Page 74

musica | recensioni

Vecchie e nuove onde di Matteo Del Bo

joycut

-Ghost Trees Where to desappearPILLOWCASE RECORDS

Selezionati per voi: Garden Grey, L@M, Gtrc

I

JoyCut nascono a Bologna, nel 2001, ma dopo dieci anni di carriera e un disco come Ghost Trees Where To Disappear a sentirli non si direbbe. Quello che traspare dalla loro musica, oltre a un evidente soddisfazione dei propri mezzi e completezza artistica maturata durante la loro carriera, è il suono dell’Inghilterra degli anni ‘80. La produzione del disco è affidata a Jason Howes (già con Block Party e Arctic Monkeys) e registrato presso lo studio londinese The Premises, interamente alimentato a energia solare, perché i nostri prestano particolare attenzione all’ambiente, tanto da rilasciare il loro disco in materiali 100% ecocompatibili oltre a costruire l’in-

PLAYERS 06 PAGINA 74

tero concept dell’album su tematiche ecologiste. È la storia di Signor Uomo quella narrata nei 42 minuti di musica che fluiscono dalle casse dello stereo, che stanco dello stupro, figlio della modernità, perpetuato ai danni della Natura, parte alla ricerca di un rifugio che lo possa accogliere. È una storia narrata attraverso un rock trasversale, coperto di elettronica, che gioca a rimescolare le carte di un ventaglio di influenze palesi, quali Joy Division e The Cure, ma rielaborate con perizia tale da costruire un disco che premia l’ascoltatore con una grande varietà di situazioni, pur sempre prediligendo un approccio sognante, teso a cullare gentilmente il pubblico senza

però tralasciare elementi importanti come ritornelli e cori catchy. La voce è sempre in bilico fra il lamento e il sussurro, l’elettronica è perfettamente amalgamata nel contesto, tanto da diventare colonna portante delle canzoni quanto le chitarre; il piano diventa un accompagnamento indispensabile, creando un alchimia invidiabile che genera un suono con una forte impronta personale, impresa di certo non facile per chi cerca di farsi strada in un momento musicale dove parecchie band contemporanee pescano a piene mani dagli anni ‘80. Indubbiamente un disco consigliato a tutti gli amanti della scena new wave attuale e passata.

>>ASCOLTA IN STREAMING THE GRAMOPHONE <<

Profile for Players

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Players 06 (Free Edition)  

Players è intrattenimento per menti sveglie e affamate. Con un'attitudine vagamente geek, gusto per il bello e una sincera volontà di propor...

Advertisement