Page 54

FIERE E SALONI di Adriano Gatti

Ci sarà di che divertirsi dal 20

aprile al 1 maggio 2002 alla Fortezza da Basso di Firenze: è in scena il Brasile, paese ospite della 66a Mostra Internazionale dell’Artigianato, che con il suo folclore e le sue accese tradizioni animerà la storica manifestazione fiorentina, appuntamento fieristico divenuto ormai luogo di incontro irrinunciabile in primavera per la stragrande maggioranza dei fiorentini e per tanti appassionati di prodotti d’arte e di artigianato italiano e multietnico. La più grande e più popolata nazione sudamericana (nella quale è presente una nutrita comunità italiana), una delle terre più belle ed affascinanti del mondo con le sue ricchezze naturalistiche e le sue contraddizioni porterà nella storica Fortezza di San Giovanni Battista, nel centro storico di Firenze, i suoi tesori artigianali e la sua cultura popolare fatta di etnie diverse, di balli, canti, carri allegorici e mascherate all’insegna del suo celebre carnevale, da sempre festeggiato per le strade delle città di Rio, Salvador e Recife al ritmo del samba, frevo e capoeira, i tre balli nazionali più diffusi che ogni anno per quattro giorni interi inondano di suoni e colori le vie e le piazze, portando a tutti allegria e spensieratezza. Il Brasile con il suo carnevale vissuto come travestimento, camuffamento, trasformazione, diventa così a Firenze, culla del Rinascimento, spunto, pretesto per

64

Artigianato a Firenze

La Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze giunta quest’anno alla sua 66a edizione ospita il Brasile con i suoi tesori artigianali rinnovando ancora l’appuntamento con la produzione italiana ed estera di qualità

creazioni artigianali di alta qualità. L’occasione è buona per un designer come Ugo La Pietra per proseguire, in Fortezza, la sua storia sulle ‘Diversità’, nel senso di differenziazione di uso e funzioni degli oggetti prima e dopo la loro trasformazione, nascondendo la vera identità di un oggetto ed aggiungendone altri e più riposti significati. In una sala degli ambienti monumentali del fortilizio mediceo verrà così accolta la mostra ‘L’oggetto travestito’, curata da Ugo La Pietra, da alcuni anni partner privilegiato della storica mostra fiorentina nella realizzazione di qualificati eventi culturali. Una serie di oggetti di diverse dimensioni verranno ‘mascherati’ dalla fantasia degli artisti coordinati da Ugo La Pietra cioè modificati con l’aggiunta di nuove forme e decori in grado di alterare profondamente la tipologia e quindi anche la funzione iniziale degli oggetti stessi. Altre iniziative dal ‘sapore’ brasiliano sono previste in Fortezza: alla consueta esposizione commerciale di prodotti artigianali e della cucina tipica, presentati da personaggi in costume faranno da corredo mostre culturali e fotografiche. Inoltre ‘Calcio e pallon...cini’, in collaborazione con Balloon Art, prendendo spunto dalla tradizione del football brasiliano, offrirà ai visitatori l’occasione di ammirare tutta una serie di creazioni artigianali dall’aspetto

rotondeggiante (dai centrotavola alle grandi sculture) mentre ‘Gli angoli del caffé’ si offrirà per il piacere degli appassionati della celebre bevanda, una delle risorse maggiori e dei frutti più conosciuti coltivati nella rigogliosa terra brasiliana. Ma la Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze avrà nella rilettura di questa splendida nazione che è il Brasile solo uno dei tanti motivi di interesse: importanti presenze dell’artigianato artistico italiano e straniero (circa 600 espositori) animeranno, come sempre, i padiglioni fieristici della Fortezza, così come la prestigiosa iniziativa ‘Visioni’, realizzata in collaborazione con Regione Toscana, APET, Unioncamere Toscana e Artex, riproporrà creazioni di alto artigianato artistico, frutto dell’ingegno e della maestria di artisti e designers italiani e stranieri. Sono previste altre iniziative: ‘Natural..mente - Parchi e territori in Europa’, all’insegna del gemellaggio creatosi tra la Mostra dell’Artigianato di Firenze e le Fiere di Monaco e di Marsiglia, proporrà la natura come fonte ispiratrice di creazioni artigianali e stili di vita, mentre in ‘Frammenti d’Oro - Tracce d’Argento’ il fascino che emanano da secoli i metalli preziosi rivivrà nella creazione di oggetti di ceramica, ferro, legno, vetro, magicamente rivestiti ed impreziositi da una luminosa veste dorata o argentata.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 44  

Magazine about crafts

Artigianato 44  

Magazine about crafts

Advertisement