUNICAZIONE HA BISOGNO DELLA STAMPA. LA STAMPA HA BISOGNO DI GRAFITALIA .

Graphic Arts, Print Media and Communication

line RATI on iz T S I G E PRE-R .grafitalia.b www

Fieramilano Rho - Milano 7-11 maggio 2013 orari apertura: 10-18 ingressi: porta Est, Sud, Ovest In contemporanea con Promossa da: ACIMGA - ASSOGRAFICI Con il supporto di: ARGI - ASSO.IT SIOTEC - XPLOR ITALIA

Organizzata da: CENTREXPO SpA - corso Sempione 4 - 20154 Milano - Italy tel. +39 023191091 - fax +39 02341677 e-mail: centrexpo@centrexpo.it - www.centrexpo.it

www.grafitalia.biz

3


italiapublishers.sunnycom.it

editoriale di Edoardo Decio // edoardo.decio@sunnycom.it

Registrazione: Tribunale di Milano n.74 del 12/2/94 Anno XXV - n° 1 febbraio 2013 Direttore responsabile e creativo: Susanna Bonati - susanna.bonati@sunnycom.it Responsabile marketing e comunicazione: Edoardo Decio - edoardo.decio@sunnycom.it In redazione: Dario Zocco Ramazzo - dario.zocco@sunnycom.it Alexia Rizzi - alexia.rizzi@sunnycom.it Cecilia Cantadore - cecilia.cantadore@sunnycom.it Giannina Airaghi - giannina.airaghi@sunnycom.it Advertising: Deborah Ferrari, Marco Marcuccio, Francesca Tobruk advertising@sunnycom.it Ufficio traffico: Manuela Spatola - advertising@sunnycom.it Hanno collaborato: Giuseppe Bosio, Vainer Gilioli, Tiziano Zanotti Progetto grafico e impaginazione: Stefania Moruzzi - stefania.moruzzi@sunnycom.it

2013: provate a

prenderci!!! Eccoci pronti per questo 2013 che si prospetta pieno di insidie (inutile negarlo) ma anche di grandi opportunità. Con le notizie di chiusura di testate come: Panorama Travel, Casa Viva, Ville & Giardini, Men’s Health e altre meno conosciute, l’anno non inizia certamente bene; anche perché mostra come le portaerei, grosse e stabili, alla fine non reggano alle tempeste di questi cambiamenti. Quello che appare chiaro è che il sistema di distribuzione dell’informazione si è modificato e maggiori sono gli sforzi necessari per arrivare al risultato stabilito. Chi mi conosce personalmente sa che ho un’idea fissa come editore: distribuire in modo corretto al pubblico di lettori (target identificato) un’informazione precisa (il contenuto editoriale). Tutto questo deve portare al giornale un valore che possa essere riconosciuto e apprezzato, sia in termini di autorevolezza sia in termini di risultati economici. Per questo abbiamo iniziato il 2013 con una copertina che possa riassumere il percorso necessario per continuare a crescere e, soprattutto, a focalizzare le forze di ognuno. Cross-media, ecco la risposta che crediamo sia oramai matura. Non solo carta, non solo web, non solo tablet, ma l’uso di tutti questi strumenti in un mix che faccia arrivare al risultato finale: informare il potenziale lettore/acquirente! Questa è la nostra mission! Noi finalmente possiamo dirci pronti per questo obiettivo: ogni testata cartacea ha il proprio sito, ogni testata ha il proprio sfogliabile, ogni testata ha la propria pagina Facebook, l’uso delle newsletter e delle Dem collaudato e le novità non finiranno qui!!! Il 2013 è lungo e ne vedrete delle belle. A qualcuno vorrei dire: provate a prenderci…!!!

4

Stampa: GRAPHICSCALVE - Vilminore di Scalve (BG) Tel +39 0346 580111 Tiratura: 8.000 copie Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio Una copia: euro 5,00 Arretrati: euro 10,00 Abbonamento 10 numeri: euro 50,00 Abbonamento estero 10 numeri: euro 100,00 Ufficio abbonamenti: tel. 02.48.51.62.07 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati a mezzo: . on-line con carta di credito su abbonamenti.sunnycom.it . CCP n° 31.993.207 intestato a sunnycom publishing srl - Milano sunnycom publishing srl direzione, redazione e amministrazione: via stromboli, 18 - 20144 milano tel. +39-02.48.51.62.07 fax +39-02.43.40.05.09 ASSOCIATO A:

Cercaci su facebook! Alla voce Italia Publishers!

Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso ci-tando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: sunnycom publishing srl - via stromboli 18 - 20144 milano (mi). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in abbonamento a titolo oneroso Il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso secondo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’ufficio abbonamenti.


5


FLASH | news

tutte le notizie ogni giorno su

a cura della redazione | redazione@italiapublishers.com

italiapublishers.sunnycom.it

Nuovo corso per Kodak!

Epson Surecolor Sc-s 50600.

La sostenibilità Epson premiata da Valpak Antonio M. Perez, Ceo di Kodak.

La recente vendita di circa 1.100 brevetti legati al digital imaging ha avuto un valore strategico fondamentale per Kodak e il suo futuro. A sottolinearlo, durante l’annuncio ufficiale dello scorso dicembre, è stato Antonio M. Perez, Ceo di Kodak: “Questa monetizzazione dei brevetti è un altro passo verso una nuova fase di crescita e consolidamento, ci prepariamo ad essere nuovamente una società solida e sostenibile”. La vendita dei brevetti Kodak è passata attraverso Intellectual Ventures e Rpx, ed era stata annunciata lo scorso dicembre con un prezzo di vendita pari a 525 milioni di dollari. L’acquisto dei brevetti è avvenuto da parte del consorzio che comprende molte delle più grandi aziende del mondo della tecnologia, tra cui: Apple, Google, Facebook, Samsung, Rim, Adobe, Htc, Fujifilm, Huawei, Amazon, Shutterfly e Microsoft. www.kodak.it

A Barcellona vi attende Graphispag.digital

Una foto della scorsa edizione di Graphispag.digital.

6

La fiera spagnola dedicata alle tecnologie della stampa digitale, Graphispag.digital 2013, si svolgerà presso la Fira de Barcelona dal 17 al 20 aprile. In contemporanea si svolgeranno anche: Image&Print World Barcelona Congress e Sonimagfoto&Multimedia. Nel primo caso si tratta di un grande congresso focalizzato sui trend che guidano l’innovazione nel mercato della stampa digitale; nel secondo caso, invece, si tratta di un evento pensato per gli amatori della fotografia e del digital imaging quale complemento alla stampa. www.graphispag-digital.com

Epson Telford è l’azienda inglese responsabile della produzione delle cartucce di inchiostro destinate al mercato europeo. Come unico e solo produttore di cartucce firmate Epson presente in Europa, l’azienda si distingue per la reputazione e forte impegno in materia di recupero e riciclo attraverso il proprio stabilimento localizzato a Shropshire. Per questa ragione, Epson Telford è stata insignita del primo Zero Waste to Landfill Award dalla società Valpak, specializzata in attività di gestione ambientale e dei materiali di scarto. Valpak ha riconosciuto in Epson la capacità di diventare ambasciatrice per i processi di riciclo e pratiche sostenibili per il futuro. www.epson.it

Nuovo vertice commerciale per Bompan A Dario Rampinelli, volto noto all’industria della stampa digitale di grande formato, dallo spiccato senso manageriale e importante expertise tecnico, fanno capo le tre business unit aziendali Bompan: Sign Graphics, Industrial Products e Textiles & Apparel. www.bompan.it

Dario Rampinelli, Direttore Commerciale di Bompan


italiapublishers.sunnycom.it

FLASH | news

Calendario speciale per 10 anni di J-Teck3 Per questo 2013, J-Teck3 presenta il suo calendario da tavolo dedicato alla celebrazione del proprio decimo anniversario di presenza sul mercato e intitolato “The True Story”. Il calendario J-Teck3 racconta la storia della società specializzata in inchiostri per la stampa digitale tessile e le tappe più importanti della sua crescita collegata alla storia dell’uomo, qui rappresentato dal geco, la mascotte J-Teck3, testimonial d’eccezione! Un calendario che riflette sorriso e ottimismo da sempre nello spirito dell’azienda. www.j-teck3.com

Il calendario da tavolo 2013 di J-Teck3 intitolato “The True Story”.

Gli Uv Ink di Efi sono da record!

L’azienda di Foster City ha annunciato al termine del 2012 di aver raggiunto un record di vendite assoluto per i suoi inchiostri Uv-curable. “Abbiamo registrato in 11 mesi la vendita di un milione di litri d’inchiostro – ha commentato Scott Schinlever, Senior Vice President and General Manager of inkjet solutions di Efi – Il raggiungimento di questo traguardo dimostra anche la capacità di Efi di produrre inchiostri di alta qualità formulati appositamente per sistemi di stampa wide format in grado di soddisfare al meglio la domanda di mercato. Abbiamo registrato per 12 quadrimestri consecutivi, anno su anno, una crescia dei volumi di inchiostro Uv pari al 20%. Questo dimostra che grazie alle nostre tecnologie i nostri clienti hanno verificato un incremento del loro business”. www.efi.com

Nuovi plug-in per Canto

I plug-in di Heymann Consulting.

La software house Canto, specializzata nella creazione di Dam (Digital Asset Management) ha annunciato che il suo partner tecnologico Heymann Consulting ha sviluppato una nuova interessante serie di componenti aggiuntive (o Add-on) per la piattaforma Canto Cumulus. www.canto.com


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Seconda stagione per Fotolia Ten Collection

Annunciato il “Season 2” per il contest Fotolia Ten Collection che dallo scorso 10 gennaio ha visto pubblicato gratuitamente il primo dei dieci file digitali firmati da 10 artisti di fama internazionale. A contraddistinguere questa seconda stagione Fotolia sono 2 artisti finali segreti! Per inaugurare al meglio la Season 2, Fotolia ha offerto l’opera a tema “Al lavoro” dell’artista digitale argentino Gustavo Brigante. tenbyfotolia.com

La nuova Epson Surepress L-4033aw.

Nuova partnership nel mondo delle etichette digitali Esko ha annunciato il raggiungimento di un accordo Oem con Epson per la fornitura di un Digital Front-End appositamente creato per l’impiego ottimale con le macchine da produzione digitale per etichette Epson Surepress L-4033a e L-4033aw, quest’ultima dotata di inchiostro bianco. www.esko.com

Fotolia Ten Collection Season 2, Opera “Al lavoro” di Gustavo Brigante.

Getty e il marketing

Il team di Difol con Daniele Faoro, Sales Director Eme di Guandong.

Yvonne Chien è recentemente stata nominata nuovo Senior Vice President, Marketing di Getty Images. Nella nuova mansione Yvonne ha il compito di seguire l’organizzazione marketing globale, il portafoglio dei brand Getty Images (inclusi iStockphoto e Thinkstock), oltre al coordinamento di tutti i canali marketing e le discipline funzionali per l’azienda. www.gettyimages.it

Guandong si estende nei Balcani

Guandong ha annunciato un accordo di distribuzione esclusiva per i suoi materiali e prodotti con Difol, fornitore di materiali e sistemi di stampa nell’area dei Balcani. Grazie all’accordo siglato, Difol assume il ruolo di distributore esclusivo per il territorio serbo dei supporti a marchio Guandong, rafforzando ed estendendone la presenza nell’area. “Dal mio arrivo in Guandong mi sono sempre occupato dei Paesi dell’Est Europa, dove abbiamo riscontrato un grande interesse per il nostro business model, instaurando negli anni diverse partnership di successo con distributori locali”, ha commentato Daniele Faoro Sales Director Eme di Guandong. www.guandong.eu

Innovazione Ricoh

Un maxischermo Ricoh a drupa.

8

Yvonne Chien, Senior Vice President, Marketing di Getty Images.

La classifica Thomson Reuters Global Innovators 2012 include le 100 aziende e istituzioni su scala mondiale che rappresentano “il cuore dell’innovazione”. La classifica esposta vede Ricoh protagonista nel mondo. Yutaka Ebi, Corporate Vice President di Ricoh e General Manager della Legal & Intellectual Property Division ha commentato: “Il Gruppo Ricoh sviluppa tecnologie innovative per la realizzazione di uffici moderni e per garantire valore aggiunto ai clienti”. www.ricoh.it


POP UP

UP

FLASH | news

ROLL

italiapublishers.sunnycom.it

La grafica dell’Innovation Day 2013.

Armonia e innovazione nel colore

A BOARD

Il 29 gennaio scorso, presso la Scuola Grafica Salesiana Don Bosco di via Tonale 19 a Milano, si è svolta l’edizione 2013 di Innovation Day. All’evento hanno partecipato gli specialisti del colore, della stampa digitale e tradizionale di Color Consulting, X-rite ed Esko. www.colorconsulting.it

Più optional al W2P di Pixartprinting Le aziende che scelgono il servizio di Web-to-Print di Pixartprinting sanno di poter contare sull’ottimo sistema di controllo standard automatico del file di stampa, un servizio gratuito a cui si aggiunge il nuovo servizio opzionale “controllo file con operatore”. www.pixartprinting.it Il reparto di prestampa di Pixartprinting.

LETʼS

FLAG SYSTEM

DISPLAY Manel Martinez e Arzu Ilhan Babaoglu di HP Graphics Solutions Business.

Il successo di HP nelle arti grafiche

M A IN D E

R

Presto online sul nostro nuovo webmagazine l’intervista esclusiva a Manel Martinez e Arzu Ilhan Babaoglu, di HP Graphics Solutions Business, che ci hanno illustrato i risultati e le proiezioni future dell’offerta HP nel mercato di grafica, signage e stampa inkjet industriale. www.hp.com

WWW.EUROTECH-ITALIA.IT

Via Ciro Amedeo Moriconi n°6 60035 Jesi (AN) ITALY PAPER Tel. +39 0731 60195 Fax + 39 07319 605083


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Korte entra in Esko

Christian Korte, Senior Vice President Sales di Esko.

Esko ha designato e nominato Christian Korte quale nuovo Senior Vice President Sales dell’azienda. Nel suo ruolo Christian ha il compito di supervisionare le attività di vendita, marketing e servizi di Esko nel mondo. A queste attività si aggiungono le mission di estendere e raggiungere nuovi segmenti e i mercati più prossimi alla attuale base di clienti. www.esko.com HP a Heimtextil con lounge area firmata Karim Rashid.

Wallpaper “d’autore” se c’è HP

Quadricanvas è online

La stampa su tela canvas ecocompatibile o Quadricanvas di Grafiche Nardin ha un nuovo Web-to-Print. Quest’ultimo è stato creato e implementato dalla software house Edigit. Grazie all’elevata personalizzazione della sua piattaforma W2P e alla forte propensione al social marketing del titolare Marco Nardin, il giro d’affari aziendale è già aumentato. www.edigit.eu

L’e-commerce di Quadricanvas.

Oltre all’esclusiva soluzione di stampa digitale per rivestimenti murali HP Solution Wallart, la presenza di HP alla fiera Heimtextil è stata impreziosita dalla collaborazione con il designer di fama mondiale Karim Rashid. A Karim è stata commissionata la progettazione della “lounge area” dello stand con una grande varietà di disegni stampati con le tecnologie HP. Un tripudio di emozioni tessili e colori che hanno esaltato visitatori e specialisti dell’interior design. www.hp.com

Assocarta: risultati di fine 2012

L’ultima indagine della Filiera Carta e Grafica diffusa attraverso Assografici ha evidenziato che le imprese del settore cartotecnico trasformatore nel quarto trimestre 2012, in confronto con il terzo trimestre, per 52% dei rispondenti, ha evidenziato una stabilità del fatturato interno. Rispetto al fatturato e ordini esteri, sono prevalsi i giudizi di stabilità con un pieno 50%. www.assocarta.it

I risultati di un recente studio Idc

Una stampante multifunzione Oki.

