Page 50

permanente del Marmo” di cui si è da anni parlato, ma in continua evoluzione, capace di produrre nuove energie concrete per lo sviluppo del settore e del suo indotto di straordinaria ricchezza e vastità, una sorta di IMM locale, una società di promozione del Marmo e della Pietra di Apricena che potenzialmente esiste ma senza che ci si accorga ancora della sua esistenza. Un Centro produttivo, all’interno del quale far convergere la ricerca e gli studi universitari (alcuni seminari specifici potrebbero essere tenuti proprio ad Apricena, ne abbiamo già dato un saggio in alcune occasioni), la sperimentazione tecnologica e le nuove tecniche di trasformazione (coinvolgendo tecnici ed esperti a collaborare con il Centro: esistono già forme di scambio con alcuni di loro, il prof. Di Sivo, l’arch. Blanco ecc.), la promozione di attività legate all’uso dei materiali nei vari ambiti di applicazione (architettura, industrial design, artigianato, arte), la formazione di nuove figure specializzate indispensabili per lo sviluppo del settore (una concreta azione sui corsi di specializzazione postlaurea è già stata avviata al Politecnico di Bari) ed infine la valorizzazione dell’intero settore attraverso l’organizzazione di eventi culturali in grado di veicolare le qualità del territorio e

54

dei suoi materiali (di cui “Jazz in Cava” deve solo essere un primo timido esempio). Le condizioni di partenza esistono tutte: la consapevolezza degli imprenditori sembra essersi definitivamente concretizzata, un finanziamento specifico è stato già approvato dal Ministero competente, a breve partirà l’assegno di ricerca annuale presso l’Università di Chieti; tutto sembra “naturalmente” pronto per un Nuovo Corso da attivare in materia di sviluppo del settore. È necessario solo prendere coscienza di queste potenzialità

per evitare di perdere un’occasione così palesemente favorevole. Questo ci induce a sollecitare gli amministratori, e quanti sono interessati all’argomento ad aprire il dibattito in una sorta di “incontro permanente” sul Marmo, da inaugurare alla prossima Fiera di Santa Maria, in occasione della quale potrebbero essere esposte alcune immagini dell’evento estivo, invitando alcuni fotografi a presentare il proprio lavoro “Jazz in Cava,100 immagini” per sei serate da non dimenticare.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Advertisement