Page 37

Sotto, dall’alto: vassoio di Natasa Prestor; opera di raffinata essenzialità e pulizia delle linee di Antonio Violini.

chiaramente nell’incontro tenutosi a Kilkis (Macedonia), nello scorso mese di marzo. Nell’occasione infatti il ceramista sloveno Urban Magusar ha presentato un CD-ROM, particolarmente riuscito, con il quale ha illustrato, in modo sintetico, ma efficace, ogni fase del proprio

52

lavoro di ricerca e progettazione, dalla selezione del segno, del colore e, via via, quasi in sequenze autogenerantesi, fino alla creazione di una immagine inedita. Questa procedura è stata particolarmente apprezzata, tanto da essere proposta

come modello anche per allestire correttamente la mostra itinerante. L’ approccio è parso particolarmente significativo, poi, per l’interesse soprattutto del pubblico giovanile, attratto dalle testimonianze su tutte le fasi di studio e progettazione, che preparano e accompagnano la realizzazione di un’opera, per mezzo delle tecnologie informatiche. Proprio per tale motivo si è deciso di arricchire la mostra con un grande schermo sul quale proiettare le fasi più significative del lavoro dei ceramisti. Nel giugno scorso, infine, alla mostra di Palazzo Gradari, si sono così potute apprezzare meglio le opere definitive degli artisti che hanno presentato ciascuno più di un vassoio dei sogni, selezionando le opere meglio riuscite. George Vavatsis ha creato cinque vassoi, graffiti e invetriati internamente, nei quali il bordo è stato violentemente deformato per indicare il movimento delle onde del Mare Adriatico e per

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 51  

Italian magazine about crafts

Artigianato 51  

Italian magazine about crafts

Advertisement