10

“Valutazione degli investimenti delle PMI per una stampa più intelligente” è l’ultimo White Paper di Idc, sponsorizzato da Oki Europe. Dallo studio emerge che, al fine di gestire le informazioni più facilmente, le aziende stampano più copie a colori rispetto a quanto strettamente necessario. www.oki.it

Carte Favini Crush.

Magia e “Crush” Favini a Paperworld

Favini ha partecipato all’edizione 2013 di Paperworld di Francoforte, presentando le sue ultime esclusive carte della gamma Crush, Majestic e The Tube. Prodotta con gli scarti di lavorazione agro-industriale, Crush è la carta ecologica più innovativa nel su segmento e sorprende sia al tatto sia per la ricchezza di tonalità uniche ispirate dalla natura. Favini Majestic, invece, raccoglie la brillantezza delle colorazioni metalliche e si arricchisce delle nuove tinte satinate, vibranti ma discrete nella loro concretezza. Infine, The Tube è una carta Favini dal piacevole effetto tattile, morbido, ed è disponibile in tre varianti appositamente create: Sage, un verde salvia sofisticato, Graphite, dal grigio argenteo pieno, e Marrone, dalla calda tonalita cacao. www.favini.com


italiapublishers.sunnycom.it

FLASH | news

Fujifilm: nuovi fondi per WaterAid!

Fujifilm Brillia Hd Pro-t3.

Fujifilm Europe, grazie alla forte vendita delle lastre processless Brillia Hd Pro-t3, ha esteso di 16.077 euro la donazione all’ente non governativo WaterAid, che si occupa di portare acqua potabile e assistenza sanitaria alle popolazioni più povere nel mondo. www.fujifilm.it

VOGLIO PASSARE AI GRANDI FORMATI? CERTO.

HO TROVATO IL PARTNER GIUSTO?

Novità Isoframeview

Mark Bric Isoframeview.

Cambiare le regole del mercato del visual è la mission del nuovo sistema espositivo Isoframeview, brevettato dall’azienda svedese Mark Bric e disponibile in Italia in esclusiva da Eurmoma. Isoframeview nasce per estendere e incorporare in un unica soluzione funzionalità e vantaggi di pop up, display e roll up. www.eurmoma.it

EFI R3225 STAMPANTE PER GRANDI FORMATI

Pronti ad acquisire applicazioni di cartellonistica di fascia alta? Avete bisogno di capacità aggiuntive per lavori specialistici e in eccesso? La stampante roll-to-roll agli UV da 3,2 metri EFI™R3225 è la soluzione ideale per voi. Questo dispositivo garantisce una qualità di immagine quasi fotografica a velocità di produzione. Ed è in grado di stampare su una più vasta gamma di substrati flessibili e meno costosi, consumando meno inchiostro ed energia per un costo di gestione totale. Aumentate il vostro potenziale di profitto con la R3225.

La nuova home page di Centro Stampa Digitalprint.

Centro Stampa Digitalprint vi parla! Il Web-to-Print di Centro Stampa Digitalprint è in costante crescita e con il lancio del nuovo e-commerce è stato pubblicato anche un video introduttivo a cura di Quinto Protti, Titolare dell’azienda romagnola. Un modo diretto e chiaro per consentirvi in poco più di 2 minuti di scoprire un mondo di servizi di stampa, possibilità di finitura avanzate, tempi di consegna ottimizzati sulle vostre esigenze e l’opportunità di creare applicazioni sempre differenti, on-demand e non standardizzate. www.digitalprintrimini.com

Chiamate, fate clic o acquisite il codice per ulteriori informazioni. wideformat.efi.com/DefinitelyWide20. +44 1246 298000 ©2013 EFI. Tutti i diritti riservati.


FLASH | pte news

italiapublishers.sunnycom.it

Personalizzazione firmata Del Conte Del Conte, azienda che fornisce attrezzature e prodotti per la pubblicità interna ed esterna, era presente a Pte con soluzioni per la stampa sia digitale sia serigrafica per la personalizzazione, i materiali, i software e le attrezzature per la finitura di un’ampia gamma di applicazioni promozionali. www.delcontesrl.com

Scopri il “2mila13” by Eurotech Già online in versione pdf, il nuovo “Catalogo Espositori 2mila13” consente di scoprire attraverso immagini e dettagli tecnici gli espositori forniti da Eurotech. Il catalogo comprende roll up, pop up, twin screen bifacciali oltre ai nuovi espositori per tessuti, eleganti e completi di tutto l’occorrente per l’installazione e il trasporto. www.eurotech-italia.it Alcuni espositori firmati Eurotech e il materiale ideale complementare.

Mimaki Ujf-6042, flatbed Uv Led nel formato A2.

Bompan al Promotion Trade Exhibition

Protagoniste dello stand Bompan al Promotion Trade Exhibition sono state le stampanti flatbed Uv-Led da tavolo Mimaki Ujf-3042hg, e Ujf-3042fx per stampa diretta di altissima qualità, e Mimaki Ujf-6042, presentata in anteprima in fiera. Affidabili, facili da usare, accessibili ed ecologiche, le due Mimaki della serie Ujf possono montare e gestire in contemporanea tre differenti inchiostri a seconda delle caratteristiche del supporto da stampare e delle lavorazioni successive. www.bompan.it

farestampare.it

Il nuovo concept di soluzioni inkjet Smartcolor per la personalizzazione.

Smartcolor, smart&cheap!

Dopo averci regalato la fiaba del vecchio plotter che rinasce a nuova vita, Smartcolor continua a farci sognare. Cosa estrarrà Davide Catalano dal suo vulcanico “cilindro”? Un’anticipazione arriva dallo stand dell’azienda a Pte, dove era esposto un nuovo concept di plotter inkjet entry-level con una modularità senza precedenti. Ogni componente è assolutamente modulare: è possibile sostituire il motore di stampa mantenendo piano e accessori, per un risparmio straordinario. www.smartcolor.it

12

Sono sempre più mirati gli strumenti che Roland mette a disposizione della popolosissima community degli Artigiani Tecnologici. Il nuovo portale farestampare.it non solo mette in vetrina l’eccellenza dei lavori degli utenti Roland, ma li classifica in modo che possano raggiungere in modo efficace una platea vasta di contatti mirati. www.farestampare.it La stampa con toner bianco offre accattivanti possibilità di personalizzazione.

La homepage di farestampare.it.

Promozioni in “white”

Shockline ha dedicato ai visitatori di Pte una doppia super offerta tutta declinata alla personalizzazione in “bianco”. Consisteva infatti in un risparmio di ben 400 euro sull’acquisto della stampante Oki con toner bianco e sullo sconto del 30% sul Kit White, che comprende corso kit4com in white, carte transfer e accessori per il toner bianco. www.shockline.it


cross-media

CARTA, WEB E TABLET: CROSS-MEDIA PUBLISHING

La pubblicazione dei contenuti aziendali ed editoriali è in evoluzione, le software house hanno le soluzioni su misura per dare, non una, ma molteplici vite su più supporti e dispositivi. di Dario Zocco Ramazzo // dario.zocco@sunnycom.it

Dalla carta al file, dal Pdf al web fino allo sfogliabile digitale, dal web al tablet quindi le app su tablet… l’informazione quotidiana o periodica, così come i contenuti aziendali – ci riferiamo a manuali, cataloghi e non solo – sono in costante trasformazione, diventano aggiornabili e fruibili ovunque dai clienti e lettori interessati. La strada che l’informazione compie potrebbe essere ancora più articolata in un prossimo futuro e, per questo, abbiamo scelto di parlarvi delle piattaforme software che consentono di digitalizzare l’informazione e trasformarla nelle forme che ci consentono di arrivare al canale più confacente. Strumenti che, quanto il contenuto esposto nelle sue varie forme tangibili (carta) o digitali, hanno un costo per chi le produce e un valore per le aziende che le vendono. Catalogo e rivista cartacea sono composti da più elementi, un sito web può avere i medesimi più altri dedicati, ogni contenuto necessita di adattamenti specifici… facciamo luce sul cross-media publishing.

14


cross-media

Lingue e business

Le piattaforme di cross-media publishing prevedono la funzionalità di trasposizione e reimpaginazione automatica di testi in multilingua, il servizio può essere già incluso o previsto come optional. Le traduzioni possono avvenire internamente o tramite ageniza esterna. In caso di intervento da parte di personale esterno all’azienda sono fornite le credenziali di accesso al sistema di cross-media publishing. Questo garantisce all’azienda o all’editore di ottimizzare ulteriormente i tempi di pubblicazione ed estendere la sua presenza a livello internazionale in tutta sicurezza.

Uno screenshot della Content Station di Woodwing Enterprise 8 e una app per Ipad realizzata grazie agli Smart Tools di Woodwing per Indesign.

ESSERE CROSSMEDIALI

Quando si parla di comunicazione multimediale, multi-canale, cross-media o crossmedialità, si fa riferimento sempre allo stesso concetto: la possibilità di creare “un ponte” capace di avvicinare, dispiegare, più mezzi di comunicazione mettendoli in relazione grazie a software e piattaforme digitali. Il contenuto ha un ruolo centrale e le sue componenti (testi, immagini, video, audio, altro) devono poter essere adattare senza intoppi o rallentamenti produttivi, verso i giusti canali. Di conseguenza, la selezione del sistema digitale che porta l’azienda alla reale crossmedialità (carta, web, tablet, ecc.) deve essere oggetto di una scelta precisa. L’analisi deve partire dalla considerazione dell’attuale insieme di pubblicazioni e software disponibili in casa, quali canali sono attualmente raggiunti dall’azienda e, quindi, i nuovi media da affrontare. Capire le peculiarità della carta e del web, tenendo monitorata la velocità di fruizione del media e l’avvento dei tablet e relative app.

IL GIUSTO APPROCCIO

Un approccio strategico al cross-media publishing aiuta a sfruttare al meglio tutti i canali di

comunicazione oggi disponibili verso i propri clienti o lettori, creare una sola volta il contenuto, differenziandolo automaticamente secondo le reali esigenze di ciascun canale, oltre che a eliminare il costante intervento tecnico di riproposizione e adattamento del contenuto tramite automatismi e standardizzazione. L’integrazione di un sistema di cross-media publishing risolve piccole e grandi criticità che le aziende possono incontrare sul loro percorso, compresi rifacimenti e costi indesiderati che rischiano di moltiplicarsi a catena su ogni media. Il giusto approccio alla crossmedialità porta vantaggi evidenti che sono ulteriormente amplificati se a monte c’è un flusso di lavoro studiato ad hoc. Il flusso deve tener conto delle variabili reali: prodotto commissionato, esigenze dell’editore o dell’azienda, del designer e dell’amministratore preposto al controllo. Il giusto approccio alla multimedialità deve, e è fondamentale, tenere conto del lettore o destinatario del proprio prodotto. Quanti sono gli attuali destinatari del proprio contenuto? I lettori sono disposti all’acquisto di contenuti in versione digitale parallelamente o al posto alla carta; il manuale o il catalogo aziendale possono vivere solo in ver-

sione digitale o serve anche la copia cartacea? Nel caso di pubblicazione verso dispositivi mobili, come i tablet di vari produttori, è da tenere ben presente che i sistemi operativi e i negozi digitali di app sono differenti tra loro, il costo cambia da produttore a produttore così come le politiche di gestione.

UNA FONTE, PIÙ MEDIA

Valutati i media che intendete raggiungere è bene conoscere, soprattutto per quelli digitali, quanti linguaggi e formati (del file) che la piattaforma di cross-media dovrà gestire appieno. La considerazione può essere legata, o meno, ai software che già avete in casa, sia per la composizione dei documenti di testo (per esempio Word o Incopy) sia degli impaginati (per esempio: Quarkxpress o Indesign) e quali file, in uscita, possono generare. Ad aiutare ulteriormente le aziende che passano a un sistema di cross-media publishing, sono i sistemi di gestione degli asset, cioè quei software preposti alla catalogazione delle vostre librerie di contenuti: foto, video, e altro. La catalogazione avviene tramite parole chiave (o tag) e speciali ac-

15


DTP INTEGRATION

1 !

2

3 1. Censhare si integra con il software di impaginazione. 2. Kea Argo è pensato per una completa gestione del contenuto e la sua proposizione multicanale. 3. Easy Newsstand di Imotion per la personalizzazione, controllo e pubblicazione delle riviste digitali tramite app.

corgimenti tecnici per rendere ogni file disponibile all’istante. Alcune software house specializzate nella fornitura di applicativi per il cross-media publishing, così come i loro partner e rivenditori, offrono consulenza e software dedicati per la gestione delle librerie digitali (si chiamano Dam o Digital Asset Management). Il software di cross-media prevede la gestione centralizzata (tramite server) di tutti i file destinati alla pubblicazione e delle funzionalità base di un Dam che potrebbero bastare per una piccola casa editrice ma, forse, non essere sufficienti per una grande azienda o editore. Anche in questo caso, valutate che tipologia di Dam avete in azienda, o potreste introdurre. Sul mercato troviamo: Canto Cumulus, Elvis Dam di Dutchsoftware (quest’ultima acquisita dalla software house Woodwing lo scorso ottobre 2012), oppure Portfolio di Extensis o Synergy di Celum. Gli applicativi Dam possono, o meno, essere pensati anche per la gestione dei contenuti in chiave multimediale e già integrati o integrabili con la piattaforma di cross-media.

VERSO L’APP E OLTRE

Oggetto di grande interesse da parte degli editori e delle aziende è la rapida diffusione di tablet e la possibilità di realizzare applicazioni (nel gergo comune app) che consentono di visualizzare, attraverso i differenti sistemi operativi, il contenuto in versione digitale. L’app è l’elemento base che permette la riproposizione della versione cartacea di quotidiani o periodici (ad esempio tramite Pdf), oppure, è studiata appositamente per essere un nuovo media al 100% che va ben oltre

16


PUBLISHING-ON-DEMAND

Censhare e il publishing è 100% on-demand

La piattaforma di cross-media publishing Censhare è pronta a tutte le sfide che aziende ed editori vogliono affrontare per un dinamismo reale nella proposizione dei loro contenuti. Censhare 4 è disponibile nel nostro paese dal 2011 tramite Longo Group, Responsabile per il Nord Italia in qualità di Premium Business Partner di Censhare. La soluzione è dotata di un Media Asset Management a disposizione del team di lavoro dell’azienda e dispone di numerosi strumenti di automatizzazione del flusso operativo. L’editor è integrato e il supporto bidirezionale a Quarkxpress, Incopy, Indesign, Framemaker avviene tramite plug-in. Censhare è già stato scelto da aziende del calibro di Siemens, Bmw, Fujitsu e altre ancora.

www.censhare.com

l’impaginato di derivazione cartacea. Un adattamento del contenuto necessario per una migliore esperienza di lettura su display sensibili al tocco (video, gallerie fotografiche, link, ecc.). Entrano in gioco valutazioni relative ai costi delle licenze necessarie (per sviluppatori) alla pubblicazione sui negozi digitali di Apple, Google, Amazon, Microsoft e non solo. Sono da valutare molto attentamente, i costi di pubblicazione e aggiornamento dell’app su base quotidiana, mesile o annuale, verso i negozi digitali desiderati e supportati dal sistema di crossmedia publishing.

