Page 57

Nella pagina a fronte: foto di uno stand al padiglione Cavaniglia. In questa pagina, dall’alto: veduta della sezione “Le stanze”; immagine del settore dedicato a “Le eccellenze”.

della Mostra perché è anche e soprattutto qui che si gioca la scommessa degli organizzatori; quest’anno infatti è stata inaugurata una nuova fase espositiva della storica rassegna fiorentina, in cui i colori fanno e faranno ancora da guida attraverso le otto sezioni tematiche inaugurate. Difatti, messa da parte la tradizionale divisione tra imprese italiane e straniere -in cui la provenienza geografica fungeva da bussola nell’orientare i visitatori all’interno della Fierad’ora in avanti la visita ai padiglioni espositivi della Fortezza da Basso si svilupperà attorno a otto aree tematiche, ognuna contraddistinta da una diversa gamma di colori e ognuna caratterizzata da una specifica offertamerceologica. Non più quindi Africa, America Latina od Oceania, bensì Scene d’interni, Armonie di benessere, Territori, Visioni, Il gusto, Scenari preziosi, Scenari di moda ed infine Artigianato&dintorni. Accanto agli indici di gradimento rilevati dall’indagine, il prelievo di ben 800.000 euro dal bancomat della Fiera durante l’apertura della Mostra, così come il maggior numero di operatori, confermano -come ha avuto modo di spiegare Pietro Marchini, Amministratore Delegato di FirenzeExpoi primi risultati del lavoro svolto da FirenzeExpo e da Artex per il cambiamento della Mostra in funzione di un generale innalzamento qualitativo della manifestazione; al tempo stesso si tratta di segnali che dimostrano

la possibilità di far convivere la presenza di operatori con quella del grande pubblico. Grazie soprattutto all’incoraggiamento di Associazioni di Categoria, aziende espositrici e visitatori, l’obiettivo per la 68a edizione della Mostra -che si terrà

a Firenze dal 24 aprile al 2 maggio 2004- sarà quello di proseguire ulteriormente lungo la strada della qualificazione della rassegna. L’edizione 2004 all’insegna della continuità ART 2004 intende riprendere i fili dell’edizione appena conclusasi puntando sull’innalzamento qualitativo, sulla suddivisione merceologica, su un layout espositivo coerente e funzionale, sulla valorizzazione delle specificità territoriali così come sugli eventi collaterali, ma al tempo stesso intende anche introdurre significative novità studiate, in particolare, per gli espositori. Da un lato, quindi, la prossima edizione intende confermare le scelte già adottate nel 2003: il layout espositivo sarà nuovamente all’insegna della razionalizzazione e della suddivisione degli espositori nelle otto sezioni merceologiche; i colori caratterizzeranno ciascuna sezione espositiva e guideranno il visitatore attraverso ciascuna area tematica; la centralità del padiglione dei Territori -dedicato alla valorizzazione delle specificità locali- sarà mantenuta se non addirittura potenziata in quanto è obiettivo della Mostra aprire le frontiere a nuovi paesi stranieri; e infine i numerosi eventi collaterali funzioneranno da fattore di attrazione sia per il pubblico di visitatori -attraverso un’apposita

71

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Advertisement