Page 75

S

E

G

N

A

L

A

Z

I

O

N

I

Ugo La Pietra Terre mediterranee Da dicembre 2001 a febbraio 2002 si svolge a Lucca presso il Complesso Monumentale di San Micheletto, sede della Fondazione Ragghianti, l’esposizione dedicata a Ugo La Pietra, artista, designer e architetto. La mostra propone al pubblico una vasta antologia della sua produzione ceramica: 180 pezzi, molti dei quali sono stati realizzati con la collaborazione di artigiani provenienti da zone di antica tradizione come Faenza, Imola, Salerno, Vietri sul Mare, Caltagirone, Grottaglie, Palermo, Udine, Matera; terre dove é forte la “cultura del fare”, ma quasi assente la “cultura del progetto”. Proprio in questi luoghi Ugo La Pietra ha cercato grazie a queste collaborazioni, di sviluppare un enorme patrimonio manuale e tecnico di antica tradizione verso la “continui-tà” dello stesso. Secondo La Pietra infatti questa continuità dovrebbe garantire al contempo la possibilità di “rifare” il passato e di esprimere la propria contemporaneità. Per rendere questo possibile, dice La Pietra, é indispensabile conoscere le diverse realtà produttive, scoprendone le diversità e le attitudini, per poi pro-gettare con modalità diverse da quelle del “designer per l’industria”. Il progetto dell’artigiano deve en-trare senza traumi all’interno della sua attività portando un contributo innovativo nel rispetto del suo “saper fare” di antica tradizione. Questo é quello che La Pietra ha fatto in questi laboratori artigiani, arricchendo nella forma e nei contenuti la loro produzione “storica”. La mostra, realizzata dall’artista stesso con la collaborazione di “Ad Arte”, Primo osservatorio Nazionale sull’artigianato artistico, é curata da Vittorio Fa-gone, direttore della Fondazione Ragghianti, autore anche del saggio che introduce l’ampio catalogo illu-strato pubblicato per l’occasione. L’esposizione continua il ciclo di attività e di scambi espositivi del Centro Studi sull’Arte Fondazione Ragghianti, curato da Vittorio Fagone e inaugurato dalla mostra su Oyvind Fahlstrom. Fra le iniziative di maggior rilievo é previsto il potenziamento della biblioteca specializzata dalla Fondazione e l’informatizza-zione degli ingenti fondi documentali e archivistici che essa conserva.

“Casa naturale” di Ugo La Pietra, Triennale di milano 1993, Laboratorio bertozzi & casoni (Imola)

MOSTRA DEL Laboratorio Nibe alla galleria sargadelos Alla mostra che si è svolta nel dicembre 2001 si sono potuti ammirare manufatti ceramici di particolare interesse realizzati da Antonietta Lot e Gabriella Sacchi, fondatrici nel 1981 del Laboratorio Nibe. Il laboratorio, con sede a Milano in via Camillo Hajech, produce oggetti in maiolica, grès, raku, unici o in piccola serie e svolge attività didattiche rivolte a scuole e privati. La ricerca estetica, la sperimentazione sui materiali, l’ottimizzazione nell’uso degli strumenti,

una metodologia di lavoro che privilegia progettazione e produzione in uno stesso ambito, sono divenute le caratteristiche fondamentali del laboratorio. Negli ultimi anni la partecipazione a concorsi nazionali ed internazionali e i riconoscimenti ottenuti, sono stati occasione di confronto stimolante e veicolo di collegamento con il mondo artistico e ceramico in particolare, ma il Laboratorio ha operato anche in altri ambiti (collaborazioni con stilisti e scenografi).

”La teiera”, servizio con teiera e due tazze in grès, di Antonietta Lot.

85

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 44  

Magazine about crafts

Artigianato 44  

Magazine about crafts

Advertisement