LE SOFTWARE HOUSE ITALIANE

Tra le software house italiane specializzate in cross-media publishing, segnaliamo: Kea, Omega Software, Tell e Imotion. Kea propone Argo, software di Content Management e gestione collaborativa dei contenuti multilingua, versioni e revisioni di manuali di istruzioni d’uso secondo Direttiva Macchine 2006/42/Ce e non solo. Omega Software, invece, offre la piattaforma D-one rivolta alle aziende che producono e distribuiscono sia prodotti standard sia su commessa con l’esigenza di automatizzare e integrare i processi di produzione, aggiornamento e pubblicazione della documentazione tecnica. La giovane software house Imago, invece ha sviluppato Easy Newsstand per la pubblicazione di app per riviste digitali con gestione abbonamenti e non solo. Segnaliamo anche Tell, la software house italiana fornitrice di soluzioni software e consulenza di alto profilo e Partner Tecnologico di Woodwing… Torneremo presto a parlarvi di cross-media, rimanete sintonizzati!

Chi può disporre di una gamma completa di inchiostri di qualità per tutte le applicazioni wide format?

Tu con Streamline®

working for you. www.sunchemical.com/streamline


22-25 marzo 2013 Fiera Milano City

www.photoshow.it

Organizzato da: Publifiere Srl - Segreteria Operativa Tel +39 0545 23107 - Fax +39 0545 31346 - bruna@publifiere.it

NATI CON UN OBIETTIVO


introduces Kodak Spa, viale Matteotti 62 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel +39 02.660281 www.kodak.it

STRATEGIE AZIENDALI

Kodak, azienda che basa il proprio expertise sull’innovazione tecnologica in ambito di digital imaging e “deposition processes”, fornisce prodotti e servizi per i segmenti commerciale, packaging ed enterprise. La gamma di prodotti Kodak coniuga tecnologie digitali e tradizionali orientate all’ottimizzazione dei processi produttivi. Kodak intende porsi come il miglior business partner per i propri clienti.

KODAK, RIFOCALIZZAZIONE STRATEGICA SUL MERCATO GRAFICO “Commercial Imaging” è insieme parola d’ordine e comune denominatore delle scelte strategiche di quella che possiamo definire la “Nuova Kodak”. L’azienda di Rochester, che sta definendo il piano industriale per emergere da Chapter 11 e che di recente ha migliorato la propria posizione finanziaria grazie alla cessione di quei brevetti che esulavano dal suo core business ridefinito, ha aperto il 2013 con una pragmatica rifocalizzazione sul mercato delle arti grafiche. “Kodak si prepara ad affrontare al meglio le sfide del terzo millennio, forte della sua esperienza che le permette di offrire tecnologie sempre all’avanguardia. Tra i 9.600 brevetti di cui ha mantenuto la proprietà intellettuale sono inclusi quelli relativi alle tecnologie legate ai segmenti che Kodak ha scelto per il proprio futuro: stampa commerciale publishing, transazionale e imballaggio – ha spiegato Alfredo Lorenzini, Marketing Manager Consumer & Commercial Kodak Med Cluster di Kodak – “Kodak è ora focalizzata sul rafforzamento della propria attività commerciale nel settore delle arti grafiche per il quale può vantare significativi vantaggi competitivi dati dal portafoglio completo di soluzioni, che danno spazio a forti prospettive di crescita”.

19


Il sistema di stampa digitale Kodak Prosper in funzione sotto i riflettori dello stand Kodak alla scorsa edizione di drupa.

identity card Settore di applicazione: Stampa commerciale. Soluzioni: CtP, workflow, consumabili, sviluppatrici, prove colore, tecnologia di stampa elettrofotografica b/n e a colori e tecnologia di stampa inkjet. Settore di applicazione: Packaging Soluzioni: per offset e flexo. Settore di applicazione: Quotidiani Soluzioni: CtP, sviluppatrici, consumabili e tecnologia di stampa inkjet. Settore di applicazione: Libri Soluzioni: CtP, workflow, consumabili, sviluppatrici, prove colore, tecnologia di stampa elettrofotografica b/n e a colori e tecnologia di stampa inkjet. Settore di applicazione: Stampa Transazionale Soluzioni: Tecnologia di stampa elettrofotografica b/n e a colori e tecnologia di stampa inkjet.

20

UN’OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI DESTINATI AL MERCATO DELLE ARTI GRAFICHE La rifocalizzazione di Kodak vede l’individuazione di quattro settori di competenza che coinvolgono trasversalmente l’intero portafoglio di soluzioni proposte dall’azienda: Flusso di lavoro, Commercial-Transactional, Publishing e Packaging. Intorno a queste aree si articola un’offerta completa che combina tecnologie tradizionali con quelle digitali e servizi destinati a soddisfare le esigenze attuali e future delle aziende di stampa. Partendo dalla prestampa troviamo i Ctp con il modello di grande formatoTrendsetter 1600 per lastre digitali, che consente l’utilizzo del retino Kodak SquareSpot. Per quanto riguarda le lastre, i prodotti di punta di casa Kodak sono Sonora, senza sviluppo, dunque più sostenibili in quanto non richiedono chimici e costi per attrezzature aggiuntive, e le efficienti e produttive Trillian. Sempre restando in ambito pre-press oltre alle già note soluzioni per il proofing, Kodak offre il software Intelligent Prepress Manager 2.0 per il monitoraggio, anche via mobile, della linea di produzione di lastre. La nuova versione di Kodak Insite Prepress Portal System consente l’accesso sicuro via web anche da tablet, al flusso di lavoro consentendo agli utenti di inoltrare lavori di stampa, seguirne la tracciatura, condividere informazioni, effettuare modifiche e verificare e approvare le prove di stampa. Questi software completano la soluzione per il flusso di lavoro Kodak Prinergy, giunta alla versione 6, e progettata per aiutare gli stampatori commerciali a incrementare la redditività automatizzando la pianificazione della produzione e la gestione delle risorse, semplificando i processi produttivi in ambienti di stampa ibrida e digitale.


1

3

2

4

5

1. Il sistema di stampa a getto di inchiostro Kodak Versamark VL 4200 ideale per la stampa di quotidiani. 2. Il sistema di stampa Kodak NexPress 3900. 3. Le teste di stampa Kodak Prosper per la sovrastampa a getto di inchiostro su lavori prodotti in offset. 4. L’effetto perlescente ottenibile grazie all’impiego della quinta stazione di Kodak NexPress che può ospitare dry ink destinati alla nobilitazione digitale in linea. 5. Una schermata del flusso di lavoro Kodak Prinergy.

LE SOLUZIONI KODAK PER LA STAMPA DIGITALE Per approfondire le soluzioni di stampa digitale attualmente presenti nel portafoglio Kodak, cominciamo dall’ammiraglia della serie Prosper: presentata alla scorsa drupa, Kodak Prosper 6000XL a quattro colori e a 305 mpm, offre un volume di stampa mensile di 160 milioni di pagine in formato A4. Progettato per la stampa commerciale, editoriale e per il direct mail, il sistema Prosper 6000XL stampa a un massimo di 175 lpi a 198 mpm o 133 lpi a 305 mpm. I sistemi Prosper possono essere dotati dell’unità Kodak Prosper Image Optimizer Station e dell’Optimizer Agent. Queste unità offrono agli utenti un alto livello di flessibilità in termini di utilizzo dei supporti cartacei e costi ridotti grazie alla possibilità di utilizzare un’ampia gamma di carte patinate, uso mano e lucide disponibili in commercio di grammatura tra 45 g/m2 e 300 g/m2. Sempre della Serie Prosper le teste di stampa Imprinting Systems S5, S10, S10 Cmyk, S20, S20 Cmyk e S30, sono destinate ad applicazioni di stampa ibrida: consentono infatti la sovrastampa di lavori stampati in offset offrendo diverse velocità (fino a 3000 mpm) e risoluzioni, per un elevato livello di personalizzazione. Restando in ambito di soluzioni a getto di inchiostro, la soluzione di casa Kodak per la stampa digitale di quotidiani si riconferma Versamark VL 4200. Le ultime novità Kodak NexPress, oltre alla versione SX con uscita foglio da 914 mm per una gamma più ampia di applicazioni, riguardano le possibilità di nobilitazione in linea, grazie alla quinta stazione che può erogare il Gold Dry Ink, i colori perlescenti e neon, per stampati con grafiche ad alto impatto visivo, o il pluripremiato Red Fluorescing Dry Ink Solution progettato per applicazioni di stampa di sicurezza.

I SETTORI APPLICATIVI DI COMPETENZA DI KODAK

I settori di interesse di Kodak sono descritti e illustrati in modo dettagliato sul sito http://www.kodakworldb2b.it

21


PRINTING | production di Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it

STAMPA A FOGLIO: soluzioni inkjet e toner per questo 2013

Un dettaglio di Qpress presentata in anteprima a drupa.

La rivoluzione inkjet ha incontrato il 50x70, mentre toner ed electroink continuano la loro costante evoluzione e trasformazione. Scopriamo quali sono le soluzioni presenti o che presto arriveranno anche in Italia per l'industria della stampa digitale.

L

a moltitudine di novità tecnologiche per la stampa a foglio che ha contraddistinto in chiave digitale e -soprattutto inkjet – la passata edizione di drupa, sarà mostrata il prossimo maggio, anche nel nostro Paese durante Grafitalia. Gli imprenditori italiani che non hanno già investito sulle nuove tecnologie digitali a drupa (firmate da Ricoh, HP, Fujifilm, Konica Minolta, Agfa Graphics – Mgi, Oki, e non solo), attendono pazientemente la fiera italiana per metter mano al portafoglio. Il lasso di tempo che ci separa dalla fiera milanese e dal mese di maggio è ampio e ci consente da subito, e sui prossimi numeri, di parlarvi nel dettaglio delle nuove macchine da stampa digitali disponibili sul mercato. Tutti i player del settore hanno scelto di spingere sull'acceleratore della ricerca e sviluppo per differenziare l'offerta di macchine da stampa a foglio su più livelli. Le evoluzioni riguardano in particolare sia i motori di stampa sia il range di macchine disponibili in rapporto alle pagine al minuto prodotte in modalità full color. Rin-

22

novati anche i consumabili che diventano più sostenibili e certificati secondo le normative vigenti per consentire la produzione di supporti cartacei (di cui vi parliamo in questo numero) destinati anche alla deinchiostrazione o, persino per il contatto con gli alimenti! Va sottolineato che la sorpresa più importante e che può finalmente avvicinare con serenità gli stampatori tradizionali offset all'innovazione del digitale, è rappresentata dall'estensione dei formati di stampa. La passata drupa ha decretato l'avvento delle macchine digitali con formato di stampa 50x70 cm, concepite per rivaleggiare alla pari con la offset. La prima inkjet single pass a foglio in formato B2 (50x70) è targata Fujifilm è stata raggiunta dall'Electroink della nuova HP Indigo 10000. Svelati anche i primi prototipi inkjet B2 di Konica Minolta / Komori e l'annuncio di importanti accordi tra Landa e diversi colossi dell'offset, Heidelberg inclusa, per lo sviluppo della nanotecnologia. Nelle prossime pagine vi parliamo nel dettaglio delle soluzioni già disponibili e di sistemi che arriveranno presto anche in Italia.


PRINTING | production

1

2

1. La presentazione ufficiale a drupa di Fujifilm Jet Press 720. 2. Agfa Graphics distribuisce in Italia la stampante digitale a foglio Mgi Meteor Dp8700xl.

“Ogni singolo castello di stampa delle macchine offset tradizionali è stato sostituito da Fujifilm, su Jet Press 720 con una barra di teste di stampa inkjet Samba.” Fujifilm: l'inkjet incontra la offset 50x70

La rivoluzione nell’industria della stampa a foglio in formato 50x70 è realtà e porta la firma del produttore nipponico Fujifilm. La versione definitiva della macchina da stampa inkjet digitale Fujifilm Jet Press 720, mostrata a drupa, non ha lasciato spazio a dubbi rispetto alla completezza, affidabilità e opportunità di business anche al fianco di altre tecnologie offset a foglio. Fujifilm Jet Press 720 è progettata per offrire senza compromessi la migliore qualità di imaging disponibile sul mercato per la stampa inkjet a foglio in formato B2 (50x70 cm). La risoluzione di 1.200x1.200 dpi reali con goccia di stampa variabile, garantita dalle teste di stampa inkjet Fujifilm Dimatix Samba, restituisce immagini, fondini e dettagli che hanno lasciato a bocca aperta anche gli stampatori più esperti. Ogni singolo "castello" di stampa delle macchine offset tradizionali è stato sostituito da Fujifilm, su Jet Press 720, con una barra di teste Samba più un sistema di pulizia degli ugelli automatico. Qualità di stampa superlativa che garantisce la perfetta riproduzione di testi in corpo 2 punti, sia su fondo bianco sia su fondo colorato. Sono tre le tipologie di consumabili necessari alla stampa: l’inchiostro, un primer e un liquido di pulizia degli ugelli. Lo speciale primer di stampa Fujifilm consente l’impiego di carta opaca, lucida o patinata per spaziare dalla stampa di fotoalbum ad una rivista, fino a calendari e brochure commerciali. I nuovi inchiostri base acqua Fujifilm Vividia sono funzionali anche alla stampa in conformità alla normativa "Din En71-3" per l'editoria destinata all’infanzia. Fujifilm ha annunciato di aver già venduto 19 Jet Press 720 nel mondo a pochi mesi da drupa 2012 e che le prime installazioni in Europa (Francia e Austria) sono attese nei primi mesi dei 2013.

Landa pubblica il suo White Paper

Il processo di stampa digitale Landa Nanographic Printing, noto anche come Nanography (cioè nanografia) combina la versatilità ed economicità delle basse tirature della stampa digitale alla qualità e produttività della stampa offset. Per presentare la sua tecnologia, Landa Corporation ha realizzato il suo "libro bianco" gratuito che mette in evidenza il modo in cui la Nanography si differenzia da altre tecnologie di stampa digitale e offset, utilizzando i coloranti Landa NanoInk. Questi sono inchiostri all’acqua brevettati dall'azienda e le cui particelle di nanopigmenti misurano solo pochi nanometri di grandezza.

23


PRINTING | production

1

3

2

1. Kodak Nexpress Sx3900 2. Vista interna del motore di stampa di HP Indigo 10000. 3. Ricoh Pro C901 Gae.

Gae, destinazione arti grafiche

IL CTP CHE FINE HA FATTO? Il Computer-to-Plate è una tecnologia che non necessita certo di presentazioni e che, dalla sua introduzione sul mercato tradizionale, ha raggiunto oggi un livello di affinamento e maturazione eccezionale. La base di CtP installata è ancora solida in tutta Europa. Agfa Graphics, Fujifilm e Kodak, sono alcuni tra i player che hanno consolidato negli anni la loro offerta, combinando alla tecnologia del CtP nuove lastre a basso impatto ambientale, al fine di ridurre al minimo i consumi di prodotti chimici ed energia necessaria alla creazione della matrice di stampa stessa.

