Page 97

A Montecarlo invece di farci scalare il Col de Turini, ci fanno spazzolare piazzali… questi americani…

trovasse in un gioco di Skate, con la differenza che il nostro piede non premerà il cemento bensì un pedale in grado di scatenare centinaia di cavalli. Questo significa che se con Dirt e Dirt 2 vi siete divertiti, avverrà lo stesso anche con questo terzo capitolo, ma solo se si terrà conto della corrente “atlantica” che caratterizza circa la metà del gioco. Già, la metà: Dirt 3 non sì è del tutto americanizzato, ma ha mantenuto, come nei predecessori, un piede ben saldo nel rally classico, fatto di tappe in singolo e corsa contro il cronometro. Anche se Ken Block ha ormai definitivamente soppiantato il compianto McRae, Codemasters sa bene che un gioco sullo sterrato, per non perdere una grossa fetta di aficionados, non può prescindere dalla corsa a tappe, gradita soprattutto dai puristi e da coloro che hanno amato Codemasters per quei due capitoli per

PSOne/PC, all’epoca ancora targati “Colin”. Pertanto, ecco mantenuta la dose di prove speciali, che è possibile affrontare con un nutrito numero di vetture tra cui scegliere, sia del presente che del passato. Il purista saprà anche apprezzare i sottili miglioramenti apportati alla

discussione invece è il primato tecnico, fatto di una grafica sempre più spettacolare e ricca di dettagli, e di un sound eccellente dove il brontolio degli scarichi, le percosse dei ritorni di fiamma e la graniglia di sterrato che pettina la carrozzeria ricreano la sinfonia perfetta per

“Codemasters continua a puntare sempre più sugli States e sulla loro innata capacità di spettacolarizzare gli eventi sportivi” fisica del gioco, che ora richiede un pizzico di concentrazione in più nell’anticipo dell’impostazione delle curve e nella ricerca del grip della vettura, specie nei cambi di superficie. Il tutto rimane ancora in ambito piuttosto arcade, ma del resto, vista l’attuale mancanza di veri simulatori per questa disciplina, Dirt 3 finisce con l’essere il compromesso attualmente più credibile sul mercato in quanto a controllo dell’auto. A non essere mai in

ogni petrol-head accomodatosi davanti al televisore. Ottimo mix quindi? Beh, spesso succede che a volere accontentare tutti si finisce per non accontentare nessuno. Probabilmente non è il caso di Dirt 3, che sicuramente allieterà la maggioranza dei giocatori con le sue qualità. Certo è che se speravate in un forte ritorno dei Rally nella serie, qualche rimpianto potrebbe zavorrare la vostra esperienza in modo marcato.

PLAYERS 06 PAGINA 97

Profile for Players

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Advertisement