Page 8

Dall’alto e da sinistra: lampada “Macchina Minima n. 8”, Laboratorio delle macchine minime 2001; lampada “Treforchette”, Laboratorio del Ready Made 1997 (foto Tom Vack); lampada “Acquatinta trasparente”, Laboratorio del vetro soffiato 1996 (foto Luca Tamburini).

mie riflessioni e di esprimere i miei pensieri. L’idea è di dare valore, prestigio e futuro al mondo artigianale di oggi. Un artigianato che si evolve e che, con le tecniche tradizionali e qualche aiuto tecnologico, riesce a dare stimoli e qualità umana che l’industria non sa più creare. L’artigianato è per noi architetti e designer l’unico campo sperimentale, l’unica area dove riusciamo a sperimentare in tutta libertà e con lo straordinario sostegno della cultura artigianale. Nel campo del design le grandi industrie non riescono più a sperimentare e cercano di creare artificialmente ragioni per una ricerca innovativa con molta fatica e pochi risultati. Invece esiste ancora la struttura dell’artigianato, bisogna usarla, stimolarla perché resista e non ceda come rischia di fare adesso. Produzione Privata si basa su questa visione molto personale ed è molto personale e privata anche in tanti altri aspetti. Una gran parte delle idee proviene proprio dal mio ambiente privato. Sono cose che hanno un senso vero almeno per me e m’illudo anche per alcuni altri, non tanti. I campi di ricerca di Produzione Privata sono suddivisi in cosiddetti “laboratori”. Ciascuno di questi laboratori è

12

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Advertisement