Page 9

tuttO questo non lo sa. Egli ha compreso tuttavia di non potere, allo scadere del secolo, ma soprattutto del millennio, proporre sia pur decantatissime soluzioni "moderne", in queUa tradizione del nuovo della qual e egli è ufficial e rappresentante. O meglio, ha compiuto una lerrura del moderno e dei suoi "stili" sullo sfondo di un molto più dilatato orizzonte sto rico. Nel caralogo A ,·heitm il1 Bedùl infatti scrive, con una certa semplificazione, che nella stori a moderna delle manifatrure di porcellana appaiono prima form e riconducibili al corinzio (il rococò), poi quelle equiparabili al dorico (il Bauhaus) infine, negli ultimi vent'anni, altre che ritornano al corinzio, in una specie di "superococò". Si nota, nell 'interpretazione di M ari, l'assenza di uno dei tre sti li classici e difatti egli conclude "Mi sembra dunque che la comparsa di un segno analogo allo ionico possa essere, oggi, momento di equilibrio". E così è nato lo "' ionico" servizio Ber/in. Tillman Buddensieg, nello stesso catalogo, approva l'operazione concettua le e la soluzione forma le, che trova coerenti con la storia della KPM, ave tazze e coppe dei servizi avrebbero fatto riferimento, dal 1800 in poi, alla forma greca del calice, la fOfma del kamharos e del kratber. Buddensieg connette qu indi il servizio di Mari all '''antitesi ellenica" come critica radicale del rococò di Schinkel. Ma se di neoclassicismo si deve trattare, i riferimenti e le aucto1"itates sono altre, più pertinenti e recenti. Non è la prima volta, nel nostro secolo, che un esponente delle avanguardie puriste propone una rilettura della grecità e un design "platonico" . Ho già avuto modo di paragonare

• • • •

• • • • • •• • • • • • • • •• • • • • • • • •

• •

I

I I j

8

6

V3~idi

Enw.\1:1ri, 199·l

11

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 24  

Italian magazine about crafts and arts

Artigianato 24  

Italian magazine about crafts and arts

Advertisement