Page 44

Nella pagina a fronte, dall’alto e da sinistra: Sculture per la tavola in terraglia smaltata; contenitore da tavola a 2 scomparti in maiolica smaltata, cm. max. 45; contenitore da tavola a mandorla in maiolica smaltata, cm. max. 58.

In questa pagina, da sinistra: contenitore da tavola in maiolica smaltata, cm. max. 42; sculture per la tavola, piano e fondo in terraglia smaltata.

On the opposite page, from the top and the left: Sculptures for the table in enamelled pottery; table container with 2 sections in enamelled majolica, cm max. 45; almond shaped table container in enamelled majolica, cm max. 58.

essere una pagina bianca ha consentito con più sveltezza di accogliere e utilizzare tecniche, procedure e protocolli caratterizzanti la modernità. Non dovendo fare riferimento a un modello consolidato, si sono elaborate forme conformi e funzionali alle istanze della contemporaneità. Sanitari, stoviglierie rispondono alla immediatezza di soddisfacimenti di bisogni conseguenti alla crescita dei livelli di benessere e di modi di vita più confortevoli. In tale contesto ha incidenza il design, inteso nell’estensione più ampia di metodologia finalizzata alla elaborazione di forme, ma anche di meccanismo atto ad individuare i circuiti produttivi e distributivi. Nel corpo di questa produzione, si inserisce, per iniziativa di sensibili imprenditori, come una dimensione utopica, intendendo per tale la progettazione di oggetti,

di cui, pur non rientrando nei parametri del mercato, si suppone un possibile consumo. Franco Giorgi viene a trovarsi al centro di questa operazione, che non è enfatico definire di ordine culturale. Chiamato a collaborare con aziende civitoniche, appronta progetti di oggetti che, pur mantenendo la morfologia di base, vengono strutturati in modo da sottolineare i coefficienti plastici affidati a piegature, dilatazioni tali da pervenire ai limiti della scultura. Il rispetto delle caratteristiche funzionali ne mantiene, comunque, la specificità del prototipo di oggetto d’uso, da poter essere messo in produzione e, quindi, introdotto nella linea distributiva. In questo percorso un ruolo fondamentale lo gioca il produttore, il quale, dotato di sensibilità nell’intercettare ed anche suscitare attese di beni, si pone come attivo

On this page, from the left: table container in enamelled majolica, cm max. 42; sculptures for the table, plate and soup plate in enamelled pottery.

propulsore fornendo all’operatore mezzi e risorse necessarie per la sperimentazione. In conto viene posta anche la temerarietà di un rischio che, quasi sempre, si rivela risarcitorio, atteso che il prodotto, seppure destinato a circuito elitario, potenzia l’immagine imprenditoriale, ma, ancor più, consente di aprire prospettive nuove a un processo produttivo, che, usurato dalla ripetitività, può adagiarsi in una routine con conseguenze negative di saturazione e di ordine economico. Gli oggetti qui rappresentati esemplificano e confermano quanto si è venuto affermando. Essi infatti sono stati realizzati grazie al sostegno della VARM ceramiche, di Civita Castellana, impresa con la quale Giorgi mantiene, da tempo, un’intensa e proficua collaborazione.

59

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Artigianato 55  

Italian Magazien about crafts

Advertisement