Page 65

Marc Newson alla presentazione della pendola Atmos 561, prodotta da JagerLeCoultre, alla Triennale di Milano.

più amo in questo oggetto è che, nel momento in cui lo si acquista, durerà per tutta la vita”, ha infatti dichiarato il designer, che insieme ai maestri orologiai della manifattura svizzera ha dato una veste nuova a un oggetto percepito come una sorta di patrimonio nazionale, tanto da essere il regalo ufficiale della Confederazione Elvetica a illustri personaggi del mondo della politica, della cultura e dello spettacolo. Con la Atmos 561, Marc Newson torna all’età d’oro del design industriale, agli anni 50, quando lo sviluppo dei processi di fabbricazione apre strade inedite ai progettisti d’oggetti che, da quel momento in poi, si troveranno sempre al crocevia tra forma e funzionalità. Confermando l’intramontabile classicismo per cui è sempre stata apprezzata, la Atmos anche nella nuova versione siglata 561 si caratterizza per un’estetica

originale e al tempo stesso minimalista, trasparente e suggestiva, quanto lo è il suo movimento “quasi” perpetuo. Il progetto di Marc Newson punta sull’equilibrio e sul rigore formale, conferendo un fascino del tutto particolare alla consultazione delle indicazioni visualizzate dall’orologio. Le ore e i minuti si leggono su un quadrante trasparente, mentre le funzioni complementari sono riportate su dischi rotanti: il primo al centro - indica il mese in corso, mentre il secondo - a ore 6 - visualizza le fasi di luna ed è siglato con il numero 561, la referenza del nuovo calibro che anima la pendoletta. Per sviluppare questo straordinario progetto è stato necessario ridisegnare alcuni elementi del movimento, affinché potessero inserirsi armoniosamente all’interno della suggestiva bolla in cristallo, appositamente realizzata per Jaeger-LeCoultre

dalla prestigiosa maison Baccarat. “Realizzare questa struttura si è rivelata una vera sfida” ha confidato Newson; “non doveva risolvere solo una questione estetica, ma anche funzionale”. Solo Baccarat è stata all’altezza di raccogliere questa sfida, grazie alla straordinaria abilità dei suoi maestri nella lavorazione del cristallo. Non solo alta orologeria e design contemporaneo, dunque, ma anche l’eccellenza dei maestri di Baccarat: perché è proprio nel dialogo continuo tra designer e maestro d’arte che la creatività prende vita, divenendo funzionale ed ergonomica. È nello scambio continuo tra la genialità della mente e l’intelligenza della mano che si perpetua quella logica da bottega rinascimentale che tuttora sta alla base delle migliori produzioni internazionali.

65

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 73  

An amazing magazine from italian arts&crafts.

Artigianato 73  

An amazing magazine from italian arts&crafts.

Advertisement