Page 56

di Roberto Ravasi

Abitare il Tempo 2004 

S

Sono stati cinque giorni ricchi

FIERE E SALONI

ono stati cinque giorni ricchi di appuntamenti quelli della XIX edizione di Abitare il Tempo, che si è tenuta dal 16 al 20/9/2004. Nel corso degli anni la formulazione fieristica di questa manifestazione ha saputo consolidarsi al punto che oggi si impone come il solo evento capace di far coesistere perfettamente alto artigianato e design, tradizione ed avanguardia, classico e contemporaneo. Altamente significativa, sia nei numeri che nei contenuti, la selezione degli espositori presenti: 620 aziende, che ben rappresentano la trasversalità dell’arredamento d’interni, riunite in 14 categorie merceologiche. Novità di quest’anno è stato l’incremento che si è registrato alla voce estero, con ben 120 aziende provenienti da 23 diversi Paesi, pari al 20% sul totale degli espositori. Abitare il Tempo diventa sempre più internazionale, grazie a una formula che la differenzia dalle altre manifestazioni fieristiche, un concept riconosciuto fatto di cura dei particolari allestitivi, di ricerca e sperimentazione, oltre che di una rigorosa selezione degli espositori. Tale aspetto, che da sempre caratterizza il salone, si prefigge di individuare e coinvolgere soltanto i migliori produttori dei diversi settori, a totale beneficio della qualità delle collezioni esposte. Ma la vera forza propulsiva dell’evento risiede nelle Mostre di sperimentazione e ricerca e nei Laboratori, luoghi ideali d’interazione tra progettisti e aziende, che, come da tradizione, sono state arricchite dalla partecipazione di personalità di spicco come Vico Magistretti, Setsu e Shinobu Ibu, Franco Poli e Giuseppe Albanese, solo per citarne alcuni.

Stili, tendenze e progetti in mostra a Verona alla XIX edizione di Abitare il Tempo, osservatorio privilegiato delle migliori espressioni in atto nel settore dell’arredamento, che conferma il successo della sua formula.

di appuntamenti quelli della XIX edizione di Abitare il Tempo, che si è tenuta dal 16 al 20/9/2004. Nel corso degli anni la formulazione fieristica di questa manifestazione ha saputo consolidarsi al punto cheoggi si impone come il solo evento capace di far coesistere perfettamente alto artigianato e design, tradizione ed avanguardia, classico e contemporaneo. Altamente significativa, sia nei numeri che nei contenuti, la selezione degli espositori presenti: 620 aziende, che ben rappresentano la trasversalità dell’arredamento d’interni, riunite in 14 categorie merceologiche. Novità di quest’anno è stato l’incremento che si è registrato alla voce estero, con ben 120

aziende provenienti da 23 diversi Paesi, pari al 20% sul totale degli espositori. Abitare il Tempo diventa sempre più internazionale, grazie a una formula che la differenzia dalle altre manifestazioni fieristiche, un concept riconosciuto fatto di cura dei particolari allestitivi, di ricerca e sperimentazione, oltre che di una rigorosa selezione degli espositori. Tale aspetto, che da sempre caratterizza il salone, si prefigge di individuare e coinvolgere soltanto i migliori produttori dei diversi settori, a totale beneficio della qualità delle collezioni esposte. Ma la vera forza propulsiva dell’evento risiede nelle Mostre di sperimentazione e ricerca e nei Laboratori, luoghi ideali d’interazione tra progettisti e aziende, da tradizione.

Sopra: Laboratorio “La casa fluida”, a cura di Massimo Iosa Ghini. Sotto: Laboratorio “Suites d’autore” a cura di Ettore Mocchetti.

71

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Advertisement