Page 53

Nella pagina a fronte, dall’alto e da sinistra: entrata della 57a edizione; veduta di uno stand d’arredamento cucina; due immagini dalla mostra di artigianato lombardo, dall’edizione 2002. In questa pagina, al piede: due scorci delle sale interne della mostra; entrata dell’esposizione sull’Artigianato lombardo, in corso nel nuovo centro espositivo di Kyoto.

Arte Come in tutte le edizioni viene proposto uno spazio arte che, per questa 58ª edizione, si sdoppia in: Arte Italiana Riccardo Poletti propone l’originale e interessante interpretazione del figurativo per cui è stato definito il pittore della “serena sintesi estetica”. Arte Internazionale Lituana Il paese baltico, in procinto di entrare nella Comunità Europea, propone il gruppo “Aqua 12” da anni conosciuto a livello internazionale con la propria produzione di acquerelli. Dove: Monza, Polo fieristico di Viale delle Industrie (angolo Viale Sicilia, zona Stadio Brianteo). Quando: 20 - 28 settembre 2003. Orari: sabato e festivi 10.30-23.00, feriali 18.00-23.00. Prezzo biglietti: interi Euro 6.00 - ridotti Euro 3.00.

Nel cuore del Giappone l’Artigianato d’Arte Lombardo Per tutto il mese di luglio, nel nuovo centro espositivo di Kyoto con la Regione Lombardia, Assessorato all’Artigianato, Nuova Economia, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Unioncamere Lombardia, MIA-Ente Mostre di Monza e Brianza, Prefettura di Kyoto e TASK, Traditional Arts School of Kyoto. Per tutti i giapponesi il “cuore” della loro nazione è nell’antica capitale Kyoto, che meglio rappresenta lo spirito e le tradizioni dell’intera nazionee ciò che è “tradizione” trova i giapponesi molto sensibili. Tradizione significa anche artigianato e quello della Prefettura di Kyoto ha una storia più che millenaria e prende avvio con la presenza della corte imperiale. Con una particolarità, nella tradizione giapponese il confine fra artigianato e arte è decisamente incerto e una novità, se i materiali sono quelli consueti della tradizione giapponese, dal bamboo al legno urushi, alla seta, la versatilità degli artigiani di Kyoto ha permesso di inserire nuovi e moderni materiali creando prodotti di indiscutibile fascino. Ma soprattutto appare evidente la ricerca di un moderno design,

che permette a queste opere uniche di meglio collocarsi sul mercato internazionale. Un patrimonio e, paradossalmente, una storia che avvicinano la Regione di Kyoto e la Lombardia, cioè la regione italiana con il miglior artigianato d’arte presente sui mercati internazionali. Negli ultimi anni diversi appuntamenti hanno visto la presenza di artigiani di Kyoto in Lombardia (tra gli altri: Italia-Giappone, Fuori Salone 2003; MIA, Mostra Arredamento 2002 e MIAPrimavera, Mostra dell’Abitare, 2002 e 2003). Ora, nel nuovo centro espositivo di Kyoto inaugurato il 18 giugno, è la volta dell’artigianato lombardo che presenta la grande varietà di materiali e di prodotti e soprattutto la grande ricerca di design, vero fiore all’occhiello. Ceramica, legno, tessuto, argento, metallo, vetro, pietra sono fra i materiali che danno vita a una pluralità di oggetti, dalle lampade ai vasi, dalle coppe alle specchiere, dai tappeti a piatti e zuppiere, per una grande tavola con la presenza di artigiani da tutte le provincie della Lombardia. “Artigianato tra innovazione e design” è il titolo dell’evento e fra questi due poli c’è la storia recente e il futuro dell’artigianato lombardo.

67

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Advertisement