Page 53

Nella pagina a fronte, dall’alto: il laboratorio; la collezione di vetri zoomorfi disegnati da Luca Scacchetti. In questa pagina, dall’alto e da sinistra: vaso a spicchi creato da Elvilino Zangrandi con Sperimenta Design; i sei spicchi scomposti; vaso disegnato da Toshiyuki Kita; vaso disegnato da Alessandro Mendini.

Le opere create dai maestri vetrai nei giorni di fiera venivano esposte in apposite vetrine. Il programma prevedeva due momenti di lavoro nei giorni di fiera, dal 19 al 23 settembre: - il mattino, ore 10 / 12; - il pomeriggio, ore 15 / 17. Ogni progetto doveva essere realizzato alla presenza dell’architetto che lo aveva disegnato, secondo quest’ordine:

- 19 / 9 Alessandro Mendini, Ettore Sottsass; - 20 / 9 William Sawaya, Denis Santachiara; - 21 / 9 Luca Scacchetti, Cinzia Anguissola d’Altoe, Fabio Novembre; - 22 / 9 Cleto Munari, Elvilino Zangrandi con Sperimenta Design; - 23 / 9 Aldo Cibic, Ely Rozenberg.

l’esterno, come dei raggi di sole, le linee matrici del progetto. Al centro il forno di fusione, dove in continuazione ardeva il fuoco, poi lo spazio di lavoro dei maestri ed aiutanti con il sottofondo dei canti e rumori della fornace, davanti la grande platea per il pubblico spettatore, che veniva fortemente coinvolto dal susseguirsi delle fasi di lavoro. Il perimetro esterno, attraverso l’incisa prospettiva simmetrica, simulava l’ingresso attraverso delle “calli” tipiche, esaltando gli effetti dello spazio retrostante. Il pavimento era azzurro-verde (la laguna) all’ingresso, giallo (il sole) per la platea del pubblico, rosso-vermiglione (il fuoco ed il calore del forno) nello spazio di lavoro. Alle pareti erano esposti i disegni realizzati dai designers invitati per l’occasione.

59

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Advertisement