Page 25

Da sinistra: presentazione delle attività dell’Osservatorio e del restauro della Villa (da sinistra: Filippo Cailotto, Giorgio Morelato, Angelo Grella, Ugo La Pietra, Ezio Morelato); mostra dell’ultima collezione Morelato all’interno della Villa.

La famiglia Morelato, da tempo radicata nel territorio, apriva la Villa, dopo un accurato restauro, per inaugurare la Fondazione Aldo Morelato e per annunciare la nascita del centro culturale “Osservatorio sulle Arti Applicate nel Mobile”. Amici, operatori del settore, collaboratori, intellettuali e amministratori, in attesa del tramonto, potevano apprezzare tutte le strutture: dal parco alle sale affrescate organizzate per l’“accoglienza”. Gli ospiti si muovevano tra le luci nascoste negli ampi spazi dei giardini disegnati e circondati dagli alti alberi del parco, tra le sculture di epoca napoleonica, i corpi bassi delle stalle e la illuminatissima grande sala ristorante, sorta dalla ristrutturazione della preesistente limonaia, immersa nel verde del parco, ma allo stesso tempo unita alla storica Villa. Un’inaugurazione, ma anche la verifica della struttura, capace di rispondere alle necessità di un centro culturale con una forte attitudine all’accoglienza. Così la serata, dopo l’aperitivo gastronomicamente spettacolare nel verde del parco, è continuata con la presentazione da parte del Comitato Scientifico (Giorgio Morelato, Filippo Cailotto, Ugo La Pietra) dei programmi dell’Osservatorio. Quindi, sotto le stelle, il pubblico ha potuto gustare lo spettacolo “Giulietta e Romeo” di William Shakespeare con la regia di Solimano Pontarollo, realizzato dalla Compagnia Teatrale Tabula Rasa. La serata è poi finita all’interno della Villa, dove, nelle sale restaurate, sono stati accolti tutti i partecipanti in una serie di splendide tavolate per una cena a base di piatti della cucina tradizionale veneta.

36

The Morelato family, for long time well-established in this province, opened the Villa, after an accurate restoration, in order to inaugurate the Aldo Morelato Foundation and to announce the naissance of the “Outlook on Applied Arts in Furniture” cultural centre. Friends, operators of this field, collaborators, intellectuals and administrators, while waiting for the setting of the sun, could appreciate all the arrangement: from the park to the frescoed rooms organized for the “reception”. Guests moved about among lights hidden in the wide spaces of the gardens drawn and bordered by the park high trees, among sculptures belonging to the Napoleonic age, the low structures of stables and the very illuminated large restaurant room, derived from the renovation of the former lemon trees’ house, plunged into the greenness of the park, but at the same time joined to the historical Villa. An inauguration but also the test of the structure, able to answer the needs of a cultural centre with strong aptitude to reception. Thus the evening, after the spectacular aperitif, from a gastronomical point of view, offered to the guests in the verdure of the park, continued with the introduction by the Scientific Committee (Giorgio Morelato, Filippo Cailotto, Ugo La Pietra) of the Outlook’s programs. Then, by starlight, the spectators could enjoy the show “Romeo and Juliet” by William Shakespeare directed by Solimano Pontarollo and carried out by the Compagnia Teatrale Tabula Rasa. The evening ended inside the Villa where, in the renovated rooms, were gathered all the participants in a series of splendid groups for a dinner containing dishes of the traditional Venetia cuisine.

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 53  

Italian Magazine about crafts and Arts

Artigianato 53  

Italian Magazine about crafts and Arts

Advertisement