Page 86

games | Intervista

Intervista a Cd Projekt a cura di Players Magazine

L

a quasi totalità dei giochi di ruolo che sono in commercio ha come ambientazione un mondo fantasy o, più raramente, fantascientifico. Ritieni sia possibile svilupparne uno ambientato cronologicamente ai giorni nostri? Come lo vedresti? È sicuramente un’idea interessante. Mi piacerebbe molto vedere un RPG con ambientazione contemporanea. Tuttavia sarebbe piuttosto difficile riuscire ad armonizzare tutte le caratteristiche fondamentali del genere. Sarei curioso per esempio di vedere quali mostri si incontrerebbero, che aspetto avrebbe il proprio party, e la cosa più importante di tutte: i dungeon. Non ci sono molti esempi di ambientazione ai giorni nostri, quindi come giocatore e come sviluppatore provo sempre molto interesse verso quei prodotti che provano ad abbattere le barriere dei setting più comuni. Talvolta i videogiochi vengono tacciati di avere pessime sceneggiature, ma non è sicuramente il caso di The Witcher. Quanto ha contribuito, da questo punto di vista, il fatto che la saga sia basata sugli scritti dell’autore po-

PLAYERS 06 PAGINA 86

lacco Andrzej Sapkowski? È stato coinvolto nello sviluppo del gioco? Cosa ne pensa Sapkowski del vostro prodotto? Sapkowski ha creato il mondo in cui la saga è ambientata. Noi vediamo la nostra opera come l’atto di costruire un edificio utilizzando materiali già pronti e adeguati al ruolo. È sicuramente un vantaggio rispetto ad altri sviluppatori che devono basarsi su mondi fantasy generici. Cerchiamo di carpire dai libri di Sapkowski il più possibile in termini di setting, cultura, etc., ma la storia è nostra e completamente originale. Riguardo la sua opinione sul nostro gioco… Gli è piaciuto molto il nuovo look di Geralt. Il motto del gioco The Witcher è affascinante: “Non esiste il bene o il male: solo azioni e conseguenze”. Quali sono state le conseguenze di aver deciso di pubblicare The Witcher 2 solo su PC, escludendo il mercato console? The Witcher 2 è stato realizzato direttamente con il PC in mente. Si avvale pienamente di tutte quelle caratteristiche che puoi trovare esclusivamente su un home com-

puter. D’altra parte questo non significa che non vorremmo realizzare una versione per console. Ci piacerebbe, ma attualmente la nostra priorità è completare la versione PC, ed è lì che stiamo concentrando ogni risorsa. L’edizione regolare di The Witcher 2 uscirà nei negozi il 17 maggio e sarà disponibile anche una strepitosa Collector’s Edition. Alcuni pensano che il Digital Delivery sia il futuro, ma personalmente spero che ci sarà sempre spazio anche per edizioni limitate come questa. Quale direzione pensi che prenderà il mercato nel futuro? Penso ci sia spazio per entrambe le distribuzioni, sia digitale che fisica. Io per esempio preferirei sempre avere una scatola sulla mensola, con tutto quello che contiene. D’altro canto ci sono persone che non vorrebbero nemmeno disturbarsi ad uscire per comprare giochi in negozio, e per loro la distribuzione digitale è perfetta. Per riassumere: non penso che la distribuzione digitale annullerà quella fisica. Penso possano coesistere tranquillamente.

Profile for Players

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Advertisement