Page 40

che, seppure in scala molto maggiorata, occorrono per ottenere i requisiti di durabilitĂ , sicurezza ed ergonomia all’inWHUQRGLDPELHQWLFRPSOHVVLVLDLQWHUPLQLGLĂ XVVLGLWUDIĂ€FR che di normativa. Ho disegnato un Super-Smartphone, un apparato che contiene le medesime tecnologie del telefonino che sta nelle tasche ma che è integrato nel sistema informativo del luogo che lo ospita, che può essere condiviso con messaggi univoci destinati a tutti coloro che lo incontrano lungo il loro percorso o nelle aree di attesa, con l’informazione giusta e con il FRQWHQXWRSLDGDWWRLQRJQLVSHFLĂ€FDORFDWLRQ La scala piĂš grande e alcune necessitĂ  statiche mi hanno consentito di allontanarmi abbastanza naturalmente dalla semplicitĂ  formale, oramai quasi esasperata dei nuovi smartphone. Di fatto si tratta di un parallelepipedo perfetto di circa 3 metri e mezzo di altezza, largo un metro e spesso 15 cm. Tutto, schermi, tecnologia e collegamenti stanno lĂŹ dentro. Da solo non resisterebbe integro nemmeno una giornata all’interno di un aeroporto, o in una stazione; per questo ho disegnato una protezione perimetrale formalmente simile a quelle che utilizziamo per proteggere i nostri telefonini dagli impatti accidentali e dalle cadute, ma strutturalmente diversa, autoportante e indipendente dagli schermi che “galleggianoâ€? all’interno di questo perimetro, staccati di poco lungo i lati maggiori, molto di piĂš da quelli minori. Questa scelta mi ha consentito di alzare gli schermi da terra quanto basta per portarli fuori dalla portata dei carrelli 38

Navi Volanti  

Tre progetti per il futuro prossimo venturo della comunicazione DOOH

Navi Volanti  

Tre progetti per il futuro prossimo venturo della comunicazione DOOH

Advertisement