Page 68

Un particolare degli strumenti di lavoro

ma di creare qualcosa di sempre nuovo si spiega con il fatto che “l’organo è lo strumento più carico di storia continuativa, ha avuto un’evoluzione insuperabile, non è mai stato fermo. Venticinque secoli di storia di continua evoluzione: nessun altro artigiano come un organaro è così sperimentatore, inventore, e contrastare questa storia di evoluzione sarebbe antistorico e anticulturale”. Qualsiasi organaro ha sete di novità continua, desiderio di creare ausili per chi suona. Contemporaneamente rimane il grande rispetto in fase di restauro per i documenti del passato “dove non si può sovrapporre un gusto personale, ma è necessario leggere il documento nella maniera migliore possibile, per meglio restituirlo”.

68

La famiglia Pedrini è stata anche tra i fondatori dell’AIO, l’Associazione Italiana Organari; un ente che promuove la circolazione delle idee, organizzando incontri con studiosi di acustica, metallurgia, meccanica, ma anche la conoscenza reciproca dei produttori, con il proposito di superare l’atavica diffidenza e rivalità tra colleghi. Ancor più importante, l’AIO impone ai propri associati una sorta di codice deontologico, che assicuri la qualità e unicità degli strumenti. Marco Fracassi non teme per il futuro la decadenza dell’organo, nonostante sia da prevedere qualche cambiamento per quanto riguarda gli scenari logistici: uno strumento da sempre legato alla Chiesa, è forse tempo che si mostri con più frequenza nelle sale

da concerto. L’organaro si augura inoltre che il suo comparto possa crescere di qualità per presentarsi al mondo senza complessi di inferiorità, soprattutto di fronte a nazioni come Francia e Germania dove da sempre ci si interessa a questi temi, e con maggiore impegno istituzionale. Infine, personalmente, spera di potersi ancora esprimere seguendo la sua istanza interiore per quanto riguarda i nuovi strumenti e di coltivare ancora l’interesse per lo studio filologico nel restauro di quelli antichi, naturalmente, tramandando intatte passione e abilità, sperimentazione e minuziosa ricerca ai nuovi eredi di una tradizione centenaria che, fortunatamente, non teme ancora l’oblio.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 77  

italian Magazine about traditional crafts and contemporary Art.

Artigianato 77  

italian Magazine about traditional crafts and contemporary Art.

Advertisement