Page 6

Ugo La Pietra / EDITORIALE

Artigianato d’eccellenza in Lombardia Attraverso i vari editoriali scritti negli anni per la rivista Artigianato, ho sempre cercato di stimolare le iniziative attorno alle arti applicate e all’artigianato artistico: finalmente da qualche tempo qualcosa si sta muovendo. Da più parti è sempre più evidente la necessità di promuovere un artigianato artistico di alto valore e di metterlo sempre di più all’interno dei circuiti culturali e commerciali. In molte Regioni sono state avviate rassegne sempre più qualificate (vedi ad esempio la recente XIX Biennale dell’Artigianato Sardo), che spesso ricalcano modelli che avevo proposto tra gli anni Ottanta e Novanta, promuovendo un vitale incontro fra la cultura del progetto e la cultura del fare. La Regione Lombardia ha sostenuto ultimamente vari progetti, tra cui “Artis” (progetto sulla valorizzazione delle Eccellenze Artigiane Lombarde) e “Decò’” (un concorso che ha messo in relazione giovani designer con imprese artigiane lombarde). Ha inoltre realizzato mostre capaci di valorizzare l’artigianato lombardo, da quello storico (vedi la mostra “Cera-

6

mica lombarda. Le eccellenze storiche” realizzata in occasione del MACEF primavera 2009) a quello contemporaneo (con la recente mostra “The-sign” a cura di Dalia Gallico realizzata in Brasile al centro Culturale di San Paolo). Tutti progetti promossi dall’Assessorato Artigianato e Servizi della Regione Lombardia. Inoltre, grandi e piccole mostre si sono avvicendate in questi ultimi anni all’interno di spazi istituzionali ma anche di diverse gallerie che hanno iniziato a proporsi sempre più identificandosi con le arti applicate. Ciò che ormai da molti anni era stato definito un territorio selvaggio e abbandonato comincia ad essere arato. Manifestazioni come le mostre sul merletto di Cantù, Miniartextil a Como, la Biennale di Arti Applicate a Boario Terme, hanno aperto un percorso fatto di nuova comunicazione coinvolgendo anche diversi spazi privati come le gallerie Rossana Orlandi, Dilmos, Colombari, Fatto ad Arte, Magenta 52, Luisa Delle Piane. Segni inconfondibili di una sempre maggiore attenzione verso l’eccellenza e di interessi

commerciali che portano sempre nuovi collezionisti verso questo genere di opere e anche le istituzioni non si limitano più a promuovere un generico Artigianato (vedi il libro “Ad Arte” sull’Artigianato Artistico di Eccellenza realizzato dal Cestec-Regione Lombardia). Grande entusiasmo dunque, che trova anche nelle manifestazioni “Fuori salone” legate all’appuntamento primaverile del Salone del Mobile e quelle realizzate all’interno di “Artigiano in Fiera”, due momenti di grande partecipazione di pubblico. Certo non tutto è fatto, bisogna ancora fare molto e penso agli editoriali di una importante rivista che ancora deve nascere, ad una rassegna più volte promossa come la Biennale delle Arti Applicate, a Musei attivi e ad un mercato capace di dare finalmente valore al nostro troppo spesso “sommerso” artigianato di eccellenza. Per ora possiamo cominciare a guardare con ragionevole speranza al futuro augurandoci che il prossimo Natale porti in dono nuove iniziative.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 76  

brand new number of Artigianato tra arte e deisgn

Artigianato 76  

brand new number of Artigianato tra arte e deisgn

Advertisement