Le tecnologie Ricoh per il mercato production e arti grafiche si differenziano tra loro per produttività e optional, e sono: Ricoh Pro C651Ex, 751Ex, 751 e le top di gamma Ricoh Pro C901 e C901s Graphic Arts Edition (o Gae). Per questo articolo ci focalizzeremo sulle due soluzioni Pro C901 e C901s Gae che si differenziano tra loro per la presenza o meno dello scanner ad alta risoluzione (la "s" a fine nome). Due soluzioni nate per centrare al 100% le esigenze del mercato grafico professionale e guidare dall'offset al digitale piccoli, medi e grandi stampatori tradizionali. Introdotta nel 2010, questa generazione di tecnologie Ricoh si è contraddistinta da subito per la qualità di stampa, paragonabile all'offset, tanto da convincere il colosso dell'offset Heidelberg a siglare nel 2011 un accordo di cooperazione globale strategica in ambiente digitale con Ricoh. A drupa un area di Heidelberg era dedicata alla macchina digitale Linoprint C, nata dall' accordo con Ricoh. Il modello Pro C901 Gae è il più veloce della sua categoria e si spinge fino a 90 pagine A4 al minuto su supporti fino a 300 g/m², in modalità duplex, con precisone di registro micrometrica. La stampa avviene grazie a un innovativo toner chimico (privo di oli) denominato Pxp e brevettato da Ricoh. Questo toner assicura precisione e affidabilità d'uso maggiori con risultati paragonabili a quelli della stampa offset su ogni supporto cartaceo tradizionale o fine paper.

Nexpress: formato più ampio e modularità unica

La gamma di sistemi di stampa a foglio Kodak Nexpress è progettata per soddisfare a 360° il mercato della stampa commerciale, editoriale e del libro fotografico professionale. Tre i modelli disponibili: Kodak Nexpress Sx2700, Sx3300 e Sx3900 che si differenziano per velocità produttiva, rispettivamente di 83, 100 e 131 ppm con alimentatore standard. La

24


cosa fanno gli altri

Quippe.it certamente, lo stampiamo meglio

www.quippe.it


PRINTING | production

1

2

3

4

1. Riso ComColor 9050, top di gamma da 150 ppm fronte-retro a colori. 2. Delphax Elan500 stampa fino 500 fogli ora fino a 1.600 dpi. 3. Jadason Qpress a drupa. 4. Konica Minolta Bizhub Press C8000 con unità di finishing in linea sullo stand a drupa.

tecnologia Nexpress si contraddistingue per un motore di stampa elettrofotografico con risoluzione a 600 dpi, multibit e toner a secco. Il sistema modulare della gamma Nexpress Sx spazia oltre la quadricromia grazie alla quinta unità di stampa configurabile con opzioni differenti e indipendenti tra loro, come: Stampa Dimensionale, Micr, Light Black e Clear Dry Ink oltre a RGB. Ad ulteriore completamento, il formato di stampa esteso a 356x660 mm per poster o pieghevoli a tre ante.

Agfa Graphics: una "Meteor" dal pianeta Mgi

Agfa Graphics è distributore per l'Italia delle tecnologie Meteor dello storico produttore Mgi. Le due macchine a foglio Meteor Dp8700s e Dp8700xl sono dotate di motore di stampa elettrofotografico con risoluzione massima di 3.600 dpi e si differenziano tra loro per produttività e versatilità applicativa. La top di gamma è Meteor Dp8700xl e può contare su un formato di stampa esteso dallo standard di 330x660 mm, a 330x1.020 mm tramite alimentatore opzionale (bypass da 250 fogli). La tecnologia Mgi nasce per garantire un ottimo rapporto qualità/prezzo e con l'ambizione di unire in unico prodotto sia i vantaggi di alimentazione e trasporto "offset", sia i vantaggi di un motore di stampa Mgi con elementi brevettati. Lo scopo è rendere il passaggio al digitale per gli stampatori offset di piccole e medie dimensioni il più semplice possibile. Disponibile nello showroom di Agfa Graphics a Milano, la nuova Mgi Meteor Dp8700xl, grazie alla gestione di supporti fino a 1.020 mm di larghezza, rende possibile la stampa digitale di pieghevoli a quattro ante, menù, poster e altre applicazioni in formato "extra" che, in passato, erano unicamente stampabili con macchine offset.

HP è 10000 volte digitale

HP Indigo 10000 è la nuova, rivoluzionaria tecnologia di stampa digitale firmata da HP e dotata di formato di stampa B2 (74,93x53,09 cm, per esattezza). Concepita per raggiungere produttività mensile di 2,2 milioni di

26

fogli, HP Indigo 10000 offre una velocità di stampa ideale per gli stampatori offset che puntano a una vera trasformazione digitale: 3.450 fogli l'ora 4/0 (cioè 4 colori in bianca) oppure, sfruttando la modalità Epm (Enhanced Productivity Mode) 4.600 fogli l'ora 3/0, senza perdita di qualità. La modalità produttività avanzata è di 1.725 fogli l'ora 4/4, cioè quattro colori in bianca e volta. A drupa, l'americana Consolidated Graphics ha acquistato 10 modelli di HP Indigo 10000, mentre, in attesa della disponibilità per il mercato italiano, la diffusione del modello HP Indigo 7600 o l'upgrade della HP Indigo 7500 alla versione 7600, ha offerto agli stampatori garanzia di continuità e maggiori possibilità applicative.

Konica Minolta dalla gamma bizhub al futuro di Km-1

Il produttore asiatico di tecnologie di stampa digitale e consumabili dedicati, offre una gamma di macchine complete per l'industria delle arti grafiche. Ci riferiamo alla serie di macchine a foglio Konica Minolta Bizhub Press C6000, C7000 e C8000 e alla nuova C70hc. Le prime tre, si distinguono tra loro per velocità di stampa da 60 a 80 pagine/minuto in formato A4. Queste sono dotate di toner a polimeri con biomasse Konica Minolta Simitri Hd+, certificato anche per il contatto con gli alimenti. La qualità di stampa analoga all'offset è garantita dalla tecnologia di elaborazione dell’immagine proprietaria di Konica Minolta e denominata Sead II. La top di gamma è Konica Minolta Bizhub Press C8000 e può essere configurata in più di 40 differenti versioni che possono comprendere una serie di accessori di finitura in linea in grado di adattare il dispositivo a qualsiasi flusso operativo. Concludiamo segnalandovi che, a drupa, sono stati mostrati diversi prototipi di macchine da stampa a foglio, bianco e nero e a colori, con tecnologia di stampa a toner e il cui ingresso sul mercato avverrà in un prossimo futuro. Sempre a drupa non è mancata una anteprima sul prototipo Km-1 che combina la tecnologia di stampa inkjet Konica Minolta con la meccanica e le unità di movimentazione del supporto di Komori.


we do it better volantini

Per i tuoi volantini scegli sul nostro sito la carta che più si addice al tuo progetto grafico: puoi selezionare una tra tre tipologie di carta differenti: leggera da 135 gr, media da 170 gr e spessa da 250 gr. La stampa di qualità fotografica garantisce un risultato eccellente ma anche accattivante per riuscire ad attirare l’attenzione dei tuoi futuri clienti: un volantino professionale è il tuo biglietto da visita per la tua attività e noi ti aiutiamo attraverso mezzi di stampa professionali all’avanguardia.

Esempio per 1.000 volantini fronte retro a colori su 135gr patinata certificata FSC, spedizione inclusa €49,90 + IVA

certamente, lo stampiamo meglio

www.quippe.it

LLO CONTRO O GRATUIT DEL FILE


CONSUMABILI | fine paper di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

tutti gli approfondimenti su

italiapublishers.sunnycom.it

Le performance delle CARTE native digitali Come si evolve la digital paper per editoria e stampa commerciale in un contesto in cui lo sviluppo e la frammentazione dei media vede il supporto cartaceo interagire, e a volte competere, con media che vanno oltre la carta stampata? L’evoluzione tecnologica coinvolge sicuramente anche i produttori di carta...

È

vero che l’applicazione del primer in macchina è prerogativa di molti produttori che hanno risolto così l’annoso problema della compatibilità e delle performance delle diverse tipologie di carta con un procedimento in linea; ciò non toglie che la ricerca e lo sviluppo di supporti con caratteristiche specifiche per le diverse tecnologie di stampa digitale sia uno dei focus che accomuna le diverse cartiere. Soprattutto oggi che i sistemi di stampa digitale di produzione, siano essi a getto di inchiostro o elettrofotografici, stanno raggiungendo velocità sempre più elevate e alle carte sono richieste notevoli caratteristiche di resistenza oltre che di macchinabilità; inoltre le aspettative da parte degli stampatori digitali in termini di miglioramento della resa qualitativa dei prodotti cartacei per l’high-end continuano a crescere. Per quanto riguarda i supporti progettati per la tecnologia elettrofotografica è richiesto di resistere alle elevate temperature di fusione senza produrre arricciamenti e di rendere possibile la piega delle particelle di toner eliminando le spaccature: per questo la superficie della carta è

Il visual delle carte Arjowiggins Creative Papers Digitals.

28

progettata per rendere l’aggrappaggio ottimale delle particelle di toner offrendo una buona qualità di stampa. Nel caso dei prodotti cartacei destinati alla tencologia a getto di inchiostro i produttori devono considerare le altissime velocità che questi sistemi hanno raggiunto, coniugando le caratteristiche meccaniche di resistenza all’ottimizzazione della qualità di stampa. Ma le carte per l’inkjet devono garantire la corretta copertura dell’inchiostro, senza ridurre la densità per evitare ombreggiature e controstampa e senza dover intensificare la quantità di inchiostro per raggiungere la densità ottica adeguata. Se tutte queste caratteristiche sono contenute in un prodotto cartaceo, l’impiego del primer o dell’agente legante diventa superfluo. Per quanto riguarda invece le carte grafiche, tutti i produttori hanno messo a punto cataloghi dedicati alla tecnologia digitale. Le referenze, nella maggior parte dei casi certificate dagli stessi produttori di tecnologia, sono molte e caratterizzate dalla più diverse finiture: lisce, marcate, cast-coated, goffrate si prestano a essere da supporto alle sempre più sofisticate capacità di nobilitazione in linea dei sistemi di stampa digitali.


italiapublishers.sunnycom.it

CONSUMABILI | fine paper

Una selezione di carte della gamma Favini Digital.

Le carte digitali presenti sul mercato

Synaps Xm è la carta sintetica di Agfa Graphics che consiste in un supporto di poliestere ad alta gradazione rivestito con un doppio strato progettato per ricevere l’inchiostro. Synaps Xm è ottimizzata per l’uso sia con stampanti e copiatrici a toner secco con tecnologia elettrofotografica sia con tecnologia inkjet esclusivamente Uv. I supporti Professional Endura di Kodak per la stampa tradizionale sono ora disponibili anche nella versione Endura Ep, carte di pregio per creare stampe digitali fronte/retro di qualità fotografica. Endura Ep-d è destinata a sistemi di stampa che utilizzano inchiostro secco/toner, mentre Endura Ep-l è adatta alla tecnologia a inchiostro liquido/toner, entrambi sono progettati per applicazioni di qualità come album, libri fotografici, cartoline e altri articoli personalizzati. Oltre ai prodotti specifici commercializzati con il brand dei produttori di tecnologie di stampa troviamo l’offerta di carte digitali delle cartiere tradizionali. La gamma Digital di Burgo Distribuzione si compone di diverse referenze tra cui Digit, carta naturale di elevata qualità, che grazie alla superficie particolarmente liscia garantisce una perfetta stampabilità con le stampanti sia laser sia led. A questa si affianca la versione Digit Gloss dalla superficie lucida, la patinata opaca Digi Matt, il cartoncino patinato Digit Linen e la patinata in bobina Mizar per stampa laser a colori. La gamma di carte della “Collezione Eccellente” di Cartiere del Garda (Gruppo Lecta) è formata da quattro carte adatte anche per la stampa digitale: Gardamatt Art, Gardagloss Art, Gardacover Hi-fi e Gardapat 13. Il brand Pro-design di International Paper è caratterizzato da una carta per stampa laser a colori straordinariamente liscia che offre un assorbimento migliore d’inchiostro per testi più nitido, un’ottima definizione delle immagini e colori più intensi grazie all’elevato punto di bianco. Questa carta dal 2013 è certificata Fsc. L’offerta Mondi targata Digital Paper è proposta nella classificazione che vede una gamma dedicata alla tecnologia laser e dry toner, una seconda linea specificatamente progettata per HP Indigo e che prende il nome di questa tecnologia e una terza denominata high-speed inkjet, le cui caratteristiche sono declinate per i più potenti e produttivi motori di stampa a getto di inchiostro high-end presenti sul mercato. Se le prime due sono fornite nei principali formati adatti ai sistemi di stampa digitali a foglio, la terza è disponibile in bobina. La cartiera tedesca Steinbeis è la prima a offrire con il suo range di carte Innojet Hc tre differenti tipi di carte speciali per sistemi di stampa inkjet di produzione che rispondono alle rigorose certificazioni Blue Angel e Ecolabel. Infine ecco le carte creative a cominicare da Arjowiggins Creative Papers, le cui carte Conqueror, Curious Collection, Rives, Pop’Set, Keaykolour e Inuit si arricchiscono di 38 prodotti certificati HP Indigo (tecnologia “liquid toner”), con l’aggiunta di 8 prodotti in formato Sra3 compatibili con la tecnologia “dry toner”. Tutte certificate Fsc, le carte digitali permettono di scegliere tra bianchi d’eccellenza, colori intensi e vivaci, marcature delicate ed eleganti e carte premium colorate riciclate. Favini offre una linea di carte certificate per la stampa HP Indigo e una di articoli per la stampa dry toner. La gamma Digital offre un’ampia gamma di superfici lisce, marcate, cast-coated e metallizzate, per applicazioni che vanno dal packaging all’editoria, dalle brochure ai cartellini e business card. La gamma Digital, certificata Fsc, comprende marchi storici di Favini ottimizzati per la stampa digitale tra cui Biancoflash, Bindakote, Prisma e Twill, Shiro Echo 100% riciclata e Majestic, la carta metallizzata di Favini.


TECNOLOGIE

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

I prodotti e i servizi RICOH fanno crescere le aziende di stampa Ricoh supporta le aziende grafiche nello sviluppo di un’offerta a valore aggiunto che le aiuti a espandersi in nuove aree e che risponda alle esigenze di personalizzazione e di integrazione tra stampa e strumenti di marketing espresse dal mercato.

