Page 45

FIERE E SALONI di Felice Bonalumi

Un fuori salone di cultura

Centralità del prodotto artistico artigianale scambio di esperienze per la collocazione sul mercato nuova frontiera del prodotto biocompatibile ed ecosostenibile triplice filo conduttore della Xª edizione di “MIA Primavera” e della rassegna “eco-arredare tra artigianato e design”

A primavera due appuntamenti

dell’Ente Mostre di Monza e Brianza, con il contributo della Regione Lombardia (Assessorato artigianato, new economy, ricerca e innovazionetecnologica) e di Unioncamere Lombardia (Unione regionale delle camere di commercio della Lombardia): - la Xª edizione di MIA Primavera (dal 15 al 23 aprile 2003 presso il Polo Fieristico di Monza); - il Fuori Salone con la rassegna Italia-Giappone “eco-arredare tra artigianato e design” (dal 9 al 14 aprile 2003 presso gli East End Studios di Milano) in collaborazione con gli Studi Berruti e Poletti. Il filo conduttore che lega le due manifestazioni è triplice: - la centralità del prodotto artigiano, in particolare dell’artigianato d’arte; -lo scambio di esperienze come plus imprescindibile per la collocazione del prodotto artigiano sul mercato; - la nuova frontiera del prodotto biocompatibile ed ecosostenibile. L’incontro con le prefetture giapponesi di Kyoto e Wakayama nasce dalla centralità della loro tradizione artigiana nel paese del Sol Levante. Una tradizione che si sta rinnovando in termini di design e che propone prodotti innovativi. Per questo in un’area del Fuori Salone i visitatori possono “confrontare” i prodotti artigianali di Kyoto con quelli lombardi, cioè della regione italiana con il più

Sopra: due immagini della mostra dei prodotti artigianali di Kyoto dal 57° MIA.

competitivo artigianato d’arte. In una seconda area, per la prima volta in Italia, sono esposti gli oggetti in legno naturale trattato con lacca urushi della regione di Wakayama, una delle prefetture più verdi del Giappone. Il terzo settore si apre al futuro immediato con una rassegna di arredamento biocompatibile ed ecosostenibile. Ma, con un vero e proprio “salto di qualità”, l’attenzione non è più rivolta alle parti strutturali ma ai prodotti “completi” che hanno

definitivamente inglobato come valore il design ed entrano nelle nostre case non più solo per il loro essere ecologici ma anche per la loro bellezza. E il design lega il quarto settore con proposte di ergonomia e funzionalità che mostrano come manualità e creatività del mondo artigiano sia fare cultura nel senso più nobile del termine. Senza dimenticare l’Anno Europeo del Disabile con un esempio di casa domotica che garantisce standard elevati di vivibilità ai portatori d’handicap.

51

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Artigianato 48  

magazine about italian crafts

Advertisement