Page 14

mina di Sèvres” di Johan Creten. O ancora, l’innovativa installazione di settanta rose di porcellana profumate prodotte dalla Manifattura per celebrare i suoi duecentocinquanta anni di vita nell’attuale sede. Tra le tante opere e artisti rappresentati spiccano i vasi coloratissimi di Jean Beaumont del 1930, i decori liberty dei vasi di Ruhlman e di Rapin del 1925/30, i candelabri di Pré del 1950. Tra gli artisti moderni e contemporanei, Jean Arp è presente con un’opera del 1966, un vaso nero e oro, dalle forme dinamicamente sinuose; di

14

Calder si possono ammirare alcuni piatti con dinamici intrecci di dischi colorati collocati in modo da trasmettere un “continuo movimento”; di Ettore Sottsass (architetto e designer recentemente scomparso, che per anni ha collaborato con la manifattura di Sèvres) sono in mostra alcuni oggetti progettati negli anni Novanta, piccoli monumenti alla ritualità quotidiana; in mostra anche i vasi sezionati di Arman del 1987/2005 e le sculture antropomorfe di Louis Borgeois e di Hyber. Poi ancora Jaques-Emile Ruhlmon,

Maurice Pré,
 Lampada
 - 1950.
 Dim: h. 53 cm.

Arman, “
Interactive Tryptique”.Vaso
 creato nel 1987
. Prodotto nel 2005. Dim: h 
 . 37 cm.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 72  

an Amazing magazine from italian Arts and Crafts

Artigianato 72  

an Amazing magazine from italian Arts and Crafts

Advertisement