Page 35

Tmrnagini tratte da "I batalìérs - Indagine sugli ultimi ~rtigi ~ni del ferro ~ Ma niago" - edito a Maniago ne! 1982, fogli illustrativi utilizzati d'llie ditte maniaghesi degli anni '20 per elencare la variet~ dei prodotti.

Calvera, si sostituirono le piccole botteghe artigiane disperse tra le case dei borghi. È il periodo questo in cui le tecniche di lavorazione diventano personali c di conseguenza si accentuano le differenze tra i vari modi di produrre. Si associano alla lama d'acciaio materiali diversi. li legno, il corno, la madreperla. Si commercializza il prodotto a mezzo di venditori ambulanti. Si pongono le basi per quel ClT. L

grande cambiamento che trasformerà i fabbri di Maniago in coltellinai. La zona - in costante trasformazione - sul finire del secolo scorso, subirà una nuova scossa. Lo slancio dell'i ndustria, infatti, spingerà prim a l'austriaco Marx e, successivamente, dopo Caporetto , anche il tedesco Krusius, a mod ernizzare le tecniche di produzione ed a realizzare la grande fabbrica .

A sfida re l'artigianato delle botteghe con la produzione di serie. A sostituire l'economia famigliare con quella cooperativistica. A creare una classe operaia collaborativa. Dopo anni di speranze e di alterne vicende, l'insuccesso fu fragoroso . La grande fa bbrica non ebbe fortuna e non ebbe rortuna né allora né mai un sistema industriale teso a massificare o a rendere omogenee le linee di

Pl\EMIATA INDUSTI\IA FABBI\ILE DI MANIAGO

'"

39

Profile for Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte

Artigianato 24  

Italian magazine about crafts and arts

Artigianato 24  

Italian magazine about crafts and arts

Advertisement