Page 43

Sono quattro le significative

declinazioni della produzione ceramica attualmente riscontrabili nello scenario culturale sardo: -la produzione popolare d’inizio secolo XX, le cui influenze sono tuttora vivissime; -i manufatti artistici, frutto della coerente sperimentazione condotta dagli artisti, ricerche spesso autonome ma decisive in qualità di volano di settore; -i manufatti dello “artigianato artistico”, elaborazioni la cui prassi si connota come originata da innumerevoli quanto disparati modelli; -la produzione dai caratteri vicini al design, tentativo di questi ultimi decenni, dove la decorazione è interamente affidata alla forma: produzione interessante, questa, per gli allargamenti di orizzonte sul mercato, motivati, oltre che dalla tecnica, dalla perdita di connotazioni dirette, immediatamente associabili all’area di origine e semmai rintracciabili entro valori intrinseci alla materia costitutiva. Da questa sommaria classificazione è escluso tutto il comparto della ceramica d’importazione, non già i suoi contenuti che, mediati dai ceramisti locali, hanno fatto breccia nella tradizione. La recente mostra “Cento anni di ceramica”, organizzata dall’I.S.O.L.A. in collaborazione con l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma dell Sardegna, é stata una preziosa occasione di confronto anche in virtù delle numerose opere provenienti da collezioni pubbliche e private, regionali e nazionali. La manifestazione ha inteso inoltre ribadire la centralità del progettista artistico, l’art-director, figura oramai ineliminabile nel rapporto fra la consapevolezza del progetto e la sapienza tecnica dell’esecuzione artigiana.

49

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Advertisement