I

l report di Pira ‘The Future of European Printing to 2015 Market Forecasts” stima una riduzione dei volumi di stampa dell’1% entro il 2015 in Europa. La contrazione dei volumi non è quindi così significativa; particolare attenzione va invece posta alla diffusione di nuovi trend. La richiesta di stampe a valore aggiunto grazie alla combinazione di diversi media sarà sempre maggiore, anche in un’ottica di cross-media marketing. Per consentire ai service provider di vincere queste sfide, Ricoh ha sviluppato un’offerta integrata di tecnologie innovative, consulenza e servizi professionali. Ricoh supporta le aziende nel cambiamento mediante un percorso graduale in linea con le esigenze e le aspettative non solo degli stampatori ma anche dei loro clienti. “Avvalendosi dei nostri servizi, alcune aziende hanno scelto di percorrere questa strada cogliendo nuove opportunità di business e diventando anche fornitori di servizi di marketing mediante lo sviluppo di campagne

cross-media. Altri clienti sono solo all’inizio del percorso e stanno lavorando con noi per individuare le migliori opportunità all’orizzonte, quali servizi di book-on-demand, Web-to-Print, stampa di documenti TransPromo e altro ancora” ha affermato Gorgio Bavuso, Direttore Production Printing di Ricoh Italia. I service provider possono contare su un’offerta sviluppata sulla base delle loro specifiche esigenze e dei loro obiettivi di business completa di soluzioni softwareevolute e servizi come il Carbon Balanced Printing Programme, che permette di calcolare le emissioni di CO2 connesse a ciascun lavoro di stampa prodotto, e il TotalFlow DocEnhancer, plug-in per Adobe Acrobat X Pro, che consente agli stampatori di offrire nuovi servizi quali la rielaborazione dei documenti e applicazioni di cross-media marketing così da integrare il proprio workflow Adobe Pdf, per gestire con semplicità l’indicizzazione dei dati nei documenti e il tracciamento e di realizzare applicazioni personalizzate di direct mailing.

Ricoh offre ai fornitori di servizi di stampa tutto ciò che ruota intorno al mondo del printing: servizi, consulenza e il supporto per sviluppare nuovi modelli di business.

30


TECNOLOGIE

RICOH C751EX SBARCA IN LAGUNA “Ricoh Pro C751EX ci ha sorpreso positivamente: le migliori performance si notano sui fondi pieni ora più omogenei.La produzione nei primi tre mesi ha superato le 70.000 pagine. I documenti stampati su Ricoh Pro C751EX non hanno nulla da invidiare alla stampa offset, inoltre è possibile stampare su supporti fino a 300 g/m2”. Il responsabile del Centro Produzione Multimediale (CPM) del Comune di Venezia, Francesco Callegari ha così commentato l’istallazione della soluzione Ricoh a colori dedicata al Production Printing. CPM realizza documenti per la comunicazione al cittadino producendo manifesti, locandine, volantini, libri e dispense, oltre alla documentazione amministrativa.

L’area dedicata al green dello stand di Ricoh durante al scorsa edizione di drupa presentava le diverse iniziative dell’azienda legate alle politiche ambientali tra cui spiccava il Carbon Balanced Printing Programme la cui validità è attestata dal British Standards Institution (BSI), ente certificatore indipendente noto per la sua rigorosità. Il Carbon Balanced Printing Programme può essere inserito nelle pratiche di miglioramento dei processi di certificazione delle aziende grafiche ed è un elemento di differenziazione in un mercato sempre più attento alle tematiche ambientali.

Ricoh TotalFlow DocEnhancer

Le innovazioni tecnologiche di TotalFlow DocEnhancer sono state originariamente sviluppate per InfoPrint Process Director e utilizzate dagli stampatori transazionali e dai centri stampa aziendali su soluzioni a modulo continuo. Le caratteristiche di questa soluzione, come la semplicità di utilizzo, la rendono ideale per gli stampatori e i centri stampa aziendali che hanno necessità di aumentale l’efficienza operativa, offrire servizi personalizzati di direct mail e di gestire documenti Pdf per la stampa, il mailing e il messaging. TotalFlow DocEnhancer si integra con la produzione rendendo flessibile la gestione di canali multipli di mailing: supponiamo che i file Pdf siano pronti per essere stampati, ma il cliente ha necessità di aggiungere un QR code all’interno del mailing oppure di apportare un cambiamento dell’ultimo minuto. Queste situazioni e molte altre possono essere facilmente gestite con TotalFlow DocEnhancer che consente agli stampatori di editare i file in maniera semplice e rapida senza dover ricomporre il file o coinvolgere il reparto grafico e, sopratutto, senza che siano necessarie competenze tecniche senza che questo causi dei ritardi nella produzione.

Più green con Carbon Balanced Printing Programme

“Ricoh ha sviluppato il Carbon Balanced Printing Programme, baasato su una metodologia pensata per il settore della stampa di produzione, che permette di calcolare le emissioni di CO2 connesse a ciascun lavoro prodotto, di ridurle il più possibile e di neutralizzare le emissioni residue” spiega Giorgio Bavuso. Il Carbon Balanced Printing Programme di Ricoh, disponibile anche per il mercato italiano, si sviluppa in tre fasi: analisi, ottimizzazione e neutralizzazione. Ha inizio con un’analisi delle emissioni annuali connesse alle attività di stampa: tipologie di carta utilizzata e i consumi energetici, ma anche la distanza tra il cliente e i centri di assistenza tecnica. Vengono poi individuate tecnologie, modalità di stampa e best practice sostenibili per minimizzare i consumi energetici e gli eventuali sprechi e, infine, la percentuale residua di emissioni di CO2 che non è possibile eliminare viene compensata con progetti a energia pulita, sviluppati dalle Nazioni Unite, in cui Ricoh investe. Ricoh rilascia agli stampatori che aderiscono al programma un certificato (CER, Certified Emission Reductions) che deve essere rinnovato una volta l’anno e può contribuire all’ottenimento dell’Ecolabel.

31


CHI AMA, PROTEGGE Ceper lo fa da oltre 40 anni, il cellophane lo fa da 100

E PHAN O L L E C NNI 100 A 12 20 1912-

SIAMO UN’AZIENDA SPECIALIZZATA NEI SERVIZI PER IL MONDO DELL’EDITORIA E OPERIAMO SUL MERCATO NAZIONALE FIN DAL 1966. LA NOSTRA ATTIVITÀ, OLTRE A UN SERVIZIO DI CELLOPHANATURA PERIODICI CON INSERIMENTO O APPLICAZIONE DI ETICHETTE INDIRIZZI DA OLTRE QUARANT’ANNI, COMPRENDE ANCHE I SEGUENTI SERVIZI: •

gestione degli indirizzi con analisi dei dati, normalizzazione, riordino e adempimenti per la spedizione (stampa 247, SMA, statistiche, sovrapacchi etc..) mailing: imbustamento automatico e manuale, taglio e piega ccp, etichettatura su supporto cartaceo e autoadesivo, postalizzazione in Italia e all’estero

• • • •

stampa bollettini per abbonamenti con grafica personalizzata inserimento automatico e manuale di inserti pubblicitari e gadget gestione resi, stoccaggio dei prodotti editoriali trasporti in tutta Italia perché il servizio deve essere seguito dall’inizio alla fine dai nostri specialisti

Via Puecher 9/11 - 20026 Novate Milanese (Mi) Tel. 02.35.61.846 r.a. | Fax. 02.35.62.616 email: ceper@tin.it | commerciale @ceper.191.it www.postalizzazione.net


STRATEGIE

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

I primi dieci anni di successo di SPRINT SOLUTION

Lo showroom di Sprint Solution non vuole essere solo un demo center aperto ai clienti ma una vera e propria vetrina dell’intero portafoglio di soluzioni commercializzate dall’azienda napoletana.

Nel 2012 il fornitore di prodotti e servizi per le aziende del wide format, Sprint Solution ha festeggiato i suoi primi dieci anni di vita e oggi si prepara a ospitare un evento importante per i clienti del Sud Italia.

U

n’azienda che raggiunge il traguardo del decimo compleanno può dirsi giovane, così come è ancora giovanissimo l’imprenditore che ha fondato, nel 2002, Sprint Solution: ma se quella di cui stiamo parlando è una realtà che opera nel mondo della stampa digitale, i suoi dieci anni significano che ha vissuto una buona fetta di storia del settore in cui opera. L’indole imprenditoriale, che anima Pietro Bartolomucci nel management dell’azienda, proviene dall’educazione che il padre gli ha conferito offrendogli un concreto esempio di spirito di iniziativa e di determinazione nell’affrontare le sfide del business. Questo imprinting, sommato allo spirito pionieristico e alle competenze informatiche che Pietro Bartolomucci ha sviluppato seguendo la propria attitudine, ha dato vita a quell’azienda che possiamo definire non convenzionale, che è oggi Sprint Solution. Già dai suoi esordi aveva una marcia in più come ci racconta Pietro: “Sprint Solution è nata come azienda che offriva assistenza tecnica nel settore informatico, per poi trasferire questo know-how nel supporto ai plotter per il Cad e successivamente al mercato grafico, per questo si è contraddistinta perché noi sapevamo come funzionano le macchine e la nostra competenza in ambito hardware ci ha permesso di offrire quella credibilità

che ancora ci caratterizza. Sappiamo sempre dare una risposta al nostro cliente, precisa, rapida e puntuale”. Questo approccio ha determinato il consolidarsi di una reputazione forte che nel tempo è cresciuta e non ha mai deluso il mercato. Una tappa importante per Sprint Solution è stata l’incontro con Massimo Bompan, presidente dell’omonima azienda: l’affinità tra i due imprenditori ha fatto sì che l’azienda diventasse il distributore dei prodotti Mimaki per il Sud Italia. Oggi Sprint Solution è una realtà matura radicata nel proprio territorio che non smette di guardare avanti e di interpretare e anticipare le esigenze di un mercato per cui è diventata punto di riferimento. “Acquisire la rappresentanza di brand che uniti sotto l’ombrello Sprint Solution generino un’offerta integrata completa di sistemi di stampa, attrezzature di finishing, materiali a cui si sommano consulenza e servizi, è diventata la filosofia che ci porterà in un futuro in cui il mercato sta cambiando e per questo i clienti hanno bisogno di un interlocutore che sappia fornire tutte le risposte alle loro esigenze”, ha speigato Bartolomucci. L’altro obiettivo raggiunto è stato dare vita a un vero e proprio showroom, uno spazio di rappresentanza votato a mostrare l’intera gamma di soluzioni che Sprint Solution è in grado di offrire: una vetrina aperta ai clienti, che ospiterà nei prossimi mesi un’importante open house.

33


SOFTWARE

di Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it

EXTENSIS Portfolio: asset e librerie digitali sotto controllo Stanchi di impazzire nella ricerca, catalogazione e conversione di foto, filmati, caratteri tipografici e contenuti digitali per le vostre attività di marketing e comunicazione? Provate le soluzioni Extensis e non tornerete indietro!

L

a software house americana Extensis, nota in tutto il mondo per i suoi software specializzati nel controllo de caratteri tipografici (Suitecase Fusion e Universal Type Server), è specializzata anche in applicativi per la gestione di contenuti digitali. Ci riferiamo ai software di Digital Asset Management (o Dam) che, nonostante un nome inglese complicato da ricordare, svolgono compiti fondamentali nella gestione e catalogazione di piccole o grandi “librerie digitali”. A comporre una libreria digitale sono sostanzialmente gli scatti fotografici e i filmati digitali, prodotti da smartphone e tablet, oltre al vasto insieme di documenti in formati e peso digitale differente. All’interno dei contesti aziendali più diversi, spaziando dalle agenzie di design ai reparti marketing di grandi aziende, ma anche nel caso di case editrici e aziende di stampa dotate di grandi archivi; le librerie digitali rappresentano un valore che può trasformarsi in un collo di bottiglia in fase produttiva. Vi sarà senza dubbio

capitato, ad esempio di: ricercare un file “disperso” all’interno di vasti server, oppure, di dover convertire uno scatto digitale di grandi dimensioni, con un notevole dispendio di tempo o persino senza successo. Una soluzione di Digital Asset Management vi consente di mettere ordine, gestire, convertire e catalogare i vostri contenuti digitali per disporne in tempo reale, quando davvero occorre produrre e fare business. Le due soluzioni firmate Extensis, cioè Portfolio Server e Portfolio Standalone, raggiungono appieno questo scopo e, una volta provati, vi accorgerete che vanno ben oltre! Nel caso di Portfolio Server parliamo di un applicativo server/client destinato all’impiego presso aziende di medie e grandi dimensioni dove le “librerie digitali” sono centralizzate. Portfolio Standalone è, invece, destinato alle piccole aziende o realtà individuali. Gli applicativi di Extensis sono disponibili in Italia attraverso il solido partner TechnoSolutions: azienda affermata per la sua capacità consulenziale e per le molteplici installazioni di grande successo.

Extensis Portfolio Server 10 è la soluzione veloce, rapida e concreta per la gestione delle librerie di file, immagini, video e contenuti digitali.

34


la parola a...

SOFTWARE

Kevin Lamb, Emea Channel manager Extensis

“TechnoSolutions è tra i partner storici di Extensis, tra noi c’è una solida relazione. Per Extensis poter contare su un partner della levatura di TechnoSolutions in Italia significa poter garantire al cliente finale una relazione ben superiore a quanto Extensis stessa potrebbe offrire. Si tratta di una relazione che vogliamo mantenere oggi e in futuro!”

La schermata di amministrazione di Extensis Portfolio Server 10.

All the possibilities in

digital.printing

Moltiplica le opportunità a graphispag.digital. Partecipa alla più importante vetrina per l’industria della stampa e del digitale assieme alle aziende leader di settore. Contatta i professionisti con più potere d’acquisto per

Risultati concreti e installazioni di successo

La crescita della base installata di Extensis sul mercato internazionale e italiano è stata esponenziale negli ultimi anni e nel 2012; per saperne di più abbiamo incontrato Kevin Lamb, Emea Channel Manager di Extensis, in sinergia con i responsabili di TechnoSolutions. Kevin ha puntualizzato subito che: “Tutte le divisioni di Extensis hanno raggiunto buoni risultati nel corso del 2012, registrando una crescita del 30% sul fatturato rispetto al nostro software di Digital Asset Management Extensis Portfolio Server”. Quest’ultimo e la piattaforma per la gestione delle font digitali “Universal Type Server”, sono gli applicativi che: “Grazie all’assistenza diretta di TechnoSolutions, hanno raggiunto per Extensis un ottimo livello di vendite tra i clienti Italiani. I casi di maggior successo sono: Giunti Editore, Rcs, l’Università di Padova, Inter Public. Non possiamo non menzionare anche clienti della levatura di: Armando Testa, Uno Grup, Sergio Bonelli Editore e perfino la European Space Agency” Kevin ha anche puntualizzato che: “Questi sono in realtà solo alcuni dei grandi marchi che hanno scelto le piattaforme di Extensis e ci aspettiamo, nel corso del 2013, di raggiungerne anche molti altri!”. Ricordiamo, quindi, che i vantaggi di un buon Digital Asset Management sono evidenti, tanto per una piccola azienda, quanto per un grande studio di design e che il ritorno sull’investimento è riscontrabile in tempi realmente brevi. Da www.extensis.com, alla sezione Digital Asset Management, è possibile provare per 30 giorni Extensis Portfolio.

trovare nuove occasioni di business, presentare soluzioni e creare sinergie con altri mercati. Approfitta delle opportunità offerte da Image&Print World. Il primo congresso che integra le soluzioni del mondo dell’immagine e della stampa.

Image & Print World Business Solutions Congress - 17/20 April 2013

sonimagfoto

&multimedia

&

graphispag .digital

graphispag.digital INTERNATIONAL PRINT MEDIA EXHIBITION

2013

www.graphispag-digital.com

Quartiere Fieristico Gran Via 17-20 Aprile 2013

35


STRATEGIE | survey

tutti gli approfondimenti su

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it e Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it

italiapublishers.sunnycom.it

I PROTAGONISTI del printing ai microfoni della Survey di IP

Proseguiamo con gli esiti del nostro sondaggio che ha concluso il 2012 e che apre il 2013 al ritmo di consuntivi e di buoni propositi per l’anno da poco cominciato. Le risposte integrali di tutte le aziende e quelle che non sono apparse sulla rivista sono pubblicate sul sito di Italia Publishers...

