Page 20

a Barletta: i mobili e le suppellettili fatti in questo legno ne conservano il profumo un po' antico e aspro, una superficie piacevole al tatto, una patina naturale che esalta il colore caldo e sfumato, il disegno fantasioso dei nodi. Pregevoli le opere in ferro battuto che hanno contribuito allo splendore architettonico della Puglia attraverso i secoli e che si sono sempre ispirate all'arte del mitico fabbro Capodiferro, eroe di Martina Franca. E' un'arte che ci riporta ai castelli dai grandi portoni ferrati e dalle stupende inferriate; alle cattedrali dalle maestose cancellate; ai palazzi e alle case nobili dagli eleganti balconi e ringhiere e dai grandi alari per i camini; e serrature imponenti, cerniere preziose, lampadari, insegne e ornamenti. Bellissimi nella loro eleganza leggera e floreale sono i balconi pugliesi, in particolare a Lecce. Molti artigiani si dedicano ancor oggi all'arte del ferro per la produzione di sculture, oggetti ornamentali e oggetti d'uso: alari, candelieri, portavasi, ringhiere, grate, lampade, attrezzi per il camino. In molti centri si lavora anche il rame per la produzione soprattutto di forme funzionali: brocche, conche, catini, bracieri, boccali, scaldini, pentole, stampi per dolci, cuccume, paioli, caldaie. Appesi intorno al focolare, al camino o alle cucine di oggi, imprigionano i guizzi della fiamma e li moltiplicano. Altre lavorazioni interessanti sono la produzione dei fischietti, la bigiotteria, la lavorazione delle conchiglie, la preparazione e le composizioni di fiori secchi e quegli stupendi dolci di pasta di mandorle, di pane e di pasta dolce, che scandiscono nelle case, nei laboratori artigiani di pasticceria e nei conventi delle monache di clausura,il susseguirsi di festivitĂ e ricorrenze.

26

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Artigianato 44 special  

Special insert of magazine n 44

Advertisement