Page 16

Nelle due pagine: viste della Villa Dionisi, recentemente ristrutturata, aperta alle nuove attività dell’Accoglienza e dell’Osservatorio.

Filippo M. Cailotto

LA SEDE La sede dell’Osservatorio si colloca all’interno della Villa di Cà del lago di Cerea, appartenente alla famiglia Dionisi, che da Cerea mosse i primi passi, sette secoli fa, per assumere al rango di marchesato. Così l’antico casato, come spesso avvenuto nell’ambito della società veneta, volendo possedere con il palazzo di città una o più ville in campagna, arricchì il territorio con la Villa di Cà del Lago. Lo scopo era duplice: esercitare facilmente un diretto controllo sulle terre messe a coltura e nel contempo avere l’opportunità di convocare parenti e amici, notabili e letterati, in una cornice agreste, ma anche di fasto. Anche i Dionisi, uno dei più solidi e antichi casati

22

veronesi, realizzarono la loro piccola Versailles. Fin dall’origine la villa era al centro di un’ampia area di coltivazione del riso, in questo senso tutta la struttura partecipava all’impresa agraria. Ma l’attività che si svolgeva nella villa non era solo finalizzata alle coltivazioni del territorio: di fatto il marchese era anche un animatore culturale. La villa quindi é stata per lungo tempo un centro di cultura dove si raccoglievano artisti e letterati, basterebbe ricordare la ricca biblioteca. Il Marchese, oltre ad essere l’animatore di questa attività, é anche l’imprenditore che indicherà a Nicola Marcola, il valente decoratore del complesso della villa (che nasce utilizzando precedenti strutture) i temi sui quali impegnarsi, temi intesi ad esaltare le glorie del casato Dionisi

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 49  

magazine about italian crafts

Artigianato 49  

magazine about italian crafts

Advertisement