Page 70

S E G N A L A Z I O N I rienze di sperimentazione materica e formale in cui la capacità tecnica trasfigura la materia, giungendo a espressioni artistiche riconosciute e individuabili nel contemporaneo. La manifestazione, a mio avviso, ha rispettato a fondo l’obiettivo per cui è stata realizzata, cioè evidenziare l’importanza della ceramica in Europa".

le tracce sull’oro dimenticate da Enrico Sello e la potente materia di Giuseppe Zoppi, bravo a sommare cosa su cosa, memoria su memoria. Ne è risultato un complesso mosaico di figure e di colori, fatto di voci diverse, distanti tra loro per linguaggio artistico, per desideri e per scenari intellettuali. Vicine, invece, fino a toccarsi, nella complicità del brindisi, nel gesto del bere e nel dire - a certe ore sgangherato - della magia del vino e del suo colore. (P.C.)

“Land and sea”, l’opera del ceramista italiano Adriano Leverone che ha ricevuto la menzione di merito nella categoria dedicata alla ceramica come espressione d’arte.

Immagini del grande tino allestito in occasione dell’incontro “Ein prosit in Tarvis” a Malborghetto, Udine.

EuCeCo Il parere del ceramista Emidio Galassi sulla European Ceramics Competition che, unica in Europa, avrà cadenza biennale. Lo scorso agosto in occasione dell’appuntamento con i giochi olimpici, la Grecia ha dato spazio anche a una competizione che ha visto come protagonisti ceramisti provenienti da tutto il mondo. Organizzata dalla Panhellenic Ceramics/Potters Association e promossa dalla rivista Kera-meiki Techni, che ne ha curato tutti gli aspetti legati alla comunicazione e promozione, la prima edizione della competizione (EuCeCo sta per European Ceramics Competition) si è svolta in una delle città greche di più antica tradizione ceramica, Amaroussion, e avrà cadenza biennale. Lo scopo della competizione, unica in Europa, è quello di promuovere l’arte ceramica in tutte le sue espressioni e proprio per questo gli organizzatori hanno pensato a una suddivisione in

due categorie, una dedicata a oggetti funzionali e l’altra alla ceramica come espressione d’arte. Fra i membri della giuria il ceramista italiano Emidio Galassi, che così ha commentato la sua partecipazione alla competizione: "Al rientro da Amaroussion ho cominciato a rendermi conto che il panorama della ceramica attuale è sempre più ricco di nuovi materiali, di tecniche sempre più elaborate. Sono stato piace-volmente sorpreso del fatto che insieme ai componenti della giuria, miei colleghi, pur provenendo da nazioni diverse, c’era una forte sintonia e un’uniformità nei metodi di analisi e selezione. Ci si è chiesto co-me fosse possibile raccogliere il re-spiro della terra, l’intimità della ma-teria, far parlare l’argilla cogliendone le forme nella dinamicità di porosità, fragilità, povertà, essenzialità. Ho notato con entusiasmo la presenza di elaborati orientati verso espe-

“Date with history”, l’opera realizzata dai ceramisti greci Kostas Panaretos e Klio Brenner che si è aggiudicata il primo premio.

Laboratori in piazza Come ogni anno, fin dall’esordio nel 1998, si è rinnovato a settembre l’appuntamento con le “Botteghe Artigiane in Piazza”, iniziativa itinerante promossa dall’Unione Artigiani della Provincia di Milano in collaborazione con le Associazioni di Via del coordinamento “Per Milano”. Il calendario autunnale ripropone la formula collaudata con successo in primavera e nelle precedenti edizioni, arricchita di nuovi appuntamenti allo scopo di coinvolgere uno spazio cittadino sempre maggiore. Vie e piazze storiche della città sono diventati laboratori all’aperto e luoghi in cui poter ammirare il lavoro di tanti artigiani presenti sul terrotorio lombardo. È stata un’importante passerella di vecchi mestieri, arti nobili, lavori in legno, ferro, vetro, ceramica e tessuto. Questa manifestazione, come spiega Marco Accornero, Segretario Generale dell’Unione Artigiani, “ha l’obiettivo di portare i mestieri, la tradizione e la qualità dell’artigianato a contatto con il pubblico che potrà ritrovarsi, incontrarsi e vedere all’opera maestri d’arte”. (I.T.)

SAETTA IRIDESCENTE Nel ricordo di quando, in pochi secondi, nel sole di un 11 settembre qualsiasi, è cambiato il paesaggio americano. In memoria di quando mille storie di uomini, del tutto inconsapevoli, hanno visto interrotta la loro quotidiana fatica di vivere. Ma anche in memoria di quanti, un attimo dopo lo schianto, tra la densissima polvere e il calore ancora fiammeggiante delle macerie, nel soffocante odore delle cose rapprese e delle vite bruciate, hanno capito che la città sarebbe cambiata per sempre e che, in quel momento, tutti uniti, avrebbero potuto solo pregare ed accendere mille lumini di cera e di burro attorno alle ceneri di un sogno. Per ricordare tutto ciò Giulio

85

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Advertisement