E

ccoci alla seconda puntata della nostra Survey di fine anno, un appuntamento che dà voce ai protagonisti del printing per tracciare il bilancio di un 2012 che, nonostante le difficoltà, ci ha regalto le emozioni e la spinta innovativa di drupa. Ma soprattutto diamo il benvenuto a un 2013 che più che mai necessita di essere affrontato dalle aziende del nostro settore, non solo con una grande carica di ottimismo e di buoni propositi, ma anche con una lucida pianificazione

strategica, orientata a fare crescere il business e al contempo a stare al passo con le straordinarie evoluzioni di un settore tutto da reinventare. L’avanzata tecnologica non si ferma e, in particolare in tempi di crisi, innovazione sembra essere sinonimo di bilanci positivi, ma anche servizi, presenza capillare sui mercati di riferimento, ampliamento delle aree di business e, perché no?, uno sguardo all’ambiente si sono rivelate le parole d’ordine dei fornitori di tecnologie, materiali e servizi che affermeranno la loro leadership nei prossimi 12 mesi! Buon 2013!

la parola a...

Edigit International: “L’unione fa la forza”

Enrico Parisini, Presidente di Edigit International

36

Si è chiuso il 2012, sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? L’anno che si è concluso è stato difficile per tutti: anche per quanto riguarda il nostro bilancio non ci si può esprimere in termini esaltanti, si fa molta fatica a mantenere le posizioni del passato. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? La nostra strategia è stata scelta da tempo, e ora è matura per affrontare i mercati del packaging, delle etichette e della flexo: abbiamo infatti messo a punto nuovi e innovativi programmi per aiutare le aziende a superare questo difficile momento di crisi, supportandole nell’ottimizzazione dei processi e nel controllo dei costi di produzione. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Per il prossimo periodo siamo molto fiduciosi, per questo abbiamo prenotato per Grafitalia un importante stand che ci servirà a dimostrare al mercato i nostri nuovi prodotti. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? Il nostro motto ai nostri clienti del mercato offset è di associarsi e unire le forze per superare il difficile momento, e concentrarsi maggiormente verso un attento controllo dei costi e controllo di gestione.


STRATEGIE | survey

italiapublishers.sunnycom.it

la parola a...

Epson: “Ottimismo e innovazione”

Renato Sangalli, Business Manager ProGraphics di Epson Italia

Si è chiuso il 2012, sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Dall’inizio del nostro anno fiscale a oggi, abbiamo registrato un andamento in crescita e in positivo rispetto all’anno precedente. Il lancio di una serie di nuovi prodotti legati principalmente all’ambito signage ci ha permesso di ottenere un complessivo risultato positivo nell’ambito del comparto del grande formato. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? Con il nuovo anno, Epson si concentrerà principalmente sul rafforzamento della gamma e sul lancio di nuovi prodotti, approcciando anche nuovi mercati dove in precedenza non ricoprivamo un ruolo attivo. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? A drupa 2012 abbiamo lanciato i nuovi modelli Surecolor Sc-s50600 e il top di gamma Sc-s70600, con due nuovi colori metallici dedicati e bianco coprente, e la nuova serie di stampanti Epson Surecolor serie T, dispositivi a 4 colori che stiamo commercializzando in questi mesi con ottimi risultati. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? C’è bisogno di grande ottimismo e di nuovi prodotti per affrontare nuovi mercati: Epson crede nella spinta all’innovazione per creare nuove opportunità di business per le aziende che la rappresentano sia per soddisfare il cliente finale.

Epson

Fotoba Rifocalizzarsi e guardare oltre, la strategia che tiene alto l’entusiasmo

Surepress, Surecolor... Sure, solo certezze per Epson che conquisterà ogni dimensione del printing: dalla banda stretta al signage!

Non basta stampare magistralmente, occorre anche un taglio d’autore fatto con sistemi di ultima generazione firmati Fotoba.

Non ci sono sfere di cristallo che possano offrire previsioni anche sommariamente plausibili sugli sviluppi futuri del settore e, più in generale, dell’economia del nostro Paese. Sicuramente il panorama generale descritto dai nostri intervistati si presenta come “non facile”, “di difficile interpretazione” e con “situazioni di mercato complesse”, ciò non ha impedito di valorizzare quanto di positivo

la parola a...

Fotoba International: “Yes… we cut!”

Valter Maddalon, Managing Director di Fotoba International

Si è chiuso il 2012, sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Il nostro bilancio è positivo con una flessione negli ultimi mesi dell’anno. Nel 2012 abbiamo lavorato a diversi nuovi prodotti che stiamo introducendo gradualmente sui diversi mercati. Abbiamo consolidato vecchie e nuove collaborazioni mentre stiamo lavorando a nuovi progetti. La nuova Xld 170 Wp per carta da parati è stata presentata alla fiera Heimtextil di Francoforte con HP; la Kipcut 7800 realizzata per Kip è già in consegna nei maggiori mercati Europei e infine la Xlf 200 che è attualmente in produzione. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? La nostra strategia per il 2013 si concentra sul lancio di nuovi prodotti e sull’ampliamento della nostra presenza sul mercato globale. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Drupa è stata un’ottima fiera per farci conoscere meglio al di fuori del settore del Wide Format sia per il conseguimento di nuovi ordini che di nuovi distributori. Per il futuro siamo intenzionati a seguire questa strategia di allargamento dei settori di applicazione della nostra tecnologia. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? “Yes, ….we cut!” forse? In ogni caso l’ottimismo ci segue e lo dimostriamo da anni con la nostra energia nel promuovere la nostra passione per il lavoro.

37


STRATEGIE | survey

italiapublishers.sunnycom.it

la parola a...

HP: “Viaggio di valore”

Manel Martinez, Vice President e General Manager HP GSB Emea

Si è chiuso il 2012, sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Lo scorso anno ha portato profonde trasformazioni nel mercato delle arti grafiche: oggi non è più importante con che tencologia si stampa ma cosa si stampa. Per i fornitori di servizi di stampa la fase di produzione è solo il primo passo verso il successo del loro business. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? La sfida più grande per il 2013 si concentrerà su come affrontare i mercati e come sostenere i brand owner per aiutarli a essere sempre più consapevoli di come sfruttare le potenzialità della stampa digitale. Con il 2012 si conclude anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? A drupa abbiamo presentato nuove versatili macchine commerciali della serie HP Indigo, le nuove HP Color Inkjet Web per editoria, direct mail e transpromo e le nuove HP Latex. Il nostro obiettivo è far sì che la stampa digitale diventi la tecnologia di punta per più settori possibili. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? Il nuova paradigma digitale consiste nel passare da una produzione statica a una con dati varibili, percorrendo un “viaggio di valore” che consiste nel trarre tutti i vantaggi offerti dalla stampa digitale.

HP

J-Teck3

Bastano poche parole per sintetizzare gli intenti di un leader globale: chi sceglie HP guida il cambiamento!

c’è stato nelle specifiche realtà e di mantenere un discreto ottimismo che aiuta a raccogliere le forze e cominciare questo 2013 buttando il cuore oltre l’ostacolo. Sicuramenre ciò che accomuna le aziende che hanno risposto alla nostra Survey è la certezza che il volano di drupa più che ordini ha lasciato un bagaglio di nuovi prodotti: questi ultimi sono Gli inchiostri J-Teck3 che stanno conquistando la base di partenza concreta intorno ai quali cole fiere di tutto il mondo, hanno fatto tappa struire una più solida offerta integrata di servizi e anche a Viscom Italia! una più capillare presenza, non solo sui mercati già

la parola a...

J-Teck3: “Fiducia e determinazione”

Rosaria Pozzoni, Business Operation Manager di J-Teck3

38

Si è chiuso un 2012 sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Per J-Teck3 è stato un anno molto positivo e di apertura verso nuovi mercati che si sono convertiti alle tecnologie digitali e alla sublimazione in particolare. La qualità degli inchiostri J-Teck3 e la capacità dell’azienda di adattarsi alle richieste del mercato e alle tecnologie emergenti sono state molto apprezzate. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? In un mercato in crescita e alla ricerca di novità, è necessario stare al passo con le nuove tecnologie e concentrarsi su prodotti nuovi, innovativi e a basso impatto ambientale. Fare buoni prodotti è la cosa più importante ma non bisogna sottovalutare il servizio, determinante in un mercato molto concorrenziale. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Oltre a drupa, il 2012 ci ha permesso di consolidare il brand J-Teck3 è in mercati importanti, grazie alla partecipazione a fiere significative quali Fespa Digital, Itma Asia, Sgia, ed EcoPrint. Per il prossimo anno si preparano appuntamenti importanti quali Fespa a Londra e, soprattutto per J-Teck3, il traguardo dei 10 anni di attività, un anniversario molto significativo e molto sentito da tutti noi! Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? L’ottimismo è una caratteristica della nostra azienda! Diciamo che il nostro motto verso il cliente potrebbe essere: “affrontiamo il 2013 con fiducia e determinazione: faremo grandi cose!”


STRATEGIE | survey

italiapublishers.sunnycom.it

la parola a...

Kodak: “Yellow Changes Everything”

Alfredo Lorenzini, Marketing Manager Consumer & Commercial Kodak Med Cluster (Italy / Iberia) di Kodak

Si è chiuso un 2012 sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? I risultati conseguiti da Kodak nel 2012 in Italia e più in generale nell’area del cluster (Italia, Spagna e Portogallo) sono stati incoraggianti nonostante la difficile situazione di mercato. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? La strategia Kodak è focalizzata sulle soluzioni di stampa commerciale, degli imballaggi e funzionale, ma anche sullo sviluppo di servizi aziendali a supporto degli stampatori affinché possano sfruttare l’efficienza e la produttività delle installazioni esistenti e decidere consapevolmente di acquisire nuove tecnologie. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Drupa ha contribuito a vivacizzare il settore, offrendo nuovi stimoli agli utilizzatori. Ci attendiamo che Grafitalia dia un’ulteriore scossa positiva al mercato italiano, infondendo fiducia. Il nostro obiettivo è offrire al settore le soluzioni giuste per sviluppare applicazioni innovative, per realizzare comunicazione di massa e personalizzata, perchè la stampa ibrida sarà una componente significativa nel mix di stampa. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? “Yellow Changes Everything”, perché giallo è energia e voglia di cambiare: Kodak vuole aiutare i suoi clienti a scegliere le tecnologie digitali per aumentare il loro business.

Ricoh

Kodak

Se il giallo cambia tutto, che dire delle preziose applicazioni stampate con il Gold Dry Ink di Kodak NexPress?

“Imagine. Change”. Gli orizzonti della stampa sono più ampi di quelli che avevi immaginato: parola di Ricoh.

conosciuti – che stanno subendo le contrazioni del caso – ma orientati a nuove aree di business. Diversificare stando sotto l’ombrello delle graphic art, guardando ad esempio con maggiore interesse al packaging; oppure esplorare territori adiacenti come quelli delle stampa industriale e dell’interior decoration; spingersi nella comunicazione cross-media inserendo la stampa all’interno di un marketing mix che valorizzi il prodotto cartaceo; o ancora, per i produttori di tecnologie e materiali

la parola a...

Ricoh: “Imagine. Change”

Giorgio Bavuso, Direttore Production Printing di Ricoh Italia

Si è chiuso un 2012 sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Per Ricoh il 2012 è stato un anno molto importante: a drupa abbiamo annunciato l’ampliamento della nostra offerta di prodotti a folglio con la nuova gamma Production Ricoh Pro C651Ex , Pro C751Ex e Ricoh Pro C751; il potenziamento del nostro impegno nelle soluzioni a bobina e dei servizi. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? Il 2013 vedrà importanti novità di prodotto sia nel mondo del modulo continuo sia del foglio singolo (colore e monocromatico). I servizi continueranno a essere il cuore dell’offerta Ricoh per garantire supporto ai clienti dalla fase di analisi iniziale alle attività di post vendita e di implementazione di nuove soluzioni. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Il mercato sta premiando la strategia di Ricoh: nel Production Printing colore cut sheet relative al terzo trimestre 2012 , siamo passati da un market share del 24,3% relativo al secondo quarter a 30,4% del terzo trimestre (InfoSource). La chiusura dell 2012 è stata positiva e Ricoh si prepara a un 2013 ricco di novità. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? Un motto potrebbe essere ricondotto alla nuova tagline globale di Ricoh “Imagine. Change.” annunciata nel 2012 e che esprime l’evoluzione globale del brand. Il nuovo messaggio si riferisce alla trasformazione di Ricoh che è diventata un’azienda sempre più service-oriented.

39


STRATEGIE | survey

italiapublishers.sunnycom.it

la parola a...

Roland: “Global One!”

Mario Picchio, President e Ceo di Roland DG Mid Europe

Si è chiuso un 2012, sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Il 2012 è stato l’anno più difficile da quando è nato il mercato della stampa digitale. Stiamo assistendo a una rivoluzione, non a una crisi. Social network e marketing esperienziale Social network e marketing esperienziale saranno le chiavi con cui sviluppare i nuovi business. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? Prodotti e servizi sono comparabili e la lotta sul prezzo distrugge ogni forma di generazione del valore. Ciò che non è comparabile sono le esperienze che i clienti fanno con i nostri prodotti. Roland ha una comunità di 6.000 utenti collegati online: avere un prodotto Roland significa trovare il modo per fare business. Con il 2012 si è concluso anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? La novità di drupa è stata attenzione spostata dalla macchina al business dei clienti, cosa che Roland fa da quasi 5 anni: drupa ha certificato il nostro essere innovativi e questa è la direzione in cui dovranno andare le aziende e le fiere in futuro, orientate al business del visitatore e non ai prodotti. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? Le nostre parole magiche sono “Global One”! Il successo di ognuno di noi risiede in una collaborazione globale che unisce tutti in una grande catena del valore. Chi compra il prodotto Roland diventa parte di un progetto globale, trova il mondo Roland ad aiutarlo a fare business e diventa parte del “Global One”.

Sun Chemical

Roland

Gli affezionati follower di tutte attività social e online di Roland si manifestano numerosi anche agli eventi organizzati dall’azienda.

L’ottimismo ci fa vedere il bicchiere sempre pieno... di colore e della qualità degli inchiostri firmati Sun Chemical.

di consumo, proiettare il loro business verso aree geograficamente più vivaci attraverso la partecipazione attiva a fiere nei Paesi in crescita, sono tutte strategie che si stanno consolidando tra i brand del mondo del printing. Gli slogan e i valori, che le aziende leader dell’industria grafica hanno scelto per animare i loro piani d’azione per il 2013 e per coinvolgere le loro community di utenti, esprimono energia e pragmatismo e ci auguriamo che si traducano in fiducia, determinazione e bilanci positivi.

la parola a...

