Page 39

Nel suo suggestivo laboratorio romano, i portati di una formazione da designer si fondono con le malie di una indagine inedita sulla forma. Arrotondate, piatte, lisce, incise, talvolta impreziosite da sottili intarsi d’argento, le ardesie della Delhove sono il frutto di un’elegante gestualità, del suo operare con cura, forgiando, incidendo, levigando la materia fino ad ottenere un’essenziale nitidezza lineare, memorie e modelli ideali e razionalistici. Volumi scultorei che richiamano tradizioni d’altri tempi e d’altri paesi; che rievocano le funzioni apotropaiche dei pesanti gingilli kru della Liberia, il prestigio delle torque indossate dalla cultura indiana. Dalla plastica negra alle fibule da Mille e una notte, le creazioni di quest’artista dell’intaglio si nutrono di influenze diverse e valorizzano le peculiarità di un materiale povero, svelandone inaspettate soluzioni figurative. Non per “via di porre” ma per “forza di levare” Luce Delhove modella così le superfici; lascia emergere le figure dal nero vellutato d’ogni pietra; gioca sui contrasti tonali e le asimmetrie. Dall’ardesia al monile, al simbolo. In un viaggio attraverso i valori dell’immagine sintetica e dell’emblema, la Delhove incanta con i suoi gioielli “in potenza”, monoliti misterici, talismani conturbanti, testimoni di una grande abilità tecnica, di un personalissimo quanto inedito dialogo fra la forma e la sostanza.

53

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Artigianato 50  

Magazine about italian crafts

Advertisement