Page 8

ISTITUZIONI

Artigianato in Lombardia Tradizione ma anche innovazione e ricerca per l’affermazione dell’artigianato lombardo sul mercato nazionale e internazionale

Assessorato all’Artigianato New Economy Ricerca e Innovazione Tecnologica

La carta vincente per lo sviluppo del

nostro artigianato è indubbiamente un’equilibrata fusione fra le componenti tradizionali e le spinte innovative della ricerca e della tecnologia. Su questo importante e vitale argomento pubblichiamo un interessante intervento di Giorgio Pozzi, Assessore all’Artigianato, New Economy, Ricerca e Innovazione Tecnologica della Regione Lombardia. “ Dopo gli attacchi terroristici dello scorso 11 settembre e la drammatica guerra in atto il mondo sta attraversando una stagione molto difficile. Pur in un simile frangente bisogna continuare a guardare alla vita e al lavoro, anche per non dare un ulteriore segnale di

14

debolezza, a chi ci vorrebbe vedere in ginocchio. E questa nuova edizione de “L’Artigiano in Fiera” è, in questo senso, un segnale di vitalità importante. Un segnale che la nostra economia è viva e vuole superare i venti di crisi. Nessuno, del resto, può disconoscere il fatto che gli artigiani lombardi siano fra i più bravi al mondo nella produzione di prodotti di qualità. La loro perizia tecnica, la loro fantasia, la cura che mettono in ogni particolare sono conosciute, apprezzate e perfino copiate, dovunque. Lo testimonia il fatto che il “made in Lombardia’’ è un marchio a cui, ormai, si associa a livello internazionale il concetto di qualità; e il concetto di qualità è, da sempre, il biglietto da visita de “L’Artigiano in Fiera”. Per questo la grande rassegna milanese, con i suoi 100mila mq di esposizione e, soprattutto, con la sua immagine vincente, rappresenta un appuntamento irrinunciabile per favorire la presenza delle imprese lombarde sul mercato mondiale e per promuovere nuove opportunità di commercializzazione dei nostri prodotti. E fra coloro che da sempre hanno creduto ne “L’Artigiano in Fiera” c’è sicuramente la Regione Lombardia e, segnatamente, l’Assessorato all’Artigianato, New

Economy, Ricerca e Innovazione Tecnologica, che ho l’onore di rappresentare. Insieme a noi sono davvero in tanti coloro che, anno dopo anno, dimostrano di credere in questo appuntamento, sia come espositori, sia come visitatori. Partendo da queste premesse appare quasi naturale che una rassegna come “L’Artigiano in Fiera” si sia via via imposta come la principale mostra artigiana del mondo. In realtà tutti coloro che vivono questa realtà sanno quale impegno e quali risorse sono necessarie per realizzare una simile manifestazione. Sacrifici che sono ogni anno ripagati dal successo, sempre crescente, di AF e dei prodotti dell’artigianato lombardo. Non a caso i nostri artigiani costituiscono la spina dorsale dell’economia lombarda. Da noi, infatti, operano oltre 250 mila imprese che “valgono” circa il 20% del sistema economico regionale e rappresentano la vera forza propulsiva dell’intero comparto artigiano nazionale. Risultati importanti che sono stati ottenuti nel corso degli anni, a costo di grandi sacrifici e che dobbiamo ulteriormente consolidare nel prossimo futuro. Ovviamente per mantenere un ruolo di predominio sul mercato nazionale e, a maggior ragione, internazionale non basta più la parola Lombardia. Intendiamoci, il marchio della nostra regione

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Advertisement