Sun Chemical” Focus on Customer”

Massimo Battaglia, Responsabile Business Offset di Sun Chemical

40

Si è chiuso un 2012 sicuramente non facile per il panorama economico in generale e in particolare per l’industria grafica: può tracciare un breve bilancio dell’anno passato? Il bilancio del 2012 per il mondo della carta stampata, rispecchia quello dell’economia generale, europea e italiana, in particolare. Se consideriamo che il nostro settore vive in molte delle sue espressioni del riflesso degli andamenti industriali trainanti per il Paese, non dobbiamo meravigliarci della situazione attuale. In questa fase in cui è difficile raggiungere i budget, le strategie che avete intenzione di adottare per incrementare le vendite saranno concentrate sul lancio di nuovi prodotti, sull’offerta di nuovi servizi o sul rafforzamento della forza vendita? Sun Chemical non lega il proprio percorso di innovazione del prodotto, ricerca e sviluppo, assistenza tecnica e i servizi ai momenti difficili del mercato. Continueremo con costanza e determinazione il percorso di innovazione tracciato e a potenziare il servizio per renderlo sempre vicino alle esigenze del cliente. Con il 2012 si conclude anche l’anno di drupa, che lascia il posto a un 2013 dove il mercato grafico italiano si darà appuntamento a Grafitalia: quali gli obiettivi raggiunti sull’onda di drupa e quali i traguardi che vi siete posti per il prossimo periodo? Dedichiamo importanti risorse per i principali eventi fieristici nel mondo. Offriamo ai clienti e al mercato certezze per il presente e il futuro, valori che anche nel 2013 troveranno riscontro nella proposizione di prodotti di qualità e in soluzioni veicolate da un network di tecnici e commerciali professionale e dinamico. Quale sarà il vostro “motto” con cui vi proporrete ai clienti per affrontare il 2013 con ottimismo? “Focus on customer!”, Sun Chemical sa fare molto bene due cose: gli inchiostri di grande qualità e dare la massima attenzione al cliente!


Peace of mind Peace of mind Peace of mind Peace of mind 18 trophies were presented at last year´s EDP Award ceremony. A complete list of these honored products trophies were presented 18 18 trophies were presented is available on webpage www.edp-awards.org. at last year´s EDP Award ceremony. atour last year´s EDP Award ceremony. AA complete listlist of these honored products complete of these honored products isisavailable onon our webpage www.edp-awards.org. available our webpage www.edp-awards.org.

18 trophies were presented

EDP Association invites allyear´s manufacturers and Every year experts representing Europe’s leaat last EDP Award ceremony. A complete list of these honored toallfile their new products ding Every trade magazines digital production EDPrepresentatives Association invites manufacturers andproducts expertson representing Europe’s get lea- their EDP Association all manufacturers and Every yearyear experts representing Europe’s leais availableinvites on our webpage www.edp-awards.org. EDP Award toforfile2012/2013. Get more together evaluate and on judge theproduction latest techtheirthe representatives their new products dingto trade magazines digital get for their representatives to file their new products ding trade magazines on digital production get for the EDPon Award for 2012/2013. more together to evaluate and the latest information the proceedings, anGet online entry nological developments – judge products suchtechas for the EDP Award for 2012/2013. Get more together to evaluate and judge the latest techinformation on the proceedings, an online entry nological developments – products such as formand the list of products already submitted software, printing devices, periphery, postpress information on proceedings, an online entry nological developments – periphery, products postpress such as formand listthe of products software, printing devices, as well asthelast year´s EDPalready Awardsubmitted winners on solutions or substrates and materials. of products submitted software, devices, periphery, postpress EDP invites allalready manufacturers Every yearprinting experts representing Europe’s lea- formand as well Association asthe lastlist year´s EDP Award winners on and solutions or substrates and www.edp-awards.org. Out of these submissions the materials. best products in as well as last year´s EDP Award winners on solutions or substrates and materials. www.edp-awards.org. Out ofmagazines these submissions the best productsget in their representatives to file their new products ding trade on digital production each category are to be honoured with an EDP www.edp-awards.org. Out each of these submissions the best products in areand to bejudge honoured with an techEDP for the EDP Award for 2012/2013. Get more together tocategory evaluate thethe latest Award – to convey peace of mind to user and Award – to convey peace of mind to the user and each category are to be honoured with an EDP information on the proceedings, an online entry nological developments – products such as add value for the manufacturer. add– value for the manufacturer. Award to convey peace of mind to the user and formand the list of products already submitted software, printing devices, periphery, postpress add value for the manufacturer. as well as last year´s EDP Award winners on solutions or substrates and materials. www.edp-awards.org. Out of these submissions the best products in each category are to be honoured with an EDP Award – to convey peace of mind to the user and European DigitalPress PressAssociation Association TheThe European Digital add value for the manufacturer. was founded in 2006 by seven European

Austria

Austria Austria

BeNeLux

BeNeLux BeNeLux

Hungary, Romania Italy

Hungary, Romania Italy Hungary, Romania Italy

was founded in 2006 by seven European trade magazines, mainly focusing on digital The European Digital Press Association trade magazines, mainly focusing on digital production technologies. Meanwhile 20 was founded in 2006 by seven European production technologies. Meanwhile 20 member magazines to the EDP Association trade magazines, mainly focusing on digital member magazines to the EDP Association cover most countries of Europe, serving production technologies. Meanwhile 20 cover most ofreaders. Europe, serving more thancountries one million member magazines to the EDP Association more than one million readers. cover most countries of Europe, serving more than one million readers. The European Digital Press Association Czech Republic Denmark Finland France was founded in 2006 by seven European Czech Republic Denmark Finland France focusing on digital trade magazines, mainly production technologies. Meanwhile 20 Czech Republic Denmark Finland France Norway Poland Russia Spain Sweden member magazines to the EDP Association cover most countries of Europe,Sweden serving Norway Poland Russia Spain more than one million readers. Norway

Poland

Russia

Spain

Sweden

Germany

Greece

Germany Germany

Switzerland

Greece Turkey

Greece

UK, Ireland

Switzerland

Turkey

UK, Ireland

Switzerland

Turkey

UK, Ireland


RUBRICA di Giuseppe Bosio

Giuseppe Bosio è operativo nell’industria tessile dal 1978, presso l’azienda di famiglia. Nei primi Anni Ottanta inizia un percorso professionale che lo condurrà alla Direzione in ambito commerciale, Ricerca e Sviluppo presso grandi aziende tessili manufatturiere italiane attive a livello internazionale. Da anni le sue competenze in ambito di ricerca, sviluppo, formazione delle reti commerciali e vendita sono al servizio anche del mercato della sublimazione.

Sublimazione

Tessuti e sublimazione: facilità, semplicità, no-panic! giuseppe.bosio@gmail.com

IL TESSUTO IN TRE MOSSE FILATI

TESSUTI TESSITURA FINISSAGGIO

I PUNTI UNIVERSALI DEL TESSUTO Quando si parla di tessuti, tutti, a prescindere da qualsiasi possibile impiego o tipologia, è fondamentale chiarire prima che si parla di “filati” che richiedono la “tessitura” e, quindi, una serie di operazioni di “finissaggio” . Troverete, quindi, spiegazioni utili per comprendere che tipologie di filati esistono sul mercato, con forte connotazione alla stampa sublimatica, non tralasceremo di parlarvi di caratteristiche tecniche fondamentali e distintive che, attraverso le operazioni di tessitura rendono più o meno utile il prodotto finito in base all’impiego finale. Utilizzo che non può non tener conto delle molteplici proprietà conferite al supporto dalle operazioni di finissaggio.

42

L’argomento che affronteremo in questa nuova rubrica ha lo scopo di informarvi sull’interessante e moderno universo dei tessuti per la stampa sublimatica. L’idea nasce a seguito della mia visita alla passata edizione di Viscom Italia, dove ho avuto l’ulteriore conferma di due realtà di mercato contrapposte: la continua crescita nella proposta di attrezzature per la stampa in sublimazione diretta sul tessuto e, contemporaneamente il perdurare del timore – devo dire giustificato – nell’affrontare l’utilizzo dei tessuti per la tecnologia di stampa sublimatica. Timore dovuto essenzialmente alla mancanza di informazione e preparazione del mercato rispetto all’universo dei tessuti. Lo stesso mercato che, invece, conosce molto bene tutti i dettagli dei più comuni supporti di stampa che trovano applicazione ormai da decenni nella comunicazione visiva. TESSERE IL FUTURO Come è noto, l’uomo ha paura di ciò che non conosce e da qui proviene la giustificazione del timore, ma allo stesso tempo mi chiedo come sarebbe ora la vita

se non ci fossero state persone che con coraggio e umiltà si fossero messe in gioco alla scoperta del “nuovo”. Non sono certo io nella condizione di dare risposte certe e uniche, ma la storia – soprattutto in campo imprenditoriale! – dimostra che chi non si guarda attorno, rischia di trovarsi con l’azienda di colpo invecchiata, in molti casi, irreversibilmente. Sono rimasto quindi stupito che, dopo oltre cinque anni dalle prime avvisaglie della tendenza di utilizzare il tessuto come alternativa ai materiali classici per la comunicazione visiva, fossero ancora pochi, in proporzione al mercato, coloro che hanno prima approfondito e poi completato la loro produzione con la tecnologia tessile. Una situazione dettata, dal mio punto di vista, non solo per la crisi ma soprattutto per paura e timore di “tessere il loro futuro”… DA DOVE SIAMO PARTITI Mentre stavo riflettendo su tutti questi aspetti, mi sono trovato di fronte allo stand di Sunnycom publishing, la casa editriche che pubblica la rivista che stringete tra le mani in questo momento! Da questa riflessione è nato


un propositivo confronto con la redazione e l’editore, Edoardo Decio, il quale ha condiviso la stessa percezione del mercato durante gli incontri da lui intercorsi con alcune aziende del settore. Da qui, la voglia e il desidero di creare questo spazio per spiegare – a voi stimati lettori! – con il linguaggio più semplice e chiaro che mi sarà possibile, il mondo dei tessuti con particolare attenzione all’universo della sublimazione. Lo scopo è quello di aiutarvi a fare chiarezza e comprendere al meglio i tessuti per la sublimazione e la loro funzionalità per il business della stampa e della comunicazione. IL PIANETA DELLA SUBLIMAZIONE TESSILE Il tema della mia rubrica sarà essenzialmente rivolto al pianeta dei tessuti per la sublimazione, ma per una migliore comprensione e competenza, ritengo basilare dare una breve e sintetica spiegazione di quella galassia che è il mondo tessile, in modo da poterci poi concentrare sulla sublimazione che, a sua volta, si divide in “due satelliti”. Il primo è il tradizionale trasferimento termico o transfer (le cui attrezzature sono trattate specificatamente e con competenza in un’altra rubrica della rivista) e, quello più recente, della stampa diretta su tessuto. A prescindere da qualsiasi composizione e utilizzo finale, i tessuti si ottengono con l’unione di tre componenti: i filati, la loro tessitura e, infine, la nobilitazione che avviene attraverso una serie di finissaggi. I filati si suddividono in tre macro categorie: naturali, artificiali, sintetici. Come è facile intuire, i primi sono di origine naturale e non viene modificata la loro struttura molecolare, ma solo ripuliti e resi maggiormente filanti per agevolare le successi-

LE COMPONENTI E IL LORO UTILIZZO FINALE A prescindere da qualsiasi composizione e utilizzo finale, i tessuti si ottengono con l’unione di tre elementi: i filati, la loro tessitura ed infine la nobilitazione che avviene attraverso una serie di finissaggi.

ve lavorazioni. I prodotti artificiali si ottengono miscelando la cellulosa con prodotti chimici modificando quindi artificialmente la loro molecola iniziale e ottenendo un prodotto finale che, pur mantenendo alcune caratteristiche delle fibre naturali, ne aumenta le resistenze. Questi si differenzino dai prodotti originati da manipolazioni per la creazione dei filati artificiali, composti essenzialmente da cellulosa addizionata artificialmente da componenti di origine prevalentemente chimica. Infine, troviamo i filati sintetici che si ottengono scindendo il petrolio ed aggiungendo alcuni componenti chimici alle molecole così separate. Da queste si ottengono varie tipologie di filati, fra cui i nomi più noti sono: poliammide, polipropilene, acrilici, polietilene e il poliestere che per le sue caratteristiche tecniche risulta essere il più adatto per la sublimazione.

TESSITURA IN 4 MOSSE Quattro sono le grandi famiglie tecnologiche che rendono possibile la tessitura del filato: ortogonale (più nota come navetta), maglieria, tessuto non tessuto (o TNT) e Tufting (per tappeti e moquette). Non esistono particolari problematiche che impediscano l’utilizzo di qualsiasi tessitura nella produzione sublimatica ma solo delle limitazioni dovute alle caratteristiche delle macchine da stampa. DOVE SI FINISCE Le fasi operative dei finissaggi corrispondono alla “nobilitazione dei tessuti”. Questa necessita di alcuni step di predisposizione del tessuto (la sua preparazione al finissaggio) corrispondente, quindi, alla reale creatività dell’uomo che le ha ideate. Prevede una componente “strategica” che ne determina il risultato fi-

nale. Mi spiego meglio: partendo dalla stessa materia prima o dallo stesso tessuto greggio, si possono ottenere dei risultati completamente diversi tra loro. Anche per la sublimazione esistono delle peculiarità da tenere presente in fase di finissaggio in funzione del suo impiego. Come abbiamo spiegato, il tessuto è un insieme di tre componenti e il loro assemblaggio viene deciso anche in funzione dell’utilizzo finale a cui è destinato il prodotto. Per chi ancora non conoscesse le condizioni di lavorazione della stampa in sublimazione sia transfer che diretta, va detto che questa utilizza tre parametri contemporaneamente: temperatura, velocità e pressione, quindi, tutti i componenti usati devono sopportare tali stress… Da questo punto, nella prossima uscita tratteremo di filati e come renderli più idonei per la stampa in sublimazione.

43


RUBRICA di Vainer Gilioli

Da diversi anni si occupa di consulenza, formazione e certificazione nel mondo editoriale, prestampa e stampa digitale. Relatore in diversi seminari sulle soluzioni per le arti grafiche, dell’editoria, e dei flussi di lavoro di creazone e gestione dei file PDF in produzione. Oltre ad aver elaborato personalmente soluzioni per la prestampa è consulente di importanti gruppi editoriali e fa parte del gruppo di esperti (Guru) consulenti per Adobe Italia.

Prestampa

Automazione: lavorare meglio risparmiando vainer.g@gmail.com

WORKFLOW E DINTORNI

UNA SUITE WORKFLOW FIRMATA EFI FIERY Efi ha annunciato l’introduzione della Suite FieryWorflow, che offre un flusso di lavoro unico, completamente integrato, dall’invio del lavoro e aspetti gestionali alla schedulazione, preparazione e produzione per un nuovo livello di produttività. I prodotti della Suite Fiery Workflow sono progettati per essere integrati con il front-end digitale Fiery Efi, leader industriale. La suite comprende applicazioni per l’invio dei lavori, prestampa, preparazione, profilazione e gestione colori, personalizzazione, e gestione dell’output. La Suite si integra anche con i sistemi Efi Web-to-Print e Print Mis, offrendo un set avanzato di prodotti end-to-end ideali per raggiungere livelli elevati di automazione e redditività.

44

Una delle realtà del lungo periodo di crisi che stiamo vivendo è che il mondo del lavoro e il modo di lavorare sono cambiati, ed è necessario, per le aziende effettuare un cambio di mentalità per restare al passo con i tempi. Le aziende delle arti grafiche, come quelle di tutti i settori, devono far fronte a questa realtà, ma per loro questo cambiamento è ulteriormente complicato dalla tradizione e dalla mentalità dell’artigiano che sono parte integrante di questo mondo. Il concetto di automazione rende da sempre un po’ diffidenti i professionisti delle arti grafiche, per tutta una serie di motivi, soprattutto perché hanno sentito negli anni di esperienze negative a riguardo, senza però mai averle toccate con mano direttamente o sperimentate di persona. Però, una volta che gli imprenditori grafici si prendono il tempo per analizzare e comprendere i vantaggi dell’automazione, ed eventualmente per testarla in azienda, la maggior parte di essi si rende conto che “il gioco vale la candela” e che i vantaggi sono indubbi.

