Page 29

il fatto che i migliaia di negozi sono stati trasformati in “grossisti” e in più in grossisti di un sol genere di merci: abbigliamento a bassissimo costo. Se in via Solferino o in via Volta, a soli 150 metri da via Bramante, le scarpe vengono vendute a 400 Euro, in via Paolo Sarpi in un negozio cinese costano dagli 8 ai 12 Euro. Una vera rivoluzione! Una modificazione radicale che ha trasformato il quartiere in un luogo in cui vengono quotidianamente tutti gli ambulanti e i piccoli negozianti di mercati a rifornirsi di merce. Un traffico di un “grande mercato” che può essere paragonato a ciò che avviene (carico e scarico) in un grande porto europeo. Carico e scarico: perché i piccoli negozi stracolmi di “balle” di merce vengono

riforniti e svuotati dai vari acquirenti anche più di una volta al giorno. Le porte del negozio sono aperte in qualsiasi stagione per ricevere balle portate da carrelli, da auto, da furgoncini. Ma anche mezzi di tutti i tipi di acquirenti che si fermano dove e come possono per caricare le merci che verranno poi presentate e vendute al dettaglio nei vari mercati di tutta Italia. Un traffico infernale: spesso le auto si fermano in mezzo alla strada per caricare bloccando la circolazione, con le macchine che in breve iniziano un feroce concerto di clacson! Strade congestionate dalla gente (i negozianti preferiscono stazionare sui marciapiedi, non essendoci spazio vitale nei negozi ricolmi di merce, e anche perché la temperatura

Quartiere di Paolo Sarpi.

29

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 75  

An amazing magazine from Italian world of art and Crafts.

Artigianato 75  

An amazing magazine from Italian world of art and Crafts.

Advertisement