Page 69

S E G N A L A Z I O N I  AZIENDE LACCHE D’ORIENTE Cercare, esplorare, creare oggetti per la tavola e la casa che abbiano forte personalità e contengano un’indubbia qualità nei materiali e nella lavorazione è la filosofia che guida da sempre

Alexander, azienda che opera a Ma-niago (PN), e che ritroviamo in una particolare collezione di complementi d’arredo, “Lacche d’oriente”, composta da sei pezzi unici e coordinati fra loro realizzati completamente a mano con i materiali, le tecniche e i tempi dell’artigianato orientale. La forma viene creata modellando delle bacchette di bambù, incollate dapprima tra loro e poi su una base che riproduce le forme del pezzo, che viene infine ricoperto di uno strato d’argilla e lasciato asciugare all’aria per circa venti giorni. Dopo la laccatura, seguita dalla fase dell’asciugatura, l’oggetto viene decorato a motivi geometrici con colori e tinture vegetali; la verniciatura lucida completa il percorso di realizzazione. I lunghi tempi di lavorazione - oltre quaranta giorni - e le irregolarità delle forme testimoniano la fattura interamente manuale di ogni pezzo e quindi la sua irripetibilità, mentre i colori e l’eleganza della lacca portano in casa l’emozione dell’estetica orientale nel segno dell’armonia. (I.T.) UN’ALTRA LANA

82

L'esperienza ultraventennale di Ma-rie-France Russeil, stilista e creativa della La Fabrique di Vivian e Russeil nel campo delle creazioni in pelle sia per gli accessori che per l'abbigliamento, l’ha condotta anche verso una costante ricerca di materiali originali e innovativi per le loro applicazioni: ad esempio la lana cotta, interpretata con grande maestria ed eleganza, quale filo conduttore di giacche, cappotti, maglie, borse e anche accessori. Questo mix di materiali condotto dal suo personalissimo stile porta alla creazione di campionari alla moda, se non addirittura d'avanguardia, tenendo d’occhio anche la tradizione e co-gliendone spesso gli impulsi in essa sempre vivi e positivi. In questa prospettiva vanno visti, fra l'altro, mo-delli originali di scarpets, le pantofole friulane destinate originariamente a soddisfare le necessità delle classi più povere: erano infatti calzature da la-voro, che dovevano essere comode, resistenti e durevoli. (I.T.) Creazione di Marie-France Russeil.

Tappeto in pura lana vergine di Paola Lenti.

Alla Collezione Area appartengono i nuovi tappeti Rosa, Asperala, Tennis e Domino. Sono tappeti in pura lana vergine neozelandese, realizzati in Hand-Tufting, una tradizionale tecnica orientale rigorosamente manuale. Il tappeto Bloom è il risultato della costante ricerca e innovazione che da sempre la società conduce sui materiali e sulle loro molteplici possibilità di lavorazione: una treccia piatta in pura lana tuftata manualmente su una base in cotone dello stesso colore ad un’altezza tale da ottenere un tappeto estremamente soffice al passaggio e di grande impatto estetico. (I.T.)

CORSI - CONCORSI

RICERCA TESSILE Celebra quest’anno i suoi primi dieci anni di attività la società Paola Lenti srl di Meda (MI) cresciuta, in un periodo relativamente breve, fino a diventare sinonimo di design italiano a livello internazionale. Ciò grazie ai due elementi distintivi che caratterizzano fin dagli inizi le sue collezioni: la costante ricerca tessile, che ha rivisitato materiali di uso spesso consolidato, applicandoli in modo del tutto nuovo al settore dell’arredamento, e il colore nella ricerca dell’equilibrio cromatico, che ha portato a prediligere toni sempre più desaturati. Le novità presentate quest’anno, disegnate sia all’interno della società che da affermati designer esterni, pur appartenendo a collezioni diverse rispondono allo stile contemporaneo e essenziale del marchio Paola Lenti.

Ceramica a Milano Lo spazio NIBE, creato dall’Associazione culturale “Laboratorio Nibe”, è un punto d’incontro a Milano per mostre, convegni, corsi di perfezionamento sull’affascinante mondo della ceramica. Durante tutto l’anno molte sono le proposte di corsi per principianti e professionisti che si articolano in corsi base, corsi di decorazione ceramica, ingobbi, tornio, grès e terre sigillate. Queste ultime consistono in particolari e ricercati rivestimenti ceramici che consentono di ottenere superfici traslucide, il cui aspetto sta a metà tra lo smalto e l'ingobbio, la cui origine è da far risalire ai tempi dell’antica Roma. I ceramisti contemporanei, pur seguendo la tecnica tradizionale ereditata nella parte iniziale del loro lavoro, hanno reinventato l'estetica delle terre sigillate grazie all'utilizzo della tecnica "raku" (sistema giapponese di cottura) durante l'ultima fase di cottura del pezzo creato. (I.T.)

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Advertisement