Page 22

Dall’alto: di Paolo Coretti “Cornici” dalla collezione “I più piccoli” 1998; “Credenza” dalla collezione ’900, 2000.

aspetti della progettazione e lavorazione in relazione più o meno diretta al mobile classico. Possono essere quindi lette: - le scelte tecniche e di uso dei materiali - i riferimenti alla tradizione del mobile classico attraverso tre percorsi progettuali: a- riedizione b-citazione c-allusione. Il mobile classico costruito in Italia, per tutto ciò che rappresenta nella nostra società dal punto di vista progettuale, produttivo, commerciale, dovrebbe trovare una sua più chiara collocazione con la cultura del progetto. Di fatto in tutte le discipline (architettura, teatro, musica) vengono prese in considerazione le opere del passato e le produzioni di opere riferite ai modelli autorevoli (mobili classici!) In questa pratica esistono diversi approcci e solo riconoscendoli è possibile spostare tutta l’area produttiva del mobile classico italiano nella sua giusta collocazione culturale e produttiva. Tre sono i modelli qui proposti e che alcuni mobili realizzati dalla Morelato esemplificano con molta evidenza e chiarezza: 1) la realizzazione di oggetti classici, riprodotti fedelmente e che possiamo sinteticamente chiamare “riedizioni”;

26

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Artigianato 45  

magazine about italian crafts

Advertisement