AUTOMATIZZARE È COMPLICATO? È fondamentale analizzare cosa è importante e ha senso automatizzare perché non si può automatizzare tutto e tutto insieme! Le modalità di implementazione sono importanti: io sono convinto che implementare soluzioni di automazione sia meno complicato di quanto molti ritengano; l’importante è una buona l’analisi del flusso produttivo sul quale si vuole intervenire, da effettuarsi assolutamente insieme al cliente e successivamente suddividerla in singole fasi (es. ricezione file; controllo; correzione; prova di stampa; imposizione ecc.), per poi intervenire step by step sequenzialmente su ogni singola fase. In questo modo si introducono i cambiamenti in maniera graduale senza grandi stravolgimenti tutti in una volta, che invece possono ottenere un rallentamento della produzione invece di un miglioramento. AUTOMATIZZARE È COSTOSO? La maggior parte delle soluzioni di automazione sono sistemi


complessi, proprietari e costosi. Fortunatamente, esistono anche soluzioni alternative a questi sistemi che sono modulari, facili da usare, economiche e create da produttori presenti da anni sul mercato e perciò di sicuro affidamento. Possiamo prendere ad esempio Enfocus – per citare un brand conosciuto – con la sua soluzione Switch che permette di lavorare e automatizzare applicazioni di terze parti, ma sicuramente utilizzate da tutti come ad esempio Adobe InDesign, Adobe Photoshop, Adobe Illustrator, Quark Xpress e tante altre. QUALI SONO I BENEFICI? Il vantaggio di adottare una soluzione di automazione modulare e scalabile consiste nella possibilità di centellinare l’investimento, installando solo i moduli che servono per automatizzare specifiche funzioni, e mano a mano che le esigenze aumentano aggiungere solo le funzionalità richieste,sfruttando la scalbilità di questi prodotti. Da considerare che le soluzioni di automazione consentono di ottimizzare i flussi produttivi senza stravolgere le abitudini quotidiane fornendo all’azienda diversi vantaggi come ad esempio: - Ridurre gli errori e i costi di produzione; - Diminuire il tempo tempo di produzione. L’automazione consente di aumentare l’efficienza senza aumentare i costi e di aumentare la velocità di produzione riducendo sprechi e costi. DA DOVE COMINCIARE? Con il termine “automazione” si intende la creazione di un flusso di lavoro per le arti grafiche che esegua un’azione o

WORKFLOW E WEB-TO-PRINT La tendenza attuale da parte dei fornitori di soluzioni software per i flussi di lavoro per aziende grafiche che offrono il Web-to-Print è di mettere a punto prodotti definiti “multifunzione”. Questi ultimi uniscono infatti le prestazioni delle piattaforme di gestione dei portali di e-commerce con soluzioni per la gestione dei flussi a più stadi, che automatizzano l’imposizione tipografica, l’aggiunta di tracciati di taglio, barre dei colori, filigrana, rotazione e inserimento pagine, ecc. – tutto quello che serve per preparare in maniera efficace lavori per il processo di produzione.

una combinazione di azioni sui file di produzione, il layout, i file Pdf, le immagini o altri tipi di file, più o meno automaticamente. Ci sono svariate applicazioni e processi di produzione che, senza ombra di dubbio, possono beneficiare di grandissimi vantaggi se dotati di processi di automazione: tra questi possiamo includere attività come ad esempio l’invio delle notifiche in caso di errore o e-mail di conferma ai clienti; trasferimento automatico dei file da Ftp, sistemi Web-to-Print, o invio a specifici server di produzione, l’esecuzione di funzioni di editing sulle immagini quali il ridimensionamento o la correzione del colore, il preflight, l’imposi-

zione, l’ottimizzazione di Pdf per il web o per i tablet, l’interazione con sistemi Mis ed Erp o anche una serie di altri flussi di lavoro di terze parti; e tanti altre ancora. COME FUNZIONA IN PRATICA... Ad esempio possiamo cominciare analizzando e creando un workflow per automatizzare la seguente serie di attività ripetitive: - Download automatico di file dal server Ftp; - Invio della notifica di conferma di ricezione via e-mail; - Ordinamento dei file in base al tipo di file, metadati e condizioni;

- Conversione di documenti nativi in file Pdf pronti per la stampa; - Preflight e correzione dei file Pdf. Per creare il flusso che vedete schematizzato nella figura in alto ho utilizzato Enfocus Switch, disegnando i vari step del workflow semplicemente trascinando le varie icone e collegandole nella sequenza desiderata. Più semplice di così! Una delle sue caratteristiche principali di questa soluzione, oltre alla semplicità estrema, è che si tratta di un’architettura completamente aperta e per questo in grado di gestire qualunque tipo di file creato in qualsiasi applicazione.

45


RUBRICA di Tiziano Zanotti

Perito grafico diplomato nel 1981, Tiziano Zanotti ha frequentato un master di “Informatica applicata e Telematica” all’Università Pontificia Salesiana di Roma, Facoltà di Didattica e Scienze dell’Educazione. Il suo percorso professionale si è articolato tra esperienze di insegnamento presso la Scuola Grafica “San Zeno” e attività di assistenza per le aziende grafiche alla certificazione ISO 9000 e di organizzazione e gestione costi aziendali. Autore di diversi testi, dal 2005 è coordinatore della Scuola Grafica Cartaria “San Zeno” di Verona.

Formazione

La formazione professionale grafica sta facendo la propria parte t.zanotti@sanzeno.org

A SCUOLA DI STAMPA...

VIAGGIO AL CENTRO DELLA FORMAZIONE GRAFICA PROFESSIONALE ITALIANA Dallo scorso numero di Italia Publishers abbiamo iniziato un percorso alla scoperta delle realtà formative italiane che contribuiscono alla preparazione delle figure professionali a servizio del settore grafico. Abbiamo esordito con il Presidente di Enipg, Marco Spada, che ci ha fornito una panoramica sullo stato dell’arte della formazione professionale nel nostro Paese, per proseguire, in queste pagine, dando spazio alla prima scuola della serie che abbiamo selezionato, con un articolo a firma di Tiziano Zanotti, coordinatore della Scuola Grafica “San Zeno”.

46

NUOVE PROFESSIONALITÀ PER L’INDUSTRIA GRAFICA Lo scenario che si sta prefigurando dopo questa congiuntura particolarmente sfavorevole per il comparto grafico tradizionale è quello di non avere più aziende “generaliste” ma, viceversa, molto “verticali”, con spiccate specializzazioni di prodotto o di fase/area. Le persone che vi opereranno all’interno, indipendentmente dal ruolo che copriranno, dovranno provenire necessariamente da percorsi professionali grafici di tipo evoluto e il più completi possibili. È sempre maggiore il numero delle competenze che ogni ruolo previsto in un’azienda grafica 2.0 richiede e non c’è più il tempo per apprendere tutto ciò in azienda. Per la preparazione di queste figure non sarà più sufficiente un percorso professionale triennale, servirà almeno la preparazione derivante da un percorso quinquennale con il conseguimento del diploma di Perito Grafico, a prescindere dal ruolo che ricoprirà. Le aziende si stanno sempre più orientando a questo standard.

La discussione sulle future figure professionali del comparto grafico è aperta, non si hanno certezze e servirà ancora un po’ di tempo per avere un quadro di riferimento più chiaro. Qualcosa comunque, al di là dei profili definiti sui documenti ministeriali o regionali, si può e si deve definire. Nel comparto Grafico, o forse sarebbe meglio chiamarlo della Comunicazione, non è sempre ben definito il confine tra “forma” e “contenuto”, tra “operatore” e “gestore”, tra un’azienda che semplicemente produce prodotti stampati (i cui contenuti sono stati definiti da qualcun altro) e chi, invece, offre anche il servizio sulla preparazione dei contenuti da comunicare o sulla scelta dei diversi media. Di conseguenza il livello di preparazione delle figure professionali sarà chiaramente diverso. IL RUOLO DELLA SCUOLA L’urgenza è diventata di gestione quotidiana per strutture tipo “San Zeno”. Al primo posto c’è la necessità costante, necessaria, inderogabile e vitale dell’aggiornamento professionale degli insegnanti dell’area


professionale. Da una parte la scuola deve creare e offrire le occasioni di aggiornamento e avanzamento professionale dei propri insegnanti e, dall’altra, deve “muovere” la passione, la curiosità e l’autoaggiornamento che guida le persone a cui piace il proprio lavoro. La scuola è fatta dagli insegnanti, non ci sono dubbi. Il secondo aspetto, strettamente collegato al precedente, è l’adeguamento tecnologico delle strutture laboratoriali della scuola. Non ci si riferisce alle macchine da stampa ma all’hardware e al software di ultima generazione. Non ultimo il fatto di andare a rimodulare, con frequenza annuale, i percorsi professionali, in termini di contenuti e di competenze, proprio per allinearli alle ultime novità del settore. Nella nostra scuola grafica è nato un gruppo di lavoro denominato SNP (Studio Nuove Professioni) che si ritrova con frequenza bimestrale con esperti e imprenditori “evoluti” con i quali si ragiona sui possibili scenari futuri del settore. I CORSI DEL “SAN ZENO” La durata del corso è di 3 anni a tempo pieno, con un impegno settimanale di 32 ore. Al termine del 3° anno lo studente sarà in grado di affrontare due verifiche: la prima con una Commissione Regionale, per il conseguimento della qualifica professionale regionale, e l’altra è l’ammissione all’Istituto Tecnico Tecnologico Grafico, che gli consente di proseguire gli studi per conseguire il diploma di “Perito in Arti Grafiche”. Le materie di studio sono divise in aree: area professionale: esercitazioni pratiche nei reparti, disegno grafico e progettazione dello stampato, tecnologia grafica generale; area culturale: italiano, storia, cultura

GLI INDIRIZZI DIDATTICI DEL CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE “SAN ZENO” DI VERONA La Scuola Grafica Cartaria fa parte del Cfp (Centro di Formazione Professionale) “San Zeno” di Verona che, a sua volta, appartiene all’Istituto Salesiano “San Zeno” di Verona; il Cfp, oltre all’indirizzo grafico, annovera un indirizzo meccanico e un indirizzo elettrico ed energia. Nello stesso Istituto è presente anche un Itt (Istituto Tecnico Tecnologico) con percorso quinquennale sempre con i tre indirizzi industriali. L’indirizzo grafico comprende il percorso universitario di “Storia e Tecniche della Comunicazione Grafica e Multimediale” gestito da IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia). www.scuolagrafica.sanzeno.org

civica e religiosa, inglese; area scientifica: matematica, fisica, chimica. Il lavoro in aula è alternato e alleggerito dalle esercitazioni pratiche nei laboratori. Attualmente le qualifiche professionali presenti sono 4: tecnico progettista grafico, operatore multimediale, operatore di prestampa, operatore di stampa. La scelta si effettua al termine del primo anno di formazione e permane per i successivi due. PROGETTI FUTURI Offrire agli studenti un ambiente dinamico, innovativo, con la

giusta e reciproca laboriosità e serietà in quello che si sta facendo è il nostro obiettivo: in questo senso ci viene incontro la tecnologia. Da quest’anno un gruppo di studenti usa l’iPad come strumento didattico ausiliario al libro cartaceo e con innumerevoli altri plus. È una sperimentazione che coinvolge altre 5 scuole salesiane in Italia. Tale attività sta ridefinendo il modo di fare scuola, sia per gli insegnanti sia per gli allievi. La Scuola Grafica “San Zeno” è cosciuta nel mondoo grafico italiano per la pubblicazione, nel

1994, del libro “Tecnologia Grafica”. Stiamo riscrivedo la quinta edizione con veste e modalità tutte nuove. Il progetto è partito e le prime bozze sono già pronte. Con Atif (Associazione Tecnica Italiana per lo sviluppo della Flessografia) stiamo definendo un progetto per la costituzione di un Polo Tecnologico sulla Flessografia. Resta da chiedersi: la formazione continua che abbiamo svolto a favore di molte aziende ha portato benefici? Ha consentito loro di sopravvivere alla crisi? Servirà altro? Il dubbio rimane.

47


campagna abbonamenti sunnycom publishing

non stare solo a guardare. se anche tu vuoi essere il protagonista

tieniti aggiornato

AGFA GRAPHIC

S

dicembre 2012

| gennaio 2013

10

Italia Publishers Magazine è la rivista business to businessUnleader in Italia bel Letto Pi ano, che da oltre 20 anni monitora e orienta il mercato della produzione di comunicazione un’ottima immagine. stampata con focus sulla stampa digitale di piccolo e grande forrmato. :Anapurna M2540 FB è una stampant con tecnologi e a letto a UV Curable dedicata ai produttor piano, ad alta velocità, La stampante fornisce stampe i di con qualità fotografi insegne, pannelli e display. su supporti con spessore fino ca per interno a 5 cm. ed esterno Con una velocità di stampa fino a 45 m , :Anapurn per moltiplica re il valore del a M2540 FB è vostro investime progettata nto.

Letto Piano vero,

qualità vera,

valore vero!

Compila e invia il modulo via posta a sunnycom publishing srl, via stromboli 18, 20144 milano o via fax al n. 02.43400509. Il servizio abbonati è a tua disposizione al numero di telefono 02.48516207 o via email: abbonamenti@sunnycom.it Agfa Graphics Srl Via Gorki 69 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02.30088.1 email: agfagraphics .it@agfa.com

Abbonamento annuale 4 numeri euro 20,00*

Abbonamento annuale 8 numeri euro 40,00*

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00*

Abbonamento biennale 8 numeri euro 35,00*

Abbonamento biennale 16 numeri euro 75,00*

Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

10

dicembre 2012 / gennaio 2013 italiapublishe rs.sunnycom.i t

Survey i risult i: di mercaat to 2012 SPEC

Le teste di stamIALE del wide formpa at TECNOLOG

IE Nobilitazion e dell stampa digital a e

I miei dati Azienda ...................................................................................................... Settore ............................................................................................... Nominativo ............................................................................................................................................................................................................. Indirizzo .................................................................................................................................................................................................................. CAP ................................. Città ......................................................................................................................................... Prov. ........................... Tel. ............................................................................................................. Fax ..................................................................................................... e-mail ......................................................................................................... Sito ..................................................................................................... Scelgo di pagare con: assegno non trasferibile allegato alla presente intestato a: sunnycom publishing srl versamento in C.C.P. n° 31.99.32.07 intestato a: sunnycom publishing srl *Prezzi validi solo per le spedizioni in Italia. Per l’estero l’abbonamento raddoppia. Informativa ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003: i dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è sunnycom publishing srl, via stromboli, 18 - milano (mi). Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché chiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Con la compilazione della presente scheda, lei acconsente alla raccolta dei dati forniti e alla loro comunicazione ai nostri partner commerciali, al fine di poter ricevere informazioni e offerte commerciali. In caso di dissenso barri la casella qui a fianco.


Italia Publishers n. 01/2013  

Italia Publishers n. 01/2013

Italia Publishers n. 01/2013  

Italia Publishers n. 01/2013

Advertisement