Page 42

Mostra-concorso “L’oggetto neoeclettico”, “Abitare il Tempo”, Verona: di Elena Arrò, mobile multiuso prodotto da Mobilarte in materiali tradizionali, legno di ciliegio massello e ghisa bocciardata. Exhibition-competition “The neo-eclectic Object”, “Living the Time”, Verona: by Elena Arrò, multi-use furniture produced by Mobilarte with traditional material, solid cherry-wood and bush-hammered cast iron.

con il mercato, la sperimentazione oltre la routine, oltre la ripetitività del lavoro e dei suoi vincoli, ha contribuito a destabilizzare i ruoli degli operatori producendo alchimie, nuclei di idee, campi di applicazione inediti. Se talvolta il narcisismo di alcuni progetti, anziché rivitalizzare l’artigianato, lo ha soffocato e stancato con la produzione di oggetti inutili, fuori mercato, scoraggianti per l’estrema difficoltà di esecuzione, il perbenismo di un pensiero artigiano ostile alle novità è stato scosso, facendo affiorare un autentico bisogno di progettualità oltre il “maquillage” dell’oggetto, individuando nuove nicchie di produzione. Testimoni muti di un’antica diffidenza artigiana al cambiamento - mobili in essenze pregiate, volute ed arditi accostamenti di materiali - affollano gli archivi di molti studi di designers e sembrano invocare un silenzio del “gesto” progettuale a favore di un “non gesto” che lasci affiorare la memoria (il progetto, come un fiume carsico, ogni tanto dovrebbe scomparire...): tuttavia la vera scommessa sul futuro dell’artigianato passa attraverso la creatività, l’instancabile e sapiente rilettura del “genius loci” attraverso un efficace sistema di trasmissione del sapere manuale. Spesso lo sforzo organizzativo di scuole e di corsi di formazione professionale incentra i programmi in vista di professioni genericamente legate al design o alla gestione amministrativa d’azienda, perché più vicine alle aspirazioni dei giovani, eludendo il vero problema dell’artigianato, legato all’acquisizione

The Woodworks of Saluzzo

From antique-trade to restoration from the furniture re-construction according to the modes of past styles till the new project proposals the activity of the cabinet-makers of Saluzzo’s territory.

degli strumenti del fare, attraverso una conoscenza delle tecniche e dei materiali, che affini nelle nuove leve la capacità di cogliere ed interpretare il messaggio provocatorio dell’architetto e del designer, proiettando verso il futuro una professione che possa essere riferimento di scuola e di laboratorio.

The tradition of the artisan trades discovers in Saluzzo an independent and entrepreneurial vocation at the beginning of the last century with the activity of Amleto Bertoni (18751967) from Faenza, who creates the basis for a managerial development. Saluzzo’s activities specialize in the antiques’ collection, the restoration and the furniture “reconstruction” according to the modes of past styles, and Bertoni workshop becomes a self-sufficient productive cycle with carpenters, cabinet-makers, gilders, lacquerers and upholsterers, allowing to carry out in the same shop also more complex work. However the current picture of the artisan enterprises dealing with artistic gilding, lacquering, sculpture, inlay doesn’t make up a homogeneous sector supported by a common and organic idea of market promotion. Notwithstanding the fact that the lack of a “Saluzzo’s school”, characterized by a precise identity in the art trades, confirms the need to stem a fall involving both the sector’s economical aspects and its creative tension, several development strategies have been promoted by the Exhibition Organization and the municipal administration for reducing the difference between artisan workshop and school, between the public and the art products and between excellence of production and ability of coming up to the market needs, encouraging the craftsmen’s and designers’ experiences with the students and the teachers of the town Art Institute and the Architecture Faculty of Turin.

57

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Artigianato 54  

Italian Magazine about crafts and arts

Advertisement