Page 25

decori di tutta la produzione ceramica. Nel ’64 inizia l’insegnamento di incisione calcografica nell’Istituto d’arte di Ascoli Piceno, spinto e proposto dal suo maestro Leonardo Castellani. In quella città rimane nove anni per poi passare ad insegnare nelle Scuole medie in provincia di Forlì. Dal ’99 si dedica esclusivamente alla sua passione d’incisore.

NAPONELLI TONINO - È del 1925, frequentata la Scuola d’arte e si diploma nel ’43. Il desiderio d’iscriversi all’Accademia svanisce con la morte improvvisa del padre e con i bisogni contingenti della vita per cui si fa assumere dalla fabbrica Mengaroni e vi resta sino al ’49. Va poi in Puglia ed insegna per due anni nell’Istituto d’arte di Lecce. Rientrato a Pesaro, torna a lavorare nella Mengaroni per passare a San Marino dal ’54 al ’58 e successivamente nella fabbrica Molaroni. Nel ’70 si licenzia per dedicarsi completamente alla vecchia passione di dipingere a cavalletto. Si può dire di lui che abbia abbracciato con estrema sensibilità e bravura tutte le correnti artistiche, dal tradizionale al moderno più avanzato.

PANDOLFI GABRIELLA - Pesarese, frequenta giovanissima la Scuola d’arte e quindi il biennio di Magistero artistico di Firenze. Nel periodo pesarese fa pratica sia nella fabbrica Molaroni che nel laboratorio Franceschini. Una volta diplomata inizia l’insegnamento prima nelle Scuole medie d’Ancona e dopo nelle Magistrali di Pesaro. Per esigenze familiari, il marito commercia con l’estero, ottiene il prepensionamento e si trasferisce in Grecia, ad Atene, dove si ferma cinque anni. Nell’87 torna a Pesaro e riprende a dipingere, lavora per importanti gallerie milanesi e idea prototipi decorativi per stoffe su commissione di ditte di abbigliamento italiane ed estere. Non ama seguire correnti di sorta, predilige la sperimentazione ed esprimersi liberamente nelle varie tecniche su vetro, mattone, metallo…

Profile for Silvio Picozzi

Amici della ceramica Pesaro - Catalogo  

Amici della ceramica Pesaro - Catalogo